Dona il tuo 5 x 1000

sabato 31 maggio 2014

Slow Food Condotta del Tortonese

"Non hai tanta voglia di bere ma in fondo un bicchiere di vino ci vuole; che abb... "Non hai tanta voglia di bere ma in fondo un bicchiere di vino ci vuole; che abbia la stessa funzione rassicurante del piatto. Ti guardi in giro e gli occhi ti brillano alla vista del Bersot. Non è la vicinanza territoriale che piace, quanto sapere già cosa è capace di darti questo Pignoletto rifermentato in bottiglia prodotto sui Colli Bolognesi: avvolgenza, gusto e leggerezza, che è la cosa di cui hai più bisogno". Di Fabio GiavedoniBersot Frizzante 2012, Gradizzolo - Ognibene - Slowine www.slowfood.it GLUCK – La bottiglia della sera Questa rubrica ospita il breve racconto/resoconto di una bottiglia di vino bevuta la sera … Continua http://ift.tt/1oFwz4x

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 31, 2014 at 09:10AM

venerdì 30 maggio 2014

Slow Food Condotta del Tortonese

Per allietare questo venerdì pomeriggio vi segnaliamo un appuntamento da segnare... Per allietare questo venerdì pomeriggio vi segnaliamo un appuntamento da segnare in agenda: la presentazione nazionale della Guida alle birre d'Italia di Slow Food Editore, il 14 giugno nella bella Saluzzo. Quello che avverrà quel giorno è un evento imperdibile per appassionati e curiosi di birra. Chi viene? http://goo.gl/dnGEGa http://ift.tt/1wyYXHC

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 30, 2014 at 04:03PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Pronti per lo #sloweekend del ponte? http://goo.gl/jwi1IW Pronti per lo #sloweekend del ponte? http://goo.gl/jwi1IWPronti per lo #sloweekend del ponte! | Slow Food - Buono, Pulito e Giusto. www.slowfood.it Eccoci a un bel #sloweekend di primavera. Come al solito le nostre Condotte sono all’opera e non avrete che l’imbarazzo della scelta. Aggiungiamo oggi anche qualche appuntamento in settimana, con l’augurio che riusciate a partecipare! Abruzzo – Condotta Slow Food Val Vibrata Giulia NovaPrima edizion… http://ift.tt/1rnUl7c

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 30, 2014 at 12:26PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Oltre 50 birrifici artigianali, più di 100 birre, il meglio della produzione ita... Oltre 50 birrifici artigianali, più di 100 birre, il meglio della produzione italiana in degustazione a Saluzzo (CN). Save the date 14 giugno 2015. Allo stesso prezzo di Birriamoci Su, però rischiate di perdervi le Heineken... :-)Birre d'Italia: la più bella degustazione dell'anno - Slowine www.slowfood.it Per ora segnatevi data, ora e luogo: 14 giugno 2014, ore 17, Saluzzo. Quello che avverrà quel giorno – lo si … Continua http://ift.tt/1knXNow

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 30, 2014 at 11:20AM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | Pronti per lo #sloweekend del ponte! http://ift.tt/1wxnGMr ----------------------------------------- Eccoci a un bel #sloweekend di primavera. Come al solito le nostre Condotte sono all’opera e non avrete che l’imbarazzo della scelta. Aggiungiamo oggi anche qualche appuntamento in settimana, con l’augurio che riusciate a partecipare! Abruzzo – Condotta Slow Food Val Vibrata Giulia NovaPrima edizione del Premio dedicato a Libero Masi e alla moglie Emanuela Cheli uccisi nove anni fa nella loro abitazione di Nereto in circostanze mai chiarite. Masi è stato per tanti anni guida di Slow Food Abruzo e Molise e sempre attivo nel difendere e sostenere agricoltori e produttori. Il Premio, a carattere nazionale, intende riconoscere le migliori tesi di laurea triennale e magistrale, discusse nel 2013, che offrono un contributo per l’affermazione della cultura contadina. Un riconoscimento voluto dalla Condotta Slow Food Val Vibrata-Giulianova, i Comuni di Nereto e di Torano Nuovo, con il patrocinio dell’Unione dei Comuni Val Vibrata. «Libero Masi ha dato un impulso straordinario all’Abruzzo», ha detto Raffaele Grilli, fiduciario della condotta Slow Food e grande amico dei coniugi Masi, «basti pensare la Grande Panarda abruzzese organizzata nel 1998 al Salone del Gusto, che provocò una enorme attenzione verso l’Abruzzo». Sarà una giornata di celebrazioni, incontri e condivisione, appuntamento a Nereto alle nove e mezza. Qui potete leggere i dettagli del programma.Sicilia – Salina Isole SlowPer i fortunati che si trovano nei dintorni, da domani e fino a lunedì la rete delle Isole Slow ha architettato un programma da leccarsi i baffi. Trovate qui tutte le info… mandateci una bella cartolina!Emilia Romagna – Mercato della Terra di BolognaDa oggi e fino a domenica edizione speciale del Mercato della Terra di Bologna che ospita i produttori di Maputo. Scoprite quante attività hanno da proporvi qui Taneto di Gattatico (Reggio Emilia) Vi anticipiamo per il week end del 7/8 giugno un evento organizzato con il patrocinio di Slow Food Italia: Viva l’Italia viva, festa a Gattatico. Tutte le info quiVeneto – Condotta Slow Food Atopiano 8 ComuniVi invitiamo tutti dal 1 al 2 giugno alla Festa delle Erbe ad Asiago. Escursioni, pranzi e visite guidate a tema, per una due giorni da non perdere. Date un’occhiata al programma, non rimarrete delusi!Friuli Venezia Giulia – Condotta di TriesteAmici triestini l’appuntamento per voi è per giovedì 5 giungo quando, in occasione della Giornata mondiale dell’Ambiente, la mitica Condotta di Trieste si inserisce nelle manifestazioni organizzate dal Comune. Ecco cosa vi aspetta:Mercato della Terra in piazza Verdi dalle 8.30 alle 13 con Antonic (formaggi di pecora), Le Cjargnelute (formaggi di capra), Thierry Codarin (frutta e verdura), Ecomuseo delle acque del Gemonese (Presidio del Pan di Sorc e non solo), Fior Rosso (olio EVO), Il Pucino (prodotti a base di aloe), I Rodari (frutta e verdura), Settimi & Ziani (miele), Vidali (formaggi di mucca).Mercatino degli Orti in Condotta in piazza Verdi, a fianco dei produttori del Mercato della Terra, dalle 10.30 alle 12.30: i bambini delle scuole esporranno e venderanno i prodotti dei loro orti scolastici che più locali e biologici di così non si può...Zuppa del mercato: dalle 12.30 alle 14 tra piazza Verdi e Galleria Tergesteo proporremo una minestra preparata nel corso della mattinata con le verdure invendute, ma ancora perfettamente edibili, del Mercato ortofrutticolo all'ingrosso di Trieste: grazie mille agli operatori per la loro disponibilità!Proiezione del film Slow Food Story al Teatro Miela, alle ore 17 A cura di Michela Marchi m.marchi@slowfood.it

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 30, 2014 at 10:38AM

Slow Food Condotta del Tortonese

Dove si trova questa pescheria, che ti fa sentire il profumo del mare in un luog... Dove si trova questa pescheria, che ti fa sentire il profumo del mare in un luogo dove il mare non c'è (ma dove un tempo c'è stato, e nei vini si sente ...)? Il simpatico quiz del venerdì mattina di Fabio PracchiaLa Pescheria di… - Slowine www.slowfood.it Una pescheria che spunta il venerdì mattina sotto la piazza di uno dei borghi più belli d’Italia. La terra … Continua http://ift.tt/1oQkG9w

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 30, 2014 at 10:21AM

Slow Food Condotta del Tortonese

torni a casa stanco e hai tanto bisogno di un cibo e di un vino che ti rassicuri... torni a casa stanco e hai tanto bisogno di un cibo e di un vino che ti rassicurino, che ti coccolino un po' ... tortellini in brodo e Bersot sono la risposta giusta. Gluck - La bottiglia della seraBersot Frizzante 2012, Gradizzolo - Ognibene - Slowine www.slowfood.it GLUCK – La bottiglia della sera Questa rubrica ospita il breve racconto/resoconto di una bottiglia di vino bevuta la sera … Continua http://ift.tt/1mOJrSK

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 30, 2014 at 10:09AM

giovedì 29 maggio 2014

La Colombera Vini



via Slow Food Condotta del Tortonese http://ift.tt/RHiO6Q

Slow Food Condotta del Tortonese

Timeline Photos ...ed eccola finalmente la locandina ufficiale del #decennale di #Pollenzo! Dai un'occhiata al programma... http://goo.gl/prulxR — with Piero Macagno. http://ift.tt/SUJeDg

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 29, 2014 at 06:37PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Edizione speciale del Il Mercato della Terra di Bologna !!! Edizione speciale del Il Mercato della Terra di Bologna !!!C'è un po' di Maputo a Bologna... | Slow Food - Buono, Pulito e Giusto. www.slowfood.it Da venerdì 31 maggio a domenica 1 giugno, una delegazione del Mercato della Terra creato a Maputo dalla ong GVC e dalla Fondazione Slow Food per la Biodiversità, incontrano aziende agricole emiliane e partecipano al Mercato della Terra di Bologna nel cortile del cinema Lumière http://ift.tt/1tqWQkH

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 29, 2014 at 06:13PM

Slow Food Condotta del Tortonese

"Una cena semplice ma decisamente gustosa. Un sodalizio perfetto tra Emilia Roma... "Una cena semplice ma decisamente gustosa. Un sodalizio perfetto tra Emilia Romagna e Marche, le mie due regioni (quella adottiva e quella di nascita)". Di Roberto MeconiCacinello 2011, Le Senate - Slowine www.slowfood.it GLUCK – La bottiglia della sera Questa rubrica ospita il breve racconto/resoconto di una bottiglia di vino bevuta la sera … Continua http://ift.tt/SUrVSI

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 29, 2014 at 05:22PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Oggi il sequestro di una partita di falso Brunello, ora la dichiarazione del pre... Oggi il sequestro di una partita di falso Brunello, ora la dichiarazione del presidente del Consorzio di Tutela.Brunello taroccato: la parola al Consorzio - Slowine www.slowfood.it In merito al sequestro condotto dai Carabinieri del reparto operativo di Siena, ed in particolare alcune migliaia di false bottiglie … Continua http://ift.tt/1mKnBQa

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 29, 2014 at 04:21PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Residui chimici: 8 cibi che sarebbe meglio evitare… e nel dubbio, fatevi i sughi... Residui chimici: 8 cibi che sarebbe meglio evitare… e nel dubbio, fatevi i sughi vostri [cit.] http://goo.gl/DOV5HE http://ift.tt/1nYwEwv

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 29, 2014 at 12:21PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | Residui chimici: 8 cibi che sarebbe meglio evitare http://ift.tt/1gD4nwv ----------------------------------------- Sulla base dei rilevamenti fatti dall’Agenzia europea per la sicurezza alimentare (Efsa), Coldiretti ci segnala quali cibi presentano % eccessive e comunque illegali per l'Italia di residui chimici tossici per la salute... Peperoncino vietnamitaÈ il prodotto alimentare meno sicuro in vendita in Italia: ben il 61,5% dei campioni analizzati è risultato essere irregolare per la presenza di residui chimici. In particolare, l’eccesso riguarda il difenoconazolo, l’hexaconazolo e il carbendazim (gnammy eh?) tutte sostanze vietate in Italia. Occhio che solo nel 2013 ne abbiamo importato ben 273.800 chili, e si trova ovunque: nei sughi “tipici” come l’arrabbiata, la diavola o la puttanesca piccante o nell’olio aromatizzato. Info in etichetta? La solita chimera. Insomma, nel dubbio vi consiglio di farvi i sughi vostri… Lenticchie turcheNe sono arrivati 1,6 milioni di chili che, sempre secondo le analisi dell’Efsa, sono irregolari in un caso su quattro (24,3 per cento) sempre per residui chimici in eccesso.Riso indianoNe importiamo quantitativi più che significativi: 38,5 milioni di chili nel 2013, di questi oltre 5 milioni di chili (12,9%) presentano livelli tossici di residui chimici. Sono numeri che purtroppo ci fanno preoccupare.Arance dall’UruguayIl 19 per cento dei campioni analizzati supera i limiti di legge per la presenza di pesticidi come imazalil, fenthion e ortofenilfenolo. Anche questi vietati in Italia E poi ancora attenzione alle melegrane provenienti dalla Turchia 40,5 per cento di irregolarità, ai fichi brasiliani 30,4% di casi irregolari, all’ananas ghanese 15,6%, ai fagioli kenioti 10,8%, ai cachi israeliani 10,7% e alle foglie di tè cinesi che nel 15,1% dei casi presentano livelli non consentiti di residui chimici. Tra l’altro per quest’ultime, nei primi due mesi del 2014 abbiamo aumentato le importazioni del 1.100 per cento… Ora, il discorso lo conoscete. Non vogliamo fare i talebani del km0, però sono numeri importanti e bisogna fare attenzione. Non possiamo non essere d’accordo con Coldiretti che ha segnalato il problema: «Si tratta di valori preoccupanti per un Paese come l’Italia che può contare su una produzione nazionale con livelli di sicurezza da record: solo lo 0,2% dei prodotti agroalimentari italiani hanno superato il limite dei residui chimici consentiti che sono risultati peraltro inferiori di nove volte nove volte a quelli della media europea (1,6 per cento di irregolarità) e addirittura di 32 volte a quelli extracomunitari (7,9 per cento di irregolarità)». E siamo sempre d’accordo con l’associazione dei coltivatori diretti quando ci avverte che questo è un «un pericolo che colpisce ingiustamente soprattutto quanti dispongono di una ridotta capacità di spesa a causa della crisi e sono costretti a rivolgersi ad alimenti a basso costo dietro i quali spesso si nascondono infatti ricette modificate, l’uso di ingredienti di diversa qualità o metodi di produzione alternativi. Dall’inizio della crisi sono più che triplicate in Italia le frodi a tavola con un incremento record del 248 per cento del valore di cibi e bevande sequestrati perché adulterate, contraffate o falsificate sulla base della preziosa attività svolta dai carabinieri dei Nas dal 2007 al 2013». È vero che la qualità costa, è vero che i tempi per fare la spesa sono sempre più striminziti, ma davvero non riusciamo a prenderci il nostro spazio per scegliere cosa mangiare? A cura di Michela Marchi m.marchi@slowfood.it Fonte: Coldiretti

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 29, 2014 at 12:14PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sempre + millesimati. Perché? vendite ferme o vigneti più maturi? Qui proviamo a... Sempre + millesimati. Perché? vendite ferme o vigneti più maturi? Qui proviamo a dare una risposta.Franciacorta: cresce il numero dei millesimati, ma la qualità? - Slowine www.slowfood.it Due giornate di degustazioni in Franciacorta, per Slow Wine 2015. Oggi la terza. Lunedì mi arriva dal Consorzio – impeccabile … Continua http://ift.tt/1kNaNIW

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 29, 2014 at 09:20AM

mercoledì 28 maggio 2014

Slow Food Condotta del Tortonese

Il video racconto degli studenti #UNISG di ritorno dal viaggio didattico in Etio... Il video racconto degli studenti #UNISG di ritorno dal viaggio didattico in Etiopia! UniSG - Università degli Studi di Scienze GastronomicheUNISG study trip - Ethiopia 2014 As part of the Bachelor's Degree in Gastronomic Sciences, students have the opportunity to complete a course in theoretical teaching combined with first-hand... http://ift.tt/1tPqmTj

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 28, 2014 at 05:19PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Il mercato del vino secondo Angelo Gaja. Come mai i consumi calano? Troppa confu... Il mercato del vino secondo Angelo Gaja. Come mai i consumi calano? Troppa confusione. I Colpevoli: troppe guide, troppi premi, etichette che non indicano pratiche enologiche invasive. E tanto altro ancora...Angelo Gaja ne ha per tutti: giornalisti, guide, colleghi, ingredienti del vino in etichetta...... www.slowfood.it Sul calo inarrestabile del consumo di vino in Italia si sprecano le analisi; mai che si dica della CONFUSIONE che … Continua http://ift.tt/1pxEaiP

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 28, 2014 at 03:05PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | Gli insetti sfameranno il mondo? http://ift.tt/1nTNJaM ----------------------------------------- Sono economici, ricchi di proteine, facili da preparare: gli insetti – secondo molti, anzi ormai moltissimi – salveranno il mondo quando le carni da allevamento smetteranno di essere accessibili. Non fate quella faccia disgustata. L’entomofagia è una pratica molto più diffusa di quel che pensate: sono già due miliardi le persone che consumano ogni giorno insetti, soprattutto nell’Est del mondo. L’Occidente però proprio non vuole saperne: chi ne mangia continua a essere considerato strambo o nei migliore dei casi temerario. Però, alzi la mano chi di voi non ha mai mangiato un gamberetto, che cos’hanno di tanto diverso dalle cavallette? Con gli insetti dovremo farci tutti i conti presto. A sentire Adena Why (entomologa dell’Università della California), nel 2050 banchettare con insetti vari sarà normale anche per l’Occidente: molto più che una stravaganza di pochi, l’entomofagia invaderà tutto il globo come pratica quotidiana. L’avanguardia di questo movimento è già approdata a Eve, in Olanda, dove si è tenuta la prima conferenza sull’entomofagia, che ha definito il piano d’attacco: la chiave di volta per la conquista dell’Occidente sarebbero i cosiddetti “foodies”, ovvero quegli amanti del cibo che incanalano i propri interessi verso determinate tendenze, spesso inusuali. Conquistare questa categoria di persone significherebbe dare il via a una lenta (ma inesorabile?) rivoluzione culturale. Anche la Fao da anni promuove l’entomofagia, per il bene del pianeta: se è vero, infatti, che all’anno vengono consumate circa 300 milioni di tonnellate di carne e che nei Paesi industrializzati ogni persona ne mangia 80-90 kg, nel 2040 la Terra non sarà più in grado di soddisfare un tale fabbisogno, e scegliere gli insetti come principale fonte di proteine sarà un passaggio obbligato. Meglio cominciare ad abituarsi, allora: buon appetito! Maria Ciaramella m.ciaramella@slowfood.it In foto: formiche culone colombiane affumicate

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 28, 2014 at 01:40PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Leggete questo pezzo: Angelo Gaja in grande forma. Bastona un po' tutti. Come ma... Leggete questo pezzo: Angelo Gaja in grande forma. Bastona un po' tutti. Come mai i consumi calano? Troppa confusione. I Colpevoli: troppe guide, troppi premi, etichette che non indicano pratiche enologiche invasive... E tanto altro ancora.Angelo Gaja ne ha per tutti: giornalisti, guide, colleghi, ingredienti del vino in etichetta...... www.slowfood.it Sul calo inarrestabile del consumo di vino in Italia si sprecano le analisi; mai che si dica della CONFUSIONE che … Continua http://ift.tt/1irkRmt

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 28, 2014 at 01:04PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Famotta? Che ne dite di un bel piatto di formiche culone affumicate per #pranzo?... Famotta? Che ne dite di un bel piatto di formiche culone affumicate per #pranzo? http://goo.gl/6jNJDGGli insetti sfameranno il mondo? | Slow Food - Buono, Pulito e Giusto. www.slowfood.it Sono economici, ricchi di proteine, facili da preparare: gli insetti – secondo molti, anzi ormai moltissimi – salveranno il mondo quando le carni da allevamento smetteranno di essere accessibili. http://ift.tt/1hxBgWx

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 28, 2014 at 12:47PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Buongiorno! Oggi iniziamo la giornata con un bella storia che arriva dal passato... Buongiorno! Oggi iniziamo la giornata con un bella storia che arriva dal passato, ma che trova tutta la sua forza nel presente. Vi raccontiamo di quando, negli anni Cinquanta, gli chef non erano star, i cooking show erano private improvvisazioni domestiche e il cibo era forza lavoro… Di quando in una sperduta frazione della Bassa Parmense – a Samboseto di Busseto – nasceva una piccola trattoria nel retrobottega di una drogheria… http://goo.gl/W7ljSxGiuseppe e Mirella, osti d’altri tempi. - Slowine www.slowfood.it Benedetta Malvisi – 22 anni, di Busseto – è studentessa di Scienze Gastronomiche all’Università di Parma. Alla presentazione del film … Continua http://ift.tt/1k04PWb

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 28, 2014 at 11:33AM

Slow Food Condotta del Tortonese

Due amici, due tecnici, un vino solo vino. Una grossa novità dalla Sicilia. Due amici, due tecnici, un vino solo vino. Una grossa novità dalla Sicilia.In ogni fermentazione c'è la storia del mondo: il progetto Uva Tantum - Slowine www.slowfood.it “In ogni fermentazione c’è la storia del mondo” Alessandro Viola, enologo di Uva Tantum Uva Tantum, solo uva in latino, … Continua http://ift.tt/1oITqJY

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 28, 2014 at 10:53AM

Slow Food Condotta del Tortonese

Ti stai preparando una buona pizza in casa e non vuoi bere birra, cosa ti apri?... Ti stai preparando una buona pizza in casa e non vuoi bere birra, cosa ti apri? Una buona schiava è la soluzione migliore, come ha fatto Maria Grazia Melegari ... Gluck - La bottiglia della sera.Schiava Valvalè 2011 – Cembra Cantina di montagna - Slowine www.slowfood.it GLUCK – La bottiglia della sera Questa rubrica ospita il breve racconto/resoconto di una bottiglia di vino bevuta la sera … Continua http://ift.tt/Seq6PY

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 28, 2014 at 09:32AM

martedì 27 maggio 2014

Slow Food Condotta del Tortonese

Che cosa hanno combinato le nostre Condotte per lo #SlowFoodDay? 36 new photos http://ift.tt/1kHP0lJ

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 27, 2014 at 06:26PM

Slow Food Condotta del Tortonese

"Un Timorasso strepitoso, che ci ha fatto anche pensare a pregiate regioni fuori... "Un Timorasso strepitoso, che ci ha fatto anche pensare a pregiate regioni fuori Italia e che soprattutto conferma, se ancora non si sapesse, che si tratta di uno dei grandi vitigni bianchi d’Italia". Federico GiovannoneColli Tortonesi Timorasso Derthona 2008, Claudio Mariotto - Slowine www.slowfood.it GLUCK – La bottiglia della sera Questa rubrica ospita il breve racconto/resoconto di una bottiglia di vino bevuta la sera … Continua http://ift.tt/1nQksxH

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 27, 2014 at 05:17PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | Vino senza uva? L'Ue dice che si può http://ift.tt/1nucEn4 ----------------------------------------- Troppo rigide le direttive europee, troppo bassi gli standard del mercato: la severità dell’Ue danneggia, e tanto, i piccoli produttori, schiacciati sotto il peso di normative europee che poca cura hanno di territorialità e biodiversità. Dall’ossobuco piemontese alle vongole scure, innumerevoli alimenti rischiano di scomparire dalle nostre tavole a causa della rigidità delle norme europee in materia di igiene, salute e riduzione degli sprechi. E se, da un lato, produrre come “facevano i nonni” diventa pressoché impossibile, dall’altro entra sempre più in voga il cibo senza ingredienti di base naturali: non ci riferiamo al biologico in sé, ma ad alcuni prodotti-paradosso come il cioccolato senza burro di cacao, il vino senza uva, il formaggio senza latte, a cui è stato dato il via libera e che presto spopoleranno sulle nostre tavole. A sentire Coldiretti sotto ci sarebbe un bel complotto: «Si tratta del solito tentativo dei Paesi del Nord Europa di livellare il cibo sulle tavole europee a uno standard di qualità inferiore al nostro con la scusa di tagliare gli sprechi alimentari che nell'Unione Europea hanno raggiunto il quantitativo record di 89 milioni di tonnellate di cibo» Un appiattimento verso il basso, lo definisce Roberto Monclavo, presidente Coldiretti, a favore di quei Paesi che non possono contare su una vera agricoltura. A difendere l’Ue è Paolo de Castro (Pd) che ricorda come l’europarlamento sia intervenuto per inserire nell’etichetta maggiori informazioni sugli alimenti consumati, provvedimento che tutela i prodotti di qualità made in Italy. Ma se una severa normativa è indispensabile – specie riguardo cibo e produzioni – dove può essere segnato il limite tra tutela della salute e speculazione? Maria Ciaramella m.ciaramella@slowfood.it

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 27, 2014 at 01:25PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Vino senza uva? L'Ue dice che si può! http://goo.gl/A49EcT Vino senza uva? L'Ue dice che si può! http://goo.gl/A49EcTVino senza uva? L'Ue dice che si può | Slow Food - Buono, Pulito e Giusto. www.slowfood.it Troppo rigide le direttive europee, troppo bassi gli standard del mercato: la severità dell’Ue danneggia, e tanto, i piccoli produttori, schiacciati sotto il peso di normative europee che poca cura hanno di territorialità e biodiversità. Dall’ossobuco piemontese alle vongole scure, innumerevoli al… http://ift.tt/1puc6gm

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 27, 2014 at 01:16PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Una grandissima novità per il mondo delle App di Slow Food Editore. Dopo il gran... Una grandissima novità per il mondo delle App di Slow Food Editore. Dopo il grande successo delle app di Osterie d’Italia e di Slow Wine – le app più vendute nel mondo delle guide di ristoranti e vini – arriva sullo store di Apple l’app della guida Birre d’Italia 2015.L'App guida Birre d'Italia è tra noi! Cosa aspettate? Scaricatela - Slowine www.slowfood.it Una grandissima novità per il mondo delle App di Slow Food Editore. Dopo il grande successo delle app di Osterie … Continua http://ift.tt/1mxyFjw

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 27, 2014 at 12:16PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Una grande storia, forse dimenticata, che va raccontata e letta... "Negli anni C... Una grande storia, forse dimenticata, che va raccontata e letta... "Negli anni Cinquanta, quando gli chef non erano star, i cooking show erano private improvvisazioni domestiche e il cibo era forza lavoro, in una sperduta frazione della Bassa Parmense – a Samboseto di Busseto, ad alcuni chilometri da Roncole Verdi – nasceva una piccola trattoria nel retrobottega di una drogheria".Giuseppe e Mirella, osti d’altri tempi. - Slowine www.slowfood.it Benedetta Malvisi – 22 anni, di Busseto – è studentessa di Scienze Gastronomiche all’Università di Parma. Alla presentazione del film … Continua http://ift.tt/1wddLLW

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 27, 2014 at 09:32AM

lunedì 26 maggio 2014

Slow Food Condotta del Tortonese

Riprendiamo le sane abitudini: La Cantina della Settimana. Questa volta è di sce... Riprendiamo le sane abitudini: La Cantina della Settimana. Questa volta è di scena una bellissima azienda bio umbra!La cantina della Settimana: Di Filippo - Slowine www.slowfood.it VITA – Quest’azienda, nata nel 1971, è condotta da Roberto Di Filippo, enologo, e dalla sorella Emma, agronoma. Fautori per … Continua http://ift.tt/1oAj4AH

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 26, 2014 at 05:51PM

Slow Food Condotta del Tortonese

"L’eleganza in questo nebbiolo è declinata in mille sfaccettature, gli aromi di... "L’eleganza in questo nebbiolo è declinata in mille sfaccettature, gli aromi di frutta sono impreziositi dalle erbette aromatiche, ha fragranza, il sorso è brillante e la complessità del finale ne accentua la finezza. Uno, due, tre, la bottiglia fa il suo dovere, finisce senza che te ne accorgi e hai già voglia di aprirne un’altra". Francesco QuercettiValtellina Sup. Sassella Stella Retica 2006, Ar.Pe.Pe. - Slowine www.slowfood.it GLUCK – La bottiglia della sera Questa rubrica ospita il breve racconto/resoconto di una bottiglia di vino bevuta la sera … Continua http://ift.tt/1r8ZmQX

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 26, 2014 at 03:11PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | La piadina "vera"? È quella dei chioschi! http://ift.tt/1palGYv ----------------------------------------- Piccola (ma importante) vittoria per la piadina romagnola: con una sentenza che accoglie il ricorso di un produttore, il Tar del Lazio decreta come unica piadina “vera” quella artigianale e prodotta secondo tradizione, mentre la produzione industriale non può essere tutelata da un marchio pubblico come l’Igp. La sentenza del tribunale amministrativo del 15.05.2014 n. 5148 ha dunque dichiarato illegittimi il disciplinare di produzione che Regione Emilia-Romagna e Ministero delle Politiche Agricole avevano presentato alla Commissione Europea nel 2012 e i relativi decreti ministeriali di riconoscimento della tutela provvisoria. Ora la palla passa al Ministero che può (deve) procedere alla riformulazione del disciplinare di produzione accordando eventualmente una nuova protezione transitoria. Esultano i produttori artigianali: «Non possiamo che essere soddisfatti – affermano Graziano Gozi, direttore della Confesercenti Cesenate e Gianpiero Giordani, responsabile della Associazione per la Valorizzazione della Piadina Romagnola (quella dei chioschi!) – per la sentenza di un organo importante come il Tribunale Amministrativo del Lazio che fa propri i nostri principi e le posizioni che portiamo avanti con forza da molti anni. Con questa decisione si restituisce il dovuto rispetto a chi da sempre produce la piadina (nei chioschi e nei ristoranti) ogni giorno secondo metodi tradizionali e con tipi di produzione artigianale. Il disciplinare bocciato dal Tar era paradossale, fuori da ogni logica e privo buon senso, avrebbe infatti permesso che la denominazione “piadina romagnola” diventasse patrimonio dei grandi produttori industriali, mentre gli artigiani avrebbero perso il diritto di usarla perché avrebbero dovuto sottostare a ingredienti e regole pensate per macchinari industriali che producono e mettono nelle buste di plastica migliaia di piadine al giorno». Una bella vittoria per i produttori artigianali!

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 26, 2014 at 02:09PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Preparate divano, poc corn e vino rigorosamente "naturale". STA SERA in anteprim... Preparate divano, poc corn e vino rigorosamente "naturale". STA SERA in anteprima straming su MYMOVIESLIVE potete godervi Resistenza Naturale Lo spettacolo iniza alle 20.30. I posti sono limitati, affrettatevi a prenotare il vostro!!!Sta sera!!! In anteprima streaming Resistenza Naturale - Slowine www.slowfood.it Se non riuscite ad aspettare l’uscita nelle sale (mercoledì 29 maggio, qui tutte le date e la nostra recensione), o … Continua http://ift.tt/1meBBzP

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 26, 2014 at 12:39PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Lo sapevate??? Sta sera vi segnaliamo come poter vedere il nuovo film di Jonatha... Lo sapevate??? Sta sera vi segnaliamo come poter vedere il nuovo film di Jonathan Nossiter, gratuitamente e a casa... Insomma dovete correre a prenotare la visione. Fatelo subito!Sta sera!!! In anteprima streaming Resistenza Naturale - Slowine www.slowfood.it Se non riuscite ad aspettare l’uscita nelle sale (mercoledì 29 maggio, qui tutte le date e la nostra recensione), o … Continua http://ift.tt/1r8t7RQ

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 26, 2014 at 11:51AM

Slow Food Condotta del Tortonese

Buongiorno e buon inizio settimana! All'indomani del voto europeo non possiamo c... Buongiorno e buon inizio settimana! All'indomani del voto europeo non possiamo che ricordare ai candidati eletti la centralità dell'agricoltura nella progettazione del nostro futuro. A partire dai giovani: il nostro ministro Maurizio Martina ha presentato al Consiglio del ministri dell'Agricoltura europei una proposta di modifica alla normativa relativa all’acquisto di terreni da parte dei giovani agricoltori. Di che cosa si tratta? E dove nasce questa necessità? http://goo.gl/2bAQcJ http://ift.tt/1pa3tdu

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 26, 2014 at 11:38AM

Mara Zardus



via Slow Food Condotta del Tortonese http://ift.tt/1nnSoU0

Slow Food Condotta del Tortonese

Può un innocuo Wwoofer incidere sul costo della tua bottiglia di vino? - Slowine www.slowfood.it Abbiamo parlato tre anni fa, potete leggere qui, fa dell’Associazione Wwoof, ovvero World-Wide Opportunities on Organic Farms. Con buon anticipo … Continua http://ift.tt/1jTCssT

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 26, 2014 at 09:29AM

Slow Food Condotta del Tortonese

alcune intelligenti considerazioni di Fabio Pracchia attorno a Wwoof, organizzaz... alcune intelligenti considerazioni di Fabio Pracchia attorno a Wwoof, organizzazione che muove milioni di volontari in tutto il mondo nelle aziende agricole a indirizzo biologico.Può un innocuo Wwoofer incidere sul costo della tua bottiglia di vino? - Slowine www.slowfood.it Abbiamo parlato tre anni fa, potete leggere qui, fa dell’Associazione Wwoof, ovvero World-Wide Opportunities on Organic Farms. Con buon anticipo … Continua http://ift.tt/1jTCssP

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 26, 2014 at 09:29AM

domenica 25 maggio 2014

sabato 24 maggio 2014

Slow Food Condotta del Tortonese

Ma quello che sento, è profumo di pane? Ma quello che sento, è profumo di pane?Timeline Photos #AltoApprendistato #UNISG #paroledartigiano Perché oggi il tuo mestiere può essere una chance per il futuro? Vedo molte chance, ma solo per gente competente. Se si fanno le cose bene, in modo genuino e seguendo la tradizione credo che la nostra cultura culinaria di prodotti da forno possa essere esportata nel mondo intero - Silvio Gozzarino, El Panatè dla vila - Verzuolo Read more: http://goo.gl/qQzxeo http://ift.tt/TFXT64

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 24, 2014 at 01:21PM

JOURNAL | Stefano Pedrelli fotografo | Stefano Pedrelli fotografo Milano – Reportages, ritratto,...



via Slow Food Condotta del Tortonese http://ift.tt/1oeUqrw

venerdì 23 maggio 2014

Slow Food Condotta del Tortonese

Anche i piatti più semplici possono diventare sublimi. Come preparare uno spaghe... Anche i piatti più semplici possono diventare sublimi. Come preparare uno spaghetto al pomodoro perfetto? Ce lo racconta Ernesto Iaccarino, tra gli chef che collaborano alla nostra #Scuoladicucina. Non vi siete ancora iscritti? http://goo.gl/aWaiOZTimeline Photos Lo #spaghetto perfetto secondo Ernesto Iaccarino (@Don Alfonso 1890), uno degli chef che collabora con la #ScuoladiCucina Fare uno spaghetto al pomodoro potrebbe sembrare cosa facile, ed invece e' uno dei piatti più difficili da realizzare. Innanzitutto bisogna partire dalle materie prime: grande pasta, grande olio e pomodorini vesuviani. Uno dei segreti più importanti è quello di rompere con le mani direttamente nella padella i pomodorini, in modo da non perdere neppure una goccia dell'acqua di pomodoro che verrebbe fuori da un taglio sul tagliere. Quest'acqua è la parte più dolce del pomodoro ed è questa che apporta al piatto quel senso di piacevolezza che altrimenti perderebbe. Scopri i Master di Cucina Popolare Italiana #UNISG! http://goo.gl/aWaiOZ — with Ernesto Iaccarino. http://ift.tt/1t2DsdI

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 23, 2014 at 05:34PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | Ciao Beppe http://ift.tt/1na3tba ----------------------------------------- Beppe era un punto di riferimento, uno a cui potevi appoggiarti e su cui potevi fare affidamento quando si trattava di realizzare una iniziativa in città. Organizzatore instancabile di eventi, aveva il suo lavoro e la sua città nel sangue. Noi di Slow Food abbiamo avuto la fortuna di conoscerlo bene sin dalla prima edizione di Cheese, nel 1997. In 16 anni e 9 edizioni è stato l’unico punto fermo in un Comune che, naturalmente, cambiava amministrazioni e interlocutori. Ma Beppe non è stato solamente "l'uomo del Comune". Lui ha creduto, con noi, in Cheese e ha sempre lavorato con il suo staff per dare il meglio. Se Cheese ha avuto successo, è cresciuta negli anni ed è diventata il più importante evento al mondo per i formaggi di qualità, lo dobbiamo anche a Beppe. Noi di Slow Food gli siamo riconoscenti, ma debbono essergli riconoscenti tutti i braidesi e tutti coloro i quali amano la nostra città. Troveremo sicuramente il modo di conservare il suo ricordo nelle future edizioni di Cheese, come è giusto che sia.

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 23, 2014 at 03:27PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Il bellissimo racconto di Carlo Petrini http://goo.gl/WgE9We Il bellissimo racconto di Carlo Petrini http://goo.gl/WgE9WeChi e che cosa c'è dietro la tua tazzina di caffè? Il bellissimo racconto di Carlo Petrini http://goo.gl/WgE9We http://ift.tt/1jK7ROf

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 23, 2014 at 02:03PM

Slow Food Condotta del Tortonese

#tendenzeSlow per l'estate? La nostra bellissima T-shirt ufficiale per liberare... #tendenzeSlow per l'estate? La nostra bellissima T-shirt ufficiale per liberare la gastronomia! Potete averla in regalo diventando socio Slow Food sostenitore http://goo.gl/eaiU1b per difendere il cibo vero, educare al futuro, diffondere la cultura gastronomica e promuovere il dritto al piacere per tutti! Grazie ai nostri modelli d'eccezione ;) http://ift.tt/TB9Slb

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 23, 2014 at 12:18PM

giovedì 22 maggio 2014

Slow Food Condotta del Tortonese

EMERGENZA BALCANI: abbiamo attivato una rete di solidarietà per aiutare le popol... EMERGENZA BALCANI: abbiamo attivato una rete di solidarietà per aiutare le popolazioni coinvolte nell'alluvione. Ecco il racconto delle nostre Comunità del cibo e Presìdi http://goo.gl/JRAkYZEmergenza Balcani |Eventi e news | Fondazione Slow Food per la biodiversità ONLUS http://ift.tt/1ihnLNJ Per chi segue la cosa a distanza, dai telegiornali e dai quotidiani, la situazione appare gravissima. A partire dall'inizio della scorsa settimana una pioggia torrenziale ha colpito la Serbia e si è... I nostri obiettivi: difendere la biodiversità, salvaguardare ambiente e territori, agricoltura sos… http://ift.tt/1i7g7m3

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 22, 2014 at 12:41PM

mercoledì 21 maggio 2014

Slow Food Condotta del Tortonese

Fatevene una ragione, in Langa il #Bio ha vinto: giovani vignaioli che non diser... Fatevene una ragione, in Langa il #Bio ha vinto: giovani vignaioli che non diserbano, i due mostri sacri (Gaja e Ceretto) che passano al bio, così come altre cantine di punta di Barolo e Barbaresco: Chiara Boschis, Brezza, Oddero, Fiorenzo Nada, Piero Busso, Roagna... In cinque anni la Langa ha svoltato, se ne facciano una ragione tutti quei produttori che non lo credevano possibile... e copino dai loro vicini!Fatevene una ragione: in Langa il Bio ha vinto - Slowine www.slowfood.it Tempo di visite in cantina per Slow Wine e anche per me. Siamo alla quinta edizione della guida. È passato … Continua http://ift.tt/1of6w1m

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 21, 2014 at 04:53PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Timeline Photos #AltoApprendistato #UNISG #paroledartigiano Attenzione ad ingredienti di qualità e sensibilità per un agricoltura sostenibile di filiera corta sono le basi su cui si fonda la filosofia del piccolo opificio di Pietro Fontana - Birrificio del Carrobiolo, #Monza Read more: http://goo.gl/qQzxeo http://ift.tt/SiHZxg

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 21, 2014 at 03:10PM

Slow Food Condotta del Tortonese

L'Arca del Gusto è un catalogo di frutti, formaggi, razze animali, pani, conserv... L'Arca del Gusto è un catalogo di frutti, formaggi, razze animali, pani, conserve tradizionali che Slow Food vorrebbe salvare dal "diluvio" dell'omologazione industriale. L'Arca cresce giorno dopo giorno raccogliendo la denuncia di chi vede i sapori della propria infanzia scomparire. Tutti possono partecipare; chiunque può proporre per l'Arca del Gusto un nuovo "passeggero". Slow Food Ark of Taste Come? visita http://ift.tt/1i39qRNArca del Gusto L'Arca del Gusto è un catalogo di frutti, formaggi, razze animali, pani, conserve tradizionali che Slow Food vorrebbe salvare dal "diluvio" dell'omologazione... http://ift.tt/1i39qRQ

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 21, 2014 at 12:08PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | Un'agricoltura senza pesticidi è possibile http://ift.tt/1oRdJY3 ----------------------------------------- Un terzo del cibo che mangiamo e la maggior parte della flora spontanea dipendono dalle api: senza impollinazione non avremo frutta, caffé, verdura... Insomma senza api, come abbiamo più volte ripetuto (qui, qui e qui per citarvi più recenti) non ci sarà più da mangiare. Come porre rimedio a questa calamità? Scegliendo l’agricoltura ecologica. E ce lo dimostra un nuovo rapporto diffuso ieri da Greenpeace Italia: A come Ape. Un’agricoltura senza pesticidi è possibile e che vi consigliamo assolutamente di leggere. Nel rapporto ci sono alcuni casi studio che raccontano le esperienze di agricoltori, scienziati, istituti di ricerca e aziende di 10 Paesi europei. Gli esperti intervistati spiegano come l’agricoltura ecologica sia l’unica soluzione ai problemi connessi con il modello di agricoltura industriale, basato su una crescente dipendenza da sostanze chimiche di sintesi, centrato sulla diffusione delle monocolture e quindi sulla dipendenza da poche multinazionali agrochimiche. Applicando metodi di coltivazione ecologici e amici delle api, questi pionieri assicurano la produzione di cibo sano, proteggono il suolo, l’acqua e il clima, promuovono la biodiversità e non contaminano l’ambiente con sostanze chimiche di sintesi o organismi geneticamente modificati. Il rapporto evidenzia l’importanza delle api per la sicurezza alimentare a livello globale e fornisce una rassegna della letteratura scientifica sul controllo dei parassiti con metodi ecologici, dimostrando come l’uso e la pericolosità dei pesticidi chimici di sintesi in agricoltura sia ridondante.

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 21, 2014 at 12:02PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Giovani vignaioli che non diserbano, i due mostri sacri (Gaja e Ceretto) che pas... Giovani vignaioli che non diserbano, i due mostri sacri (Gaja e Ceretto) che passato al bio, così come altre cantine di punta di Barolo e Barbaresco: Chiara Boschis, Brezza, Oddero, Fiorenzo Nada, Piero Busso, Roagna... In cinque anni la Langa ha svoltato, se ne facciano una ragione tutti quei produttori che non lo credevano possibile... e copino dai loro vicini!Fatevene una ragione: in Langa il Bio ha vinto - Slowine www.slowfood.it Tempo di visite in cantina per Slow Wine e anche per me. Siamo alla quinta edizione della guida. È passato … Continua http://ift.tt/1m39xB0

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 21, 2014 at 11:24AM

Slow Food Condotta del Tortonese

"Non capita tutte le sere di arrivare la casa e la moglie, in piena trance vegan... "Non capita tutte le sere di arrivare la casa e la moglie, in piena trance vegana, ti cucina una tempura di verdure perfetta per croccantezza e delicatezza". Di Andrea FontanaAlta Langa Brut Contessa Rosa Ris. 2008, Fontanafredda - Slowine www.slowfood.it GLUCK – La bottiglia della sera Dove: a casa con: tempura di patate, zucchine, carote e cipolle Non capita … Continua http://ift.tt/1tiHhgQ

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 21, 2014 at 10:21AM

martedì 20 maggio 2014

Slow Food Condotta del Tortonese

Cosa è successo a Nebbiolo Prima? E soprattutto cosa c'è stato oltre il nebbiolo... Cosa è successo a Nebbiolo Prima? E soprattutto cosa c'è stato oltre il nebbiolo?http://ift.tt/1oNWarN http://ift.tt/1h4ERuM

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 20, 2014 at 06:09PM

Slow Food Condotta del Tortonese

A pancia piena si ragiona meglio! Al via le cene del progetto dell'Alleanza http... A pancia piena si ragiona meglio! Al via le cene del progetto dell'Alleanza http://goo.gl/Inu6j6 http://ift.tt/Tq85PP

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 20, 2014 at 04:32PM

Slow Food Condotta del Tortonese

È già stato raccolto in abbondanza al Sud e, man mano che si sale lo Stivale, si... È già stato raccolto in abbondanza al Sud e, man mano che si sale lo Stivale, si sta iniziando a raccogliere anche altrove. Tutti i segreti dell'aglio fresco! http://goo.gl/VVCk0m In foto Aglio Rosso di Nùbia ©Oliviero Toscani http://ift.tt/1nbiagI

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 20, 2014 at 12:15PM

Slow Food Condotta del Tortonese

http://ift.tt/1bubql5

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 20, 2014 at 12:15PM

lunedì 19 maggio 2014

Slow Food Condotta del Tortonese

Abbiamo visto in anteprima Resistenza Naturale di Jonathan Nossiter che uscirà n... Abbiamo visto in anteprima Resistenza Naturale di Jonathan Nossiter che uscirà nelle sale cinematografiche il 29 maggio: ecco perché ci è piaciuto e le date delle preview in cui sarà presente il registaResistenza Naturale: l’abbiamo visto! - Slowine www.slowfood.it Il film Resistenza Naturale di Jonathan Nossiter uscirà nelle sale delle principali città italiane il 29 maggio; il regista presenterà … Continua http://ift.tt/1tak3cG

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 19, 2014 at 04:54PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | Cambogia: il Land Grabbing non si ferma http://ift.tt/1mMFyhD ----------------------------------------- Sono circa 770.000 le persone, ovvero il 6% della popolazione, per lo più poveri di aree rurali e urbane, che dal 2000 a oggi sono state coinvolte in dispute sulle loro terre. I nuovi dati, su un fenomeno noto a livello internazionale come “Land Grabbing”, sono contenuti in un rapporto dell’Associazione cambogiana per lo sviluppo e i diritti umani (Adhoc) diffuso a Phnom Penh. Nello studio si sottolinea che le vittime di questo tipo di controversie devono affrontare l’ingiustizia, la perdita delle proprie case e dei boschi comunitari e vivere in condizioni precarie mentre nel frattempo, in tutta la Cambogia, circa 2 milioni di ettari sono stati dati a società agro-alimentari a scopi commerciali. Thun Saray, presidente di Adhoc, ha detto che alcuni contenziosi sono stati affrontati, ma che le soluzioni individuate tendono a favorire «solo gli uomini ricchi o potenti o aziende private». Risponde Beng Hong Socheat Khermo, portavoce del Ministero della urbanizzazione e del territorio: «Abbiamo risolto molti casi e abbiamo ridotto le controversie». Ma le controversie continuano ad aumentare. Secondo il rapporto, le dispute legali sono aumentate di quasi il 50% nel 2012-2013, mentre il 2014 sembra destinato a diventare un anno da record. Secondo Adhoc «La certezza del diritto non esiste in Cambogia ed è probabile che gli interessi dei potenti prevarranno sui diritti delle persone. I cambogiani – si sottolinea nel rapporto – hanno ancora poca protezione contro i sistemi giudiziari governativi, arbitrari e corrotti. La promessa del Governo di garantire realmente la sicurezza delle terre ai più poveri e vulnerabili e dare a queste persone rimedi efficaci contro le violazioni dei diritti della terra resta incerta». Solo un monitoraggio diffuso e le frequenti manifestazioni delle persone dislocate dalle proprie terre hanno indotto il primo ministro Hun Sen, a metà del 2012, a congelare nuove concessioni di terreni e disporre un riesame giuridico delle offerte già fatte. La decisione governativa sembra essere stata guidata da motivi elettorali e le poche restituzioni o risarcimenti di terre avvenuti nel 2013 sono stati autorizzati solo un mese prima delle elezioni. «Prima e dopo le elezioni nazionali dello scorso anno per ogni mese abbiamo ricevuto tre o quattro piccoli casi di dispute di confine” ha detto Chan Soveth, vice-capo del programma di Adhoc per il diritto alla terra. «Durante i primi tre mesi di quest’anno – ha aggiunto – abbiamo assistito a un notevole aumento». Beng Hong Socheat Khemro, portavoce del Ministero per la gestione del territorio, ha rifiutato di commentare la nuovo rapporto, rimandando al direttore generale del ministero. Via Misna

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 19, 2014 at 01:33PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Buongiorno e buon inizio settimana! Da queste parti non è iniziata proprio nel m... Buongiorno e buon inizio settimana! Da queste parti non è iniziata proprio nel modo giusto (piove e fa freddo). Per consolarci pensiamo allora alla prossima Settimana dei formaggi tradizionali in Sicilia, guardate che bel programma!!! http://goo.gl/ozEkgq http://ift.tt/1gGonP3

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 19, 2014 at 12:11PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Resistenza Naturale: l’abbiamo visto! - Slowine www.slowfood.it Il film Resistenza Naturale di Jonathan Nossiter uscirà nelle sale delle principali città italiane il 29 maggio; il regista presenterà … Continua http://ift.tt/1kh0vQV

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 19, 2014 at 10:42AM

Slow Food Condotta del Tortonese

Abbiamo visto in anteprima Resistenza Naturale di Jonathan Nossiter, che uscirà... Abbiamo visto in anteprima Resistenza Naturale di Jonathan Nossiter, che uscirà nelle sale cinematografiche il 29 maggio: una breve recensione e le date di tutte le presentazioni in cui sarà presente il regista.Resistenza Naturale: l’abbiamo visto! - Slowine www.slowfood.it Il film Resistenza Naturale di Jonathan Nossiter uscirà nelle sale delle principali città italiane il 29 maggio; il regista presenterà … Continua http://ift.tt/1jLzZL5

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 19, 2014 at 09:32AM

Slow Food Condotta del Tortonese

Abbiamo visto in anteprima Resistenza Naturale di Jonathan Nossiter, che uscirà... Abbiamo visto in anteprima Resistenza Naturale di Jonathan Nossiter, che uscirà nelle sale cinematografiche il 29 maggio: una breve recensione e le date di tutte le presentazioni in cui sarà presente il regista.Resistenza Naturale: l’abbiamo visto! - Slowine www.slowfood.it Il film Resistenza Naturale di Jonathan Nossiter uscirà nelle sale delle principali città italiane il 29 maggio; il regista presenterà … Continua http://ift.tt/1jLzZKR

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 19, 2014 at 09:32AM

venerdì 16 maggio 2014

Slow Food Condotta del Tortonese

Questo #sloweekend si festeggia lo #SlowFoodDay, scoprite dove e come e venite a... Questo #sloweekend si festeggia lo #SlowFoodDay, scoprite dove e come e venite a festeggiare con noi!!!Pronti… sventolate le bandiere… via! | Slow Food - Buono, Pulito e Giusto. www.slowfood.it Pronti…sventolate le bandiere…via! Si parte con il quarto Slow Food Day, quest’anno dedicato all’agricoltura familiare, tema centrale per la Fao nel 2014. Simbolo della giornata una piantina, che vi verrà donata in moltissime piazze italiane, ideale inizio del vostro piccolo orto, che sia sul balcon… http://ift.tt/QQ8k4A

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 16, 2014 at 04:26PM

Slow Food Condotta del Tortonese

«I nuovi feudatari»: se abbassiamo la guardia, la nuova Politica Agricola Comuni... «I nuovi feudatari»: se abbassiamo la guardia, la nuova Politica Agricola Comunitaria (Pac) potrebbe, ancora una volta, trasformarsi in uno strumento di disuguaglianza e speculazione, invece di essere ciò che i padri fondatori dell'Europa vollero che fosse. In questo editoriale Carlo Petrini ci spiega i pericoli nascosti nella distribuizione dei fondi europei. Oggi il Ministro Martina ha risposto (su la Repubblica) al nostro appello http://goo.gl/WvnuMd http://ift.tt/1oWcCn6

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 16, 2014 at 12:11PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | Pronti sventolate le bandiere via! http://ift.tt/1nQWLbQ ----------------------------------------- Pronti…sventolate le bandiere…via! Si parte con il quarto Slow Food Day, quest’anno dedicato all’agricoltura familiare, tema centrale per la Fao nel 2014. Simbolo della giornata una piantina, che vi verrà donata in moltissime piazze italiane, ideale inizio del vostro piccolo orto, che sia sul balcone o in giardino. Che voi siate a Rovereto o a Messina, cercate la piazza più vicino a casa vostra e partecipate alle attività in programma! E per stuzzicare la vostra curiosità, ecco qualche esempio. A Torino, laboratori di orticoltura familiare e un entusiasmante Eat-In organizzato nel parco del Valentino dallo Slow Food Youth Network. Scendendo in Liguria a Castelan (Im), invece, si potrà partecipare alla raccolta dei fiori d’arancio amaro del Presidio Slow Food e poi assistere alla distillazione; e ovviamente il tutto si conclude con un gustoso spuntino! A Milano è tempo di spaccio di pasta madre nei panifici Grazioli e Longoni e della distribuzione collettiva di semi di caffè verde del Presidio etiope di Harenna, che poi ognuno potrà tostare a casa propria. E per concludere, sedetevi a gambe incrociate e gotetevi la cerimonia del caffè tipica della famiglie africane. A Greti (Fi), appuntamento con l’originale picnic con le capre, in un ambiente bucolico e allietato da buona musica. Inconsueto appuntamento ad Acerra (Na), dove ci si raccoglierà intorno all’antica vasca di macerazione della canapa per ascoltare la testimonianza di questa famiglia di agricoltori. La cittadina siciliana di Sortino (Sr) unisce invece questa giornata di festa a uno dei temi centrali dell’isola. In programma infatti lo spettacolo teatrale "Ossa", che racconta due storie in una: una favola che attinge al filone dei racconti legati al mondo della pastorizia, e la vita di Placido Rizzotto, sindacalista ammazzato dalla mafia. Edizioni speciali del Mercati della Terra a Imola che festeggia il primo compleanno, Torino, Milano, Ciampino, Umbertide (Pg), e poi ancora e incontri, proiezioni, visite in azienda, conferenze e originali cene a base di fiori, erbe e prodotti del territorio. Ce n’è davvero per tutti i gusti, per i più grandi e per i più piccoli. Insomma, una giornata di festa in cui scoprire i segreti del miele, vedere come il latte si trasforma in formaggio e come fa la farina a diventare pane.

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 16, 2014 at 10:36AM

Slow Food Condotta del Tortonese

Un vitigno destinato alla scomparsa e all'oblio, il Bursôn, se non fosse stato p... Un vitigno destinato alla scomparsa e all'oblio, il Bursôn, se non fosse stato per un manipolo di "matti" che ci ha creduto e l'ha recuperato. Scoprite come tutto questo è stato possibile...Bursôn: se l’unione fa la forza, la capacità fa la differenza - Slowine www.slowfood.it Avevamo già parlato del Bursôn qualche tempo fa – leggere qui – grazie a un post di un neo-collaboratore di … Continua http://ift.tt/1gurycz

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 16, 2014 at 10:23AM

Slow Food Condotta del Tortonese

Questo esemplare di uvaggio bianco (friulano, chardonnay e sauvignon) è il proto... Questo esemplare di uvaggio bianco (friulano, chardonnay e sauvignon) è il prototipo di bottiglia che appena terminata la si vorrebbe strizzare per estrarne l’ultima goccia!Collio Bianco 2011, Colle Duga - Slowine www.slowfood.it GLUCK – La bottiglia della sera Questa rubrica ospita il breve racconto/resoconto di una bottiglia di vino bevuta la sera … Continua http://ift.tt/1gukkFl

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 16, 2014 at 09:38AM

giovedì 15 maggio 2014

Slow Food Condotta del Tortonese

Che #birra berrete quest'estate? Ecco i nostri consigli :) Che #birra berrete quest'estate? Ecco i nostri consigli :)L'estate sta arrivando... e a noi una birra ci va! - Slowine www.slowfood.it Finalmente il sole accompagna le nostre giornate e senza nemmeno esserci accorti del passaggio primaverile la mente va già all’estate. … Continua http://ift.tt/1lDT7im

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 15, 2014 at 06:11PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Un vitigno da amare. Noi ve ne diamo l'occasione: domenica 18 maggio c'è Di Grig... Un vitigno da amare. Noi ve ne diamo l'occasione: domenica 18 maggio c'è Di Grignolino in Grignolino. Qui un piccolo antipasto, ieri degustazione nella Banca del Vino. 7 produttori, 7 vini con Maurizio Gily.Grignolino ti amo - Slowine www.slowfood.it Ebbene sì. Lo dichiaro apertamente e senza remora. Per me il grignolino è uno dei vitigni più importanti del Piemonte. … Continua http://ift.tt/T6pZHc

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 15, 2014 at 03:25PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | #FighFor15: la protesta è globale http://ift.tt/1nRqajL ----------------------------------------- La battaglia è diventata globale. Oggi, 15 maggio, migliaia di lavoratori delle maggiori catene di fast food si fermano per una protesta che coinvolge 150 città in tutti gli Stati Uniti e astensioni dal lavoro in altri 33 paesi. Alla mobilitazione di oggi si arriva dopo un percorso iniziato nel 2012, con un primo sciopero di 200 dipendenti. Da allora la protesta è andata montando sino all’incontro mondiale di mercoledì scorso a New York, dei rappresentanti dei lavoratori di fast food coordinati dalla «International Union of Food, Agricultural, Hotel, Restaurant, Catering, Tobacco and Allied Workers’ Associations» (Iuf) una federazione composta da 396 associazioni sindacali, 126 Paesi e 12 milioni di lavoratori. Le rivendicazioni, fra l’altro, giungono proprio mentre è in corso negli Usa un braccio di ferro tra Congresso e Casa Bianca per aumentare la paga minima a 10,10 dollari l’ora. La richiesta è chiara: portare il salario dagli attuali 7,25 a 15 dollari. Tenete in considerazione che a queste cifre i lavoratori statunitensi devono tirar fuori anche l’assicurazione sanitaria. E da qui il motto #fightfor15 che ha animato la campagna. In Italia non siamo messi molto meglio anche se le rivendicazioni abbracciano anche altri temi: «Si deve parlare di orari, di conciliazione vita-lavoro, di tutela delle donne e delle mamme. Senza dimenticare che McDonaldd’s non ha mai voluto sedersi per distutere un integrativo» ha dichiarato Cristian Sesena segretario nazionale Filcams Cigl oggi al Manifesto. In effetti la mobilitazione italiana è stata indetta da Cgl, Cisl e Uil soprattutto per il contratto: perché Fipe-Confcommericio – cui aderisce Macdonald’s con i suoi 16 mila dipendenti – ha disdetto il contratto nazionale lanciando una sfida senza precedenti al sindacato. Il gesto della Fipe è davvero “rivoluzionario” visto che l’associazione che riunisce grossi marchi come Autorgrill, MyChef, ChefExpress, vorrebbe idealmente passare al superamento del controllo nazionale, per applicare dei regolamenti aziendali unilaterali. Abbattendo gli scatti di anzianità, i permessi retribuiti, le maggiorazioni per notturni e festivi, la quattordicesima. «La disdetta era stata comunicata a partire dal primo maggio 2014, poi hanno deciso di prorogarla fino al 31 dicembre: forse ora vogliono sedersi a un tavolo»: spiega Sesena che annuncia: «Per questo, all’azione globale del 15 maggio seguirà, il giorno dopo, lo sciopero generale unitario di Cgil, Cisl e Uil». La risposta di McDonald’s non si è fatta aspettare e in una nota ha spiegato come «le retribuzioni vengano stimate sul costo della vita locale e sulla mansione svolta, e che l’80% dei suoi ristoranti è indipendente e gestito da piccoli proprietari». Ma veramente? A cura di Michela Marchi m.marchi@slowfood.it Fonti: il manifesto La Stampa Foto flickr.com Steve Rhodes

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 15, 2014 at 12:21PM

Slow Food Condotta del Tortonese

#FighFor15: la protesta è globale e in Italia si discute per il ritiro del contr... #FighFor15: la protesta è globale e in Italia si discute per il ritiro del contratto nazionale da parte Fipe che vorrebbe idealmente al superamento del controllo nazionale, per applicare dei regolamenti aziendali unilaterali http://goo.gl/hxhNLj#FighFor15: la protesta è globale | Slow Food - Buono, Pulito e Giusto. www.slowfood.it La battaglia è diventata globale. Oggi, 15 maggio, migliaia di lavoratori delle maggiori catene di fast food si fermano per una protesta che coinvolge 150 città in tutti gli Stati Uniti e astensioni dal lavoro in altri 33 paesi. Alla mobilitazione di oggi si arriva dopo un percorso iniziato nel 2012… http://ift.tt/1svjKHc

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 15, 2014 at 12:11PM

Slow Food Condotta del Tortonese

I consigli per bere alla grande durante l'estate. Ma non finisce qui... Anche l'... I consigli per bere alla grande durante l'estate. Ma non finisce qui... Anche l'invito a due eventi che ogni birrofilo non dovrebbe farsi scappare... Che bevete questa estate? E soprattutto dove? Noi vi diamo entrambe le risposte. Approfittatene.L'estate sta arrivando... e a noi una birra ci va! - Slowine www.slowfood.it Finalmente il sole accompagna le nostre giornate e senza nemmeno esserci accorti del passaggio primaverile la mente va già all’estate. … Continua http://ift.tt/1jwOWAj

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 15, 2014 at 10:58AM

Slow Food Condotta del Tortonese

"La bottiglia di vino è stata l’ospite in più a tavola: ci ha dato soddisfazione... "La bottiglia di vino è stata l’ospite in più a tavola: ci ha dato soddisfazione, fatto compagnia, fatto parlare anche del suo autore. Dietro a un buon vino c’è sempre la passione di chi lo ha prodotto". di Lanfranco MariottiCiliegiolo 2011, Fontesecca - Slowine www.slowfood.it GLUCK – La bottiglia della sera Dove: a casa Con: umbricelli al sugo con carne di anatra Tre coppie … Continua http://ift.tt/1mX1vNy

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 15, 2014 at 09:21AM

mercoledì 14 maggio 2014

Slow Food Condotta del Tortonese

Tutti in piazza per lo #SlowFoodDay!!! http://goo.gl/Qm0eTx Tutti in piazza per lo #SlowFoodDay!!! http://goo.gl/Qm0eTx http://ift.tt/1nJtEHw

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 14, 2014 at 05:12PM

Slow Food Condotta del Tortonese

http://ift.tt/1nNKkLw

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 14, 2014 at 03:54PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Una cantina modello, che è anche oasi Wwf. Cosa aspettate a conoscerla e andarla... Una cantina modello, che è anche oasi Wwf. Cosa aspettate a conoscerla e andarla a visitare? Noi ve la raccontiamo qui.Un'oasi felice - Forteto della Luja - Slowine www.slowfood.it La Luja è un piccolo corso d’acqua che scorre ai piedi della collina che ospita un bosco – forteto nel … Continua http://ift.tt/1k0SRdt

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 14, 2014 at 03:22PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | «Siate eretici»: l'intervento di Don Ciotti al Congresso Nazionale di Slow Food Italia http://ift.tt/1ln5xZ5 ----------------------------------------- Sono molto emozionato e vi porto tutta la mia amicizia […] Nell’invito che mi avete mandato, Roberto Burdese ha scritto per me una frase che io vi riconsegno e che voi conoscete molto bene: «Il sogno condiviso di un sistema alimentare ispirato dai principi del buono, pulito e giusto». Sì, c’è bisogno di giustizia, vi prego c’è bisogno di giustizia nel nostro Paese e non solo: dobbiamo uscire anche dai nostri recinti, dobbiamo guardare a questa mondialità, guardare alla vergogna della fame che travolge milioni, miliardi di persone. In Italia il problema non è solo l’insufficienza di giustizia, ma la scarsa perseveranza nel costruire giustizia. I ragazzi che noi accogliamo al gruppo Abele arrivano con storie pesanti e non ricevono 4 ore alla settimana in alternativa alla pena. Io non voglio giudicare nessuno, ma c’è bisogno di giustizia nel nostro Paese, una giustizia che deve essere costruita. Da anni in Italia c’è una guerra silenziosa, che non è combattuta con le armi militari, ma con quelle economiche. È questa la guerra silenziosa che sta avvenendo nel mondo. È in atto un gigante furto di lavoro, di giustizia e di speranza. Bisogna guardare alle nostre realtà, ma essere anche un po’ strabici e rivolgerci oltre per fermare questa guerra che sta assassinando la speranza di milioni di persone. Per ogni minuto che passa, la spesa militare nel mondo è uguale a 3.000.000 $, e non ci sono i soldi per la giustizia e la dignità delle persone. Abbiamo bisogno di giustizia. Ci sono 9.000.000 di persone in povertà relativa in Italia, 5.000.000 in povertà assoluta, ma tra chi ha perso lavoro, chi cerca lavoro, chi vive forme di precariato, chi è in cassa integrazione, chi è sfruttato, noi abbiamo 7.000.000 di persone nel nostro Paese, che vivono il disagio lavorativo. Non è possibile, e la cosa che ancora di più mi sconcerta, è che mentre noi sediamo al tavolo delle grandi potenze, l’Italia ha 6.000.000 di persone analfabete […]. Noi siamo qui per riflettere insieme, per unire i nostri pensieri, le nostre esperienze, i nostri vissuti, perché abbiamo bisogno di giustizia, di dignità, di lavoro. E il vostro grido è un grido di dignità per voi e anche per quelli che fanno più fatica. L’Italia è tra i primi posti tra i paesi europei per la corruzione pubblica e non riusciamo ad avere una legge completa di contrasto alla corruzione, la stessa che l’Europa ci chiede dal 1999. La corruzione è una ferita dentro di noi, non è un problema marginale: inquina l’economia e la politica. Deve farci stare male questa situazione. Gli affari sporchi delle mafie interessano ormai tutta la filiera agroalimentare e con sofferenza vi devo dire che le mafie sono tornate forti. Questo non deve farci dimenticare la stima e la riconoscenza per quel coraggio e quell’impegno di molti segmenti della magistratura e delle forze di polizia, delle istituzioni, non deve farci dimenticare quella positività che anche insieme abbiamo costruito sui beni confiscati. Le sottolineo queste positività che danno dignità e speranza, ma devo ricordare che negli ultimi 20 anni in cui abbiamo lavorato insieme per fare crescere la legalità, è cresciuta di più l’illegalità nel nostro Paese. Già perché non è sufficiente quello che facciamo quando dall’altra parte c’è chi ha fatto leggi ad personam, quando non si fanno leggi come si dovrebbe, quando non riusciamo ad avere una legge sulla corruzione adeguata, quando da 21 anni chiediamo una legge che metta nel codice penale i reati contro l’ambiente e non riusciamo ancora a ottenerla, perché i venti contrari, gli interessi contrari ci sono e sono puntuali. Le mafie sono ritornate forti, ve lo dico con estrema cognizione di causa, ma anche con tanta fatica. Hanno tanto denaro liquido in questo momento di grande crisi e comprano, investono, acquistano loro i terreni. Partono proprio dall’acquisto dei terreni e compongono tutta la filiera, fino ad arrivare ai centri commerciali. Matteo Denaro Messina aveva una percentuale alta in una catena di supermercati Italia ed è latitante da parecchi anni. La mafia ce la troviamo sulle nostre tavole, 34 ristoranti e pizzerie a Roma sequestrati dalla magistratura perché in mano all’ndrangheta calabrese. […]. C’è una violenza in guanti bianchi, una violenza anonima, del denaro che circola solo per produrre dell’altro denaro uccidendo il lavoro di tante persone. Le mafie prestano denaro attraverso pseudo società finanziarie a piccole-medie imprese in difficoltà, sono forme di usura. E in questo momento di fatica di tanta gente, inconsapevolmente molti vengono strangolati in questa situazione, ma il grande dato è la mafiosità. C’è una mafiosità diffusa che è il vero patrimonio delle mafie e dei corrotti, prima ancora del patrimonio economico e non sono io a dirlo, ma lo ha affermato in una sua relazione un paio di anni addietro la Banca d’Italia: questi personaggi mafiosi “siedono nei consigli di amministrazione di Enti pubblici”. Allora amici vi esorto nella gratitudine delle cose cha abbiamo costruito in questi anni insieme, quella raccolta di firme, 1.000.000, per sottrarre ai mafiosi i patrimoni e restituirli alla collettività, ci siamo inventati insieme le cooperative sui beni confiscati. Oggi la legge deve cambiare. Questi anni hanno permesso di vedere le ombre, i ritardi, la burocrazia del sistema, ma nonostante questo abbiamo costruito insieme qualcosa. Io ricordo la prima pasta che faceva schifo, era scotta, biologica, ma scotta e il primo vino diciamo che era buono per non umiliare i ragazzi. Poi siete arrivati voi con la vostra competenza e professionalità e poi sono arrivati gli altri amici, Cia e Coldiretti, perché bisogna stare insieme perché quello è un nemico, la mafia è un nemico. E allora è stato tutto possibile. Il vino oggi è buono e in quel vino c’è anche un pezzo di voi, di chi si è messo in gioco per dare una mano. E lo so che è una piccola cosa quella che abbiamo fatto, quanto di più si potrebbe fare qui e altrove. E abbiamo lavorato perché qui e in Europa, dove l’ultimo dato parla di 3600 organizzazioni criminali, ci sia una direttiva di confisca dei beni a livello europeo e la restituzione alla collettività. Prepariamoci dunque a dare una mano in territori più difficili sparsi per il mondo, per accompagnarli ricchi di questa esperienza, con i nostri limiti e le nostre fatiche, ma coscienti del fatto che insieme è possibile. Le mafie non rimangono in silenzio e proprio in questi giorni c’è rappresaglia, dopo che il Papa ha voluto ricevere e sentire quei nomi incessanti di tutti i familiari delle vittime di mafia, ma se siamo uniti è il bene che vince, non vince il male e non vince la violenza e chi copre le mafie, perché i mafiosi sono nessuno. La mafia è forte, ma la forza della mafia non è dentro, ma sta fuori dalla mafia. Libera è in tutti i processi come costituzione di parte civile contro la famiglia di Matteo Denaro Messina, nel processo stato e mafia, siamo in tutti i processi contro le slot machine che mafia e camorra gestiscono. Siamo cittadini che mettono la loro faccia. Vi prego non chiamiamoci più società civile perché è come l’acqua bagnata, chiamiamoci società responsabile perché non si può essere cittadini a intermittenza, come sono tanti. E non facciamo come quelli che si commuovono per Lampedusa e poi non si vedono più, perché non basta commuoversi, ma bisogna muoversi di più tutti. Allora non rassegniamoci a questa convivenza, non rimaniamo a guardare, dobbiamo ribellarci all’impotenza per fare in modo che a esser normale non sia l’illegalità e la corruzione, le mafie e la furbizia, ma che a diventare normale con l’impegno di tutti, sia la trasparenza. Io credo che si debba sempre distinguere per non confondere, che è importante valorizzare quanti nei vari ambiti sono onesti, puliti e trasparenti. Anche in politica c’è della bella gente che ci crede e s’impegna, pertanto bisogna evitare le facili generalizzazioni che ogni tanto si sentono, perché è il sistema che deve cambiare. Ovvio ci sono anche i lazzaroni che magari vanno a occupare il Ministero dell’Interno. Lasciatemi dire quello che diceva Giuseppe Dossetti, uno dei padri della Costituzione italiana e poi monaco, chiuso a Montesole nel silenzio della parola e che quando ha visto che qualcuno voleva mettere in discussione la Costituzione, sempre da monaco ha ripreso la parola dicendo: «che senza il rinnovamento profondo e radicale e delle coscienze e delle persone responsabili della vita amministrativa e politica, il rinnovamento sarà più apparente che reale». È la responsabilità la spina dorsale della democrazia e della nostra Costituzione e la nostra Costituzione è fondata sull’etica della responsabilità. E la prima parte della Costituzione non deve essere cambiata, ma attuata. E allora la responsabilità è un sentimento morale che nasce dal rapporto vivo con la propria coscienza. Cedere la propria responsabilità è rinunciare alla nostra libertà. Siamo chiamati oggi più che mai tutti a scelte coraggiose. Il coraggio di fare scelte anche scomode e di rifiutare i compromessi. Bisogna prendere posizione e decidere ancora più oggi da che parte stare. Dobbiamo uscire dai nostri recinti. Cito le parole di Papa Francesco nel documento che ha mandato per la Giornata mondiale della pace il 1° gennaio, e i contenuti della telefonata che poi ha avuto con Carlo Petrini. In quella telefonata al di là dei riferimenti che qua ognuno rappresenta c’eravate anche voi, il vostro impegno, le vostre scelte che hanno permesso di graffiare la coscienza di tanta gente nell’arco di questi anni. E il Papa in quel documento parla della natura, dell’ambiente, dell’agricoltura, cioè parla di voi quando dice: «la fraternità aiuta a custodire e coltivare la natura in particolare il settore agricolo e il settore produttivo primario con la vitale vocazione di coltivare e custodire le risorse naturali per nutrire l’umanità». Allora qui dobbiamo uscire, sui nostri orti, sui lavori meravigliosi fatti sui beni confiscati e non dimentichiamo che è proprio l’umiltà la derivazione della parola humus che vuol dire terra. Essere umili vuol dire terra. La terra ci invita a essere persone umili. Io credo che sia giusto riconoscere il bene che c’è introno a noi per valorizzarlo e promuoverlo. Io sono nato in montagna a Pieve di Cadore e in posti così ami la natura, non puoi non amarla, il bisogno di quella dignità, di quelle vacche. Ci siamo incontrati di recente con gli amici della Coldiretti del Piemonte che ci hanno proposto le asine per il latte, perché abbiamo bisogno di dare dignità al lavoro dei ragazzi. E allora stiamo insieme con la capacità di riconoscere il bene che c’è attorno a noi per valorizzarlo, promuoverlo e sostenerlo. Anche voi siete un segno concreto di questo bene a partire de quella meraviglia di Terra Madre, perché la terra è la madre che ci dice che cosa è la speranza. C’è un grande bisogno di speranza e noi dobbiamo essere un segno di speranza curando tra noi alleanze e fiducia, stupore e accoglienza reciproca. Speranza è la consapevolezza che solo unendo le forze degli onesti la richiesta di cambiamento diventa forza di cambiamento.Vi auguro di essere eretici perché eresia dal greco significa scelta. Eretico è la persona che sceglie. L’eretico è colui che più della verità ama la ricerca della verità. L’eresia dei fatti prima di quella delle parole. L’eresia che sta nell’etica prima che nei discorsi. L’eresia della coerenza, del coraggio, della gratuità, della responsabilità, dell’impegno. Oggi è eretico chi mette la propria libertà al servizio degli altri, chi impegna la propria libertà per chi ancora libero non è. Eretico è colui che non si accontenta dei saperi di seconda mano, chi studia chi approfondisce chi si mette in gioco in quello che fa chi crede che solo nel “noi” l’”io” possa trovare una realizzazione. Chi si ribella al sonno delle coscienze, chi non si rassegna alle ingiustizie, chi non pensa che la povertà sia una fatalità. Chi non cede alla tentazione del cinismo e dell’indifferenza che sono le malattie spirituali della nostra epoca. Trascrizione dell'intervento di Don Luigi Ciotti il 10/05/2014 al Congresso di Slow Food Italia

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 14, 2014 at 01:11PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | Nino Pascale è il nuovo presidente di Slow Food Italia http://ift.tt/1ln5xYY ----------------------------------------- «Il Congresso esce unito da questa votazione, e lo dimostra al di là dei risultati numerici. Ora dobbiamo fare in modo che il patrimonio più importante dellassociazione, cioè le persone, siano messe nelle migliori condizioni possibili per dedicare le proprie energie e la propria volontà a tutte le buone cause che Slow Food sostiene ogni giorno. Cinzia porta il contributo della lista che ha rappresentato nel nostro comitato esecutivo, e questo ci rende più forti e più coesi», dichiara Pascale visibilmente commosso. «Vorrei ringraziare tutti i candidati e chi ha partecipato, in sede e sui territori, alla riuscita di questo fantastico Congresso, che segna una fase di svolta. E cominciamo domattina dimenticandoci per chi abbiamo votato: non esistono più due squadre, ma ununica, grande associazione». «Il passaggio epocale, di cui credo possa vantarsi la mia squadra, è di aver trovato una strada per lindividuazione, in modo partecipato, della dirigenza di questa associazione», dichiara Cinzia Scaffidi, candidata presidente della lista 2 e ora parte integrante del comitato esecutivo, come deciso dallo stesso Congresso. «Lobiettivo è stato raggiunto e per noi questo era importante. Lassociazione ha scelto e noi oggi siamo cinque soci che fanno propria questa decisione e che lavoreranno per la realizzazione del programma che Slow Food ha scelto». «Il Congresso chiude con un voto unanime per il nuovo esecutivo, dopo tre giorni straordinari di discussione e confronto. Il nostro viaggio riparte oggi con una nave e un equipaggio che saranno capaci di fare ancora più strada di quella percorsa fino a oggi. Al nuovo presidente e alla nuova squadra, non solo i miei auguri e i sentimenti sinceri di amicizia, ma anche la piena disponibilità per il futuro». Cosi conclude Roberto Burdese, presidente uscente. Agronomo campano, Pascale è attivo nellassociazione fin dal 1997, dove ha ricoperto la carica di presidente di Slow Food Campania e docente ai Master of Food per i corsi di vino e olio. Daniele Buttignol si riconferma segretario nazionale, mentre entrano a far parte della squadra dirigente Lorenzo Berlendis, lombardo e consigliere nazionale di Slow Food, Sonia Chellini, ex presidente di Slow Food Umbria, e Francesca Rocchi, ex presidente di Slow Food Lazio e Cinzia Scaffidi direttore del Centro Studi Slwo Food. Il Congresso nazionale di Slow Food Italia si svolge dal 9 all11 maggio presso il Centro Riva del Garda Fiere Congressi (Tn) con il sostegno della Provincia Autonoma di Trento e di Trentino Turismo e Promozione, il comune di Riva del Garda e la Camera di Commercio di Trento. Si ringraziano inoltre il Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto, lApt Lago di Garda, lApt Rovereto e Vallagarina e Agraria Riva del Garda. Hanno contribuito allorganizzazione e alla riuscita del Congresso le seguenti Aziende: Armanini, Cantina Endrizzi, Cantina La-Vis, Cantina Sociale di Trento, Cantina Vivallis, Cantine Ferrari, Cavit Spa, Concast, Consorzio Tutela Vini Trentino, Erika Eis S.r.l., Federazione Trentina Allevatori, Felicetti, Istituto Trentodoc, LatteTrento, Lavazza, Levico Acque, Marzadro, Melinda, Mpartners, Novamont, Panificio Moderno, Sant'Orsola, Unipol, Vallarom. Alessia Pautasso Ufficio Stampa Slow Food Italia

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 14, 2014 at 01:11PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | Legalità, tutela dei suoli e diritto al cibo: questi i temi al centro del Congresso di ... http://ift.tt/T1KViE ----------------------------------------- Si va dritti al cuore dei temi cari a Slow Food in questa seconda giornata di Congresso, in cui sono i delegati nazionali i veri protagonisti. Ecco quindi che si parla di educazione alimentare, del futuro della nostra agricoltura e del ruolo degli chef nella rete di Terra Madre, e Vittorio Fusari ci ricorda che " il cibo è felicità". Si passa poi alle riflessioni sul futuro, toccando i temi di attualità come la recente alluvione nelle Marche. Attesi gli interventi dei molti ospiti presenti in sala con cui Slow Food ha intrecciato solide relazioni politiche e sociali. Standing ovation per Don Luigi Ciotti, presidente dell'associazione Libera. È giustizia la parola chiave del suo intervento: «C'è bisogno di giustizia nel mondo, con cui vincere una guerra silenziosa combattuta con armi economiche che sta derubando milioni di persone di speranza e futuro». Don Ciotti passa poi ai fatti: «Ogni minuto si spendono 3 milioni di dollari per le armi e al contempo non ci sono i soldi per difendere la dignità delle persone. In Italia abbiamo 9 milioni di persone che vivono in condizioni di povertà relativa e 5 in povertà assoluta». Per non parlare poi dei 7 milioni di persone che vivono un disagio lavorativo e dei 6 milioni di analfabeti. «Siamo agli ultimi posti in Europa nella dispersione scolastica, ma ai primi nella corruzione», continua Don Ciotti, denunciando la crescente forza delle mafie, che ormai contaminano gran parte della filiera agroalimentare. «Ferita, questa, che inquina economia e politica». Fondamentale quindi lottare contro la violenza in guanti bianchi e la mafiosità diffusa. «Se siamo uniti, è il bene che vince, perché i mafiosi non sono nessuno, la mafia è forte, ma la sua forza sta fuori dall’organizzazione», denuncia. «Non chiamiamoci più società civile, ma società responsabile, perché non possiamo essere cittadini a intermittenza. Non stiamo a guardare, ribelliamoci. La responsabilità è la spina dorsale della democrazia e della nostra costituzione. Responsabilità come sentimento morale, che nasce dal rapporto vivo con la propria coscienza. Se rinunciamo alla responsabilità, rinunciamo alla libertà». E conclude con un augurio: «Vi auguro di essere eretici, perché eresia in greco significa scelta. Eretici come chi, più della verità, ama la ricerca della verità». Don Ciotti parla dell'eresia dei fatti, della coerenza e del coraggio. «Oggi è eretico chi mette la propria libertà al servizio degli altri e chi non si accontenta dei saperi di seconda mano. Chi crede che solo nel noi, l'io possa trovare la vera realizzazione. Chi non cede alla tentazione del cinismo e del'indifferenza, malattie spirituali della nostra epoca». La parola passa poi a Roberto Moncalvo, presidente nazionale di Coldiretti, che esordisce sottolineando come «Slow Food è uno dei principali luoghi di costruzione di pensiero diffuso, ora di portata mondiale». Continua poi ricordando le grandi sfide che ci attendono, come la trasparenza nelle etichette, la battaglia sugli Ogm e sulla normativa relativa alle sementi: «La competizione agroalimentare è legata a un'azione di consumo becero che snatura il valore del cibo. Abbiamo una meta chiara ma c'è bisogno di coraggio e coerenza nelle scelte che facciamo». Per questo, nonostante «siamo due organizzazioni diverse, con direttive e modi di operare differenti, è fondamentale che collaboriamo soprattutto in vista dei grandi progetti come l'Expo 2015, dove noi, insieme, ci stiamo davvero concentrando sui veri contenuti di questo evento mondiale. La nostra è una missione fondamentale, dobbiamo lottare perché ciò che abbiamo ottenuto in questi anni passi ora ai nostri figli». Altro tema incandescente è appunto la lotta contro gli Ogm, su cui interviene Stefano Masini, coordinatore della Task Force per un'Italia libera da Ogm. «Nelle politiche agricole il nostro nemico è la mancanza di regole precise, cosa sta avvenendo in questi anni con gli Ogm ne è un esempio». E continua: «abbiamo vinto solo il primo tempo della partita, perché se abbiamo i campi liberi dagli Ogm, ora dobbiamo liberare le stalle dai mangimi geneticamente modificati, e dobbiamo essere noi a sollevare il problema perché c'è una sola soluzione: restituire libertà alle filiere, riconoscere i prodotti per il valore che davvero hanno. E per questo abbiamo bisogno di un grande Slow Food». Temi questi cari anche a Maria Grazia Mammuccini, vice presidente dell'AIAB e parte attiva nei lavori della Task Force, che oggi, nel suo intervento, ha ricordato i valori da difendere per salvaguardare la nostra agricoltura. Impegni, questi, riuniti sotto il grande cappello della tutela del territorio, di cui ci parla Luca Martinelli, rappresentante del Forum Salviamo il paesaggio - Difendiamo i territori. Perché salvare il paesaggio non significa solo lottare contro la cementificazione, ma anche attuare «azioni di mappatura e sensibilizzazione delle comunità che presidiano i territori». Ecco quindi che diventano fondamentali il censimento delle vecchie varietà di viti o le attività produttive che permettono di lavorare sulle montagne e mantenerle in vita, riducendo così i rischi di dissesto idrogeologico. «Il grande valore del Forum è la sua dimensione locale», continua Martinelli. «La maggior parte delle nostre realtà è infatti costituita da comitati locali, che riescono portare avanti una riflessione che si trasforma poi nel vero modello di sviluppo che vogliamo per il nostro Paese». Si parla invece di salute con Antonio Bonaldo, presidente di Slow Medicine: «L’associazione di professionisti della salute si propone di sviluppare e diffondere la cultura di una sanità sobria, rispettosa e giusta, che intende conciliare interventi di prevenzione, informazione, promozione della salute ed educazione a comportamenti equilibrati e sobri anche nell’ambito dell’alimentazione. Questo come metodo per la valorizzazione del patrimonio salute, ponendo al centro dell’intervento di cura la ricerca del giusto equilibrio fra l’uso di tecnologie e di terapie di efficacia dimostrata, il rispetto della persona curata e delle sue preferenze e l’attenzione alle risorse economiche e ambientali, in un rapporto strettissimo fra salute, ambiente e qualità della cura». Carlo Triarico, presidente dell’Associazione per l’Agricoltura Biodinamica, presenta sinergie e interazioni tra le due realtà: «Vorremmo costituire un’alleanza tra le organizzazioni che condividono una certa visione di sviluppo che rispetti il lavoratore, l’ambiente e la salute, promuovendo la giustizia alimentare. Noi abbiamo agricoltori che incrementano la fertilità del suolo e una grande potenzialità ancora sconosciuta, di grandissimo aiuto in questo momento in cui i terreni, dopo anni di agricoltura intensiva, sono sempre più poveri». Non manca un pensiero al 2015: «In vista di Expo stiamo progettando un convegno importante a fine febbraio 2015, per dare voce a chi davvero s’impegna per nutrire il pianeta, per indicare una rotta diversa da quella attuale». «Siamo lo stesso popolo, con grandi capacità di trasformare la società. Un popolo che partecipa alle scelte che lo riguardano, mettendoci impegno e allo stesso tempo entusiasmo e gioia». Così Marco De Ponte, segretario generale di ActionAid. «Il nostro paese è stato descritto come "girlfriend in a coma": no. Se qualcuno ha sfregiato, derubato, umiliato la nostra terra, oggi deve sapere che c'è gente che dice no. La guerra dei ricchi ai poveri, la guerra alla terra, la guerra alla bellezza del nostro paese non è accettabile. Le nostre due realtà sono unite dal desiderio di svegliare l'Italia: possiamo e dobbiamo far si che l'Italia tutta si rimetta alla testa di chi vuole un mondo più giusto, senza fame, in cui l''esclusione sociale risulti intollerabile a tutti e smetta di essere accettata come sottoprodotto della necessità di crescita di alcuni.». E conclude: «Oggi ho trovato addirittura poesia in un congresso: inusuale, bello. Da lunedì, pragmatismo e determinazione continueranno a unirci. Perchè l'Italia sveglia che vogliamo c'è già. Dobbiamo solo renderla visibile e forte, ascoltata e influente». Il Congresso nazionale di Slow Food Italia si svolge dal 9 all’11 maggio presso il Centro Riva del Garda Fiere Congressi (Tn) con il sostegno della Provincia Autonoma di Trento e di Trentino Turismo e Promozione, il comune di Riva del Garda e la Camera di Commercio di Trento. Si ringraziano inoltre il Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto, l’Apt Lago di Garda, l’Apt Rovereto e Vallagarina e Agraria Riva del Garda. Hanno contribuito all’organizzazione e alla riuscita del Congresso le seguenti Aziende: Armanini, Cantina Endrizzi, Cantina La-Vis, Cantina Sociale di Trento, Cantina Vivallis, Cantine Ferrari, Cavit Spa, Concast, Consorzio Tutela Vini Trentino, Erika Eis S.r.l., Federazione Trentina Allevatori, Felicetti, Istituto Trentodoc, LatteTrento, Lavazza, Levico Acque, Marzadro, Melinda, Mpartners, Novamont, Panificio Moderno, Sant'Orsola, Unipol, Vallarom. Alessia Pautasso Ufficio Stampa Slow Food

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 14, 2014 at 01:11PM

Slow Food Condotta del Tortonese

«Svendere (perché di questo si tratta) un pezzo così significativo di territorio... «Svendere (perché di questo si tratta) un pezzo così significativo di territorio a un privato, significa perpetrare un’ingiustizia anche nei confronti delle generazioni che verranno e che di questa decisione non sono responsabili né spettatori» Il commento di Carlo Petrini ieri su Republbica. Sosteniamo Poveglia per tutti http://goo.gl/fY8qo0 http://ift.tt/1lmVS4x

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 14, 2014 at 12:31PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | Poveglia per tutti http://ift.tt/1v3z2qA ----------------------------------------- Pensare di fare cassa vendendo il patrimonio pubblico, che per definizione non appartiene allo Stato ma alla comunità dei cittadini, è un atto insensato ancor prima che inefficace. Insensato perché, come ben ci ricorda Ugo Mattei nel suo Manifesto per i Beni Comuni, lo Stato e le sue istituzioni sono solo i gestori di questo patrimonio, non i proprietari. E poi è anche inefficace, perché la vendita di un bene pubblico porta una liquidità che, una volta spesa per le contingenze del momento, si traduce in un impoverimento irreversibile di quello stesso patrimonio comune. A questo si aggiunge un aspetto di giustizia intergenerazionale: svendere (perché di questo si tratta) un pezzo così significativo di territorio a un privato, significa perpetrare un’ingiustizia anche nei confronti delle generazioni che verranno e che di questa decisione non sono responsabili né spettatori. Se consideriamo il suolo, il paesaggio, gli stessi edifici pubblici o i monumenti come una merce da vendere in tempi di magra, alieniamo il nostro stesso futuro, restringiamo lo spazio pubblico in modo irreversibile e, di conseguenza, restringiamo anche lo spazio della democrazia e della partecipazione per chi verrà dopo di noi. In Laguna, con il caso dell’isola di Poveglia, stiamo assistendo a questo processo, e la larga mobilitazione dei cittadini nel tentativo di fare fronte comune contro la potenza finanziaria di un privato, deve essere salutata come un’iniziativa importantissima per tutelare l’interesse di tutti. Se Poveglia per Tutti ce la farà, sull’isola sorgeranno orti, un parco pubblico, e la gestione sarà ecosostenibile e no profit, mentre se andrà a un privato, chi avrà il controllo su ciò che Poveglia diventerà? Chi può sapere che non assisteremo a una speculazione edilizia o di altro genere? C’è da sperare che ciò che sta accadendo in Laguna risvegli la coscienza di molti, perché è un caso paradigmatico e per certi versi accomunabile a situazioni apparentemente lontane come il land grabbing o il consumo di suolo agricolo che vediamo in ogni angolo della nostra penisola. La Costituzione sancisce la tutela del territorio, e se lo Stato non è in grado di prendersene cura compiutamente è necessario che i cittadini agiscano in prima persona. Carlo Petrini c.petrini@slowfood.it Da La Repubblica del 13/05/2014 L'iniziativa Poveglia per tutti intende prendere in concessine l'isola per 99 anni. Per sostenerla bisogna associarsi a 99 euro. Tutte le info sul sito dell'iniziativa Poveglia per Tutti

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 14, 2014 at 12:10PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Andrea Petrini, vignaiolo un po’ sornione, continua a sorprenderci con il suo st... Andrea Petrini, vignaiolo un po’ sornione, continua a sorprenderci con il suo stile ormai inconfondibile.Verdicchio dei Castelli di Jesi Cl. Sup. Vigneto del Balluccio 2011 – Tenuta dell’Ugolino - Slowine www.slowfood.it GLUCK – La bottiglia della sera Questa rubrica ospita il breve racconto/resoconto di una bottiglia di vino bevuta la sera … Continua http://ift.tt/1sMuNxC

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 14, 2014 at 11:00AM

Slow Food Condotta del Tortonese

Prima che il Gallo sChianti... Mazzei di Fonterutoli in grave crisi, Castello di... Prima che il Gallo sChianti... Mazzei di Fonterutoli in grave crisi, Castello di San Sano venduto. Che succede alla denominazione più bella del mondo?La crisi colpisce il Chianti Classico - Slowine www.slowfood.it La notizia di ieri apparsa su Repubblica Firenze, non fa certo piacere. Una delle aziende più importanti per storia … Continua http://ift.tt/QHGN5a

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 14, 2014 at 09:36AM

martedì 13 maggio 2014

Slow Food Condotta del Tortonese

http://ift.tt/1bubql5

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 13, 2014 at 07:50PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Programmi per l'#estate? La Scuola di Cucina di Pollenzo vi offre un'occasione u... Programmi per l'#estate? La Scuola di Cucina di Pollenzo vi offre un'occasione unica per seguire corsi amatoriali sul pesce, verdure, gelati, panificazione, pasticceria... scoprite qui http://goo.gl/h1SQyp il corso che fa per voi e stupite i vostri amici ;) #ScuolaCucinaPollenzo #corsiamatoriali http://ift.tt/1qzJC9f

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 13, 2014 at 05:44PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | Un ricordo di Gabriella Ferrari http://ift.tt/1jWIEyF ----------------------------------------- Ci ha lasciati Gabriella Ferrari, fiduciaria della Condotta del Corsichese, situata nell’area metropolitana milanese Donna piena di vivacità intellettuale, dotata di senso pratico, aveva un lungo e forte legame con Slow Food avendo iniziato negli anni novanta il suo volontariato attivo a Tarvisio e poi lo aveva proseguito a Spoleto, prima di arrivare a Corsico, dove ha fondato la Condotta di cui è stata l’anima appassionata e il motore pieno di energia fino al momento in cui l’ha colpita l’improvvisa malattia, sette mesi fa. Le sentite condoglianze di Slow Food alla figlia Daniela, al compagno Ernesto e a tutti i familiari. La cerimonia funebre si terrà mercoledì 14, alle ore 11, nella chiesa di Via Murialdo(zona Inganni), a Milano. Successivamente la salma sarà avviata alla cremazione.

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 13, 2014 at 03:55PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Problemi giudiziari a parte, ma come è stato formato il comitato per gestire il... Problemi giudiziari a parte, ma come è stato formato il comitato per gestire il padiglione italiano Vino all'Expo? Ecco tutte le nostre perplessità...Il nostro sassolino sull'Expo - Slowine www.slowfood.it L’Expo di Milano è diventato tutto di colpo l’argomento della settimana. Non certo, purtroppo, per le sue potenzialità commerciali e … Continua http://ift.tt/1iIiieV

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 13, 2014 at 03:13PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Un rosso che più gluck di così non potrebbe essere!!!! Un rosso che più gluck di così non potrebbe essere!!!!Pian del Ciampolo 2012, Montevertine - Slowine www.slowfood.it GLUCK – La bottiglia della sera Questa rubrica ospita il breve racconto/resoconto di una bottiglia di vino bevuta la sera … Continua http://ift.tt/1giYrsG

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 13, 2014 at 02:55PM

Slow Food Condotta del Tortonese

«Il nostro #Expo lo viviamo tutti i giorni: si chiama Terra Madre» L'intervento... «Il nostro #Expo lo viviamo tutti i giorni: si chiama Terra Madre» L'intervento di Carlo Petrini al #CongressoSFCarlo Petrini La relazione di Carlo Petrini al Congresso Nazionale di Slow Food Italia, Riva del Garda - 9-11 maggio 2014 http://ift.tt/RLhlwJ

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 13, 2014 at 12:03PM

Slow Food Condotta del Tortonese

A parte i problemi giudiziari. Ma come è stato formato il comitato per gestire i... A parte i problemi giudiziari. Ma come è stato formato il comitato per gestire il padiglione italiano Vino all'Expo? Zonin, Antinori, Cotarella e Mantovani. Il settore enologico può esprime e anche qualche altra voce, o no? Per ora il Comitato è formato dai classici quattro amici al bar…Il nostro sassolino sull'Expo - Slowine www.slowfood.it L’Expo di Milano è diventato tutto di colpo l’argomento della settimana. Non certo, purtroppo, per le sue potenzialità commerciali e … Continua http://ift.tt/1oKJoHD

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 13, 2014 at 11:00AM

Slow Food Condotta del Tortonese

Franciacorta Brut Animante, Barone Pizzini - Slowine www.slowfood.it GLUCK – La bottiglia della sera Questa rubrica ospita il breve racconto/resoconto di una bottiglia di vino bevuta la sera … Continua http://ift.tt/1soixRO

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 13, 2014 at 10:14AM

lunedì 12 maggio 2014

Slow Food Condotta del Tortonese

«Cedere la propria responsabilità è rinunciare alla nostra libertà: diventiamo s... «Cedere la propria responsabilità è rinunciare alla nostra libertà: diventiamo società responsabile, perché non basta commuoversi, bisogna muoversi tutti un po' di più»: per chi non c'era, la trascrizione del bellissimo discorso di Don Luigi Ciotti intervenuto al #CongressoSF http://goo.gl/rLZ0ag Libera Contro le Mafie http://ift.tt/1loeK65

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 12, 2014 at 05:54PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | Voto in Europa: vogliamo risposte chiare http://ift.tt/1lnbN5T ----------------------------------------- Meno di 15 giorni al voto europeo: chi voteremo? Come si orienteranno i nostri rappresentanti sulle tematiche che ci stanno a cuore? I programmi dei partiti non vengono comunicati con la stessa solerzia di quelli nazionali o locali. Per questo occorre prestare attenzione agli appelli ai candidati che si stanno moltiplicando in queste settimane. E soprattutto alle risposte che i candidati deciderano (o no) di dare. Perché l'Europa Unita non è nata per caso. Nel 1950, a pochi anni dalla fine della seconda guerra mondiale, sei paesi firmarono la Dichiarazione Schuman per rendere la guerra in Europa "non solo impensabile, ma materialmente impossibile". Da allora il progetto europeo è alla base della pace e prosperità in Europa. È l’unione dei cittadini e dei loro Stati, che perseguono obiettivi comuni attraverso le istituzioni europee. Tra queste, il Parlamento è l’unico eletto a suffragio diretto. Il Parlamento contribuisce all'elaborazione di molte leggi Ue in parità con i governi nazionali e, per la prima volta, sceglierà il presidente della Commissione Europea. Slow Food chiede ai candidati di impegnarsi per una politica alimentare comune basata sulla sostenibilità: dobbiamo ripartire dal recupero della centralità e del valore del cibo. Questa politica alimentare ha per obiettivo un sistema di produzione, distribuzione e consumo di cibo buono (rispettoso della salute, della cultura e dei gusti delle comunità locali), pulito (attento all’ambiente) e giusto (rispettoso dei diritti i tutti gli attori coinvolti). Si basa sulla tutela della biodiversità, sul ruolo dei piccoli produttori e dei consumatori. E fa leva su questi stessi princìpi in tutti i negoziati con i Paesi terzi. Anche la Task Force per un’Italia Libera da Ogm, fa richieste chiare: il rafforzamento delle valutazioni sui rischi derivanti dagli Ogm, la revisione degli strumenti giuridici per l’autorizzazione degli OGM, il riconoscimento del diritto degli stati membri di vietare le coltivazioni OGM nei propri territori. Eurocanditati: diteci che ne pensate, così sapremo come votare. Marta Messa m.messa@slowfood.it

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 12, 2014 at 02:18PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Le prossime elezioni europee si collocano in una stagione decisiva per la proget... Le prossime elezioni europee si collocano in una stagione decisiva per la progettazione del nostro futuro. La crisi attuale non è solo economica e finanziaria: è una crisi complessa e inedita, che ci impone la scelta di nuovi paradigmi, a partire dal recupero della centralità e del valore del cibo. Per dare una risposta a questa crisi, Slow Food auspica la nascita di una Politica Alimentare Comune a livello europeo. Ecco cosa vorremmo http://goo.gl/Ki7WczLettera di Slow Food ai candidati alle elezioni europee 2014: per una Politica Alimentare Comune... www.slowfood.com Le prossime elezioni europee si collocano in una stagione decisiva per la progettazione del nostro futuro. La crisi attuale non è solo economica e... Le politiche europee ci riguardano. Da oltre 20 anni, Slow Food difende i piccoli produttori artigianali e sensibilizza i consumatori per creare un si… http://ift.tt/1lmNjto

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

May 12, 2014 at 12:41PM