Dona il tuo 5 x 1000

mercoledì 30 aprile 2014

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | Tutti gli appuntamenti del ponte http://ift.tt/SaPTZQ ----------------------------------------- Per chi si godrà il meritato riposo del ponte del 1° maggio, abbiamo un programma ricchissimo di appuntamenti. Noi ci saremo, voi? Intanto tutti a Roma per il concerto del primo maggio dove Carlo Petrini presenterà i Kachupa che suoneranno "Siamo Tutti Africani", l'inno ufficiale di Terra Madre 2014. Qui il video per esercitarvi e cantare in piazza a squarcia gola con noi! Restiamo in Lazio per ricordarvi la presentazione della quattordicesima edizione della Guida agli Extravergini. In un momento in cui scandali e contraffazioni mettono in dubbio salubrità e qualità di uno dei prodotti simbolo del made in Italy, con questa guida vorremmo dare un aiuto e qualche suggerimento quando davanti agli scaffali del supermercato o del negozietto sotto casa non sappiamo più che olio pigliare. Nella nostra pubblicazione troverete tutti quei produttori virtuosi che ci riempiono d’orgoglio e ci assicurano un olio buonissimo, pulito e giusto! Per scoprire tutti i riconoscimenti cliccate quiTrentinoDa oggi, mercoledì 30 aprile, a domenica 4 maggio 2014 a Levico Terme (Tn) si terrà la seconda edizione del Festival del Latte organizzato con la collaborazione della Condotta Slow Food Valsugana e Lagorai. Eccovi il programma qui e quiLombardiaA Milano la 24ma edizione del Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina (Fcaaal) - l’unico in Italia interamente dedicato alla conoscenza delle cinematografie, delle realtà e delle culture dei paesi dell’Africa, dell’Asia e dell’America Latina. Segnate in agenda dal 6 al 12 maggio. Tutto il programma su http://ift.tt/1hWFeqB e http://ift.tt/1oQos29PiemonteDi Freisa in FreisaSe sabato 3 e domenica 4 siete in zona, a Chieri (To), Slow Food Piemonte e Valle d’Aosta, in collaborazione con la Città di Chieri, Go Wine e il Consorzio del Freisa vi propoe un programma ricchissimo di attività. Tra le altre (scaricate qui il programma completo), in Piazza Cavour troverete lo stand associativo di Slow Food, gli Orti Mobili, il Vermut e Freisa Bar con l’aperitivo alternativo di Slow Food Rete Giovane. Lungo via Vittorio Emanuele potrete assaggiare il cibo da strada selezionato da Slow Food e aggirarvi tra le bancarelle dell’edizione speciale del nostro Mercato della Terra. In Piazza Umberto invece non perdete i laboratori didattici per grandi e piccoli. Non vi basta? E allora aggiungiamo l’Enoteca Itinerante dei Freisa piemontesi, il Festival Living Circus, le Cantine Aperte e molto altro. Ecco il programma. Quando i luvertin della Valle Belbo incontrano le uova delle galline di Barabara… la frittata è fatta!La Condotta Slow Food Alba, langhe e Roero organizza domenica 4 maggio una passeggiata etno-botanica alla scoperta delle erbe spontanee, della vegetazione e delle bellezze architettoniche dell’alta Langa. Ci accompagneranno in questo percorso il dott. Mauro Fracchia esperto botanico e il sindaco di Cravanana Marco Robaldo. Ritrovo a Cravanzana: tutto il programma qui. Per prenotazioni info@slowfoodalba.itBiella3 e 4 maggio all’insegna dei Sapori di primavera: in programma mostre mercato, degustazioni e laboratori, e tanto tanto altro! Scoprite il programma!Emilia RomagnaTornano le “Bollicine” a Bazzano di Valsamoggia (Bo): gli spumanti metodo classico delle zone più vocate d’Italia nuovamente a confronto nella suggestiva cornice della Rocca dei Bentivoglio (Via Contessa Matilde 10). Appuntamento sabato 3 maggio, dalle 14 alle 21, e domenica 4 maggio, dalle 12 alle ore 19. L’evento organizzato da Slow Food Emilia Romagna e dalla Condotta Slow Food Samoggia Lavino, in collaborazione con la Fondazione Rocca dei Bentivoglio sarà occasione per un interessante confronto fra vini spumanti della regione Emilia Romagna e di altre zone vocate del territorio nazionale. Qui il programma. Vi aspettiamo!ToscanaA Montevarchi (Si), sabato 3 maggio Slow Food incontra l’Associazione Italiana Contro l’Epilessia (Aice). In occasione della Giornata Nazionale per l’Epilessia, celebrata in tutta in Italia il 4 maggio, Aice Valdarno e la Condotta Slow Food del nostro territorio uniscono le forze per fare opera di sensibilizzazione e vi propongono “HappyAice”, un pomeriggio all’insegna del buon cibo, arte, musica e solidarietà. L’appuntamento è al Parco d’Arte Bum Bum Gà, ospiti di Carmelo Librizzi, dalle ore 16 alle 19 in compagnia della “Sciacchetrà Street Band”. Non perdete la merenda con prodotti del territorio. Il ricavato dell’iniziativa sarà destinato all’acquisto di un Video Eeg per l’ospedale del Valdarno. Per info e prenotazioni 3936845645. Attenzione! In caso di maltempo la manifestazione sarà rinviata a data da destinarsi.CampaniaSecondo fine settimana di appuntamenti al Forum Universale delle Culture Napoli e Campania. Ad aprire le danze sarà giovedì 1 maggio la proiezione del film Slow Food Story a cura dell'Associazione "Luidig" (Palazzo Paolo V, ore 18,30). A seguire poi si potrà assistere alla pellicola di Abdel Kechiche: Cous cous. Venerdì 2 maggio l'Itc "Alberti" (Piazza Risorgimento) sarà invece teatro di un Laboratorio della Terra dedicato agli allievi delle quinte classi dell'Istituto sul tema Il Mediterraneo e i Longobardi tra colture e culture. Nel pomeriggio un interessante dibattito andrà invece in scena a Palazzo Paolo V. Alle 18 l’appuntamento è con Pasquale Carlo, giornalista e collaboratore di Slow Wine e con i suoi ospiti per parlare de I buoni frutti della Dieta Mediterranea: la vite e il progetto MondAglianico. Alle 21 poi al Teatro De Simone una Conferenza Spettacolo sul tema Suoni e sapori. Dalle coltivazioni sannite alla dieta mediterranea sulle note della tradizione. Sabato 3 maggio la giornata sarà ricca di appuntamenti legati alle eccellenze del Sannio. Si parte alle ore 10 con il Sannio Wine Forum. Alla stessa ora l'Accademia Italiana della Cucina propone un percorso su Le vie del latte. Alle 11 appuntamento con l’Anteprima Sannio, evento di promozione della cultura vitivinicola del Sannio. Alle 12 i Laboratori Sensoriali e dalle 14 le degustazioni e gli incontri con la Città di Cividale del Friuli. A partire dalle 16 l'Associazione Verehia è invece pronta ad accompagnarci alla scoperta della buffer zone Unesco. In serata sarà invece la volta di due repliche de L’uomo di pasta al Convitto Nazionale Pietro Giannone. Ingressi alle ore 20.30 e 22. Domenica 4 maggio alle 10 riprenderanno le visite di Scopriamo Benevento con l'Associazione Verehia. Alla stessa ora, a Palazzo Paolo V, Erasmo Timoteo, responsabile delle Comunità del Cibo di Slow Food Campania, guiderà con Mimmo Pontillo il Laboratorio del Gusto sul tema I buoni frutti della Dieta Mediterranea: il grano. Alle 11 il Consorzio di Tutela dei Vini Sannio sarà protagonista di un Wine Rating e, alla stessa ora, prenderanno il via la seconda giornata di Anteprima Sannio e dell’incontro con la città di Cividale del Friuli. Alle 12 i Laboratori Sensoriali e infine alle 20.30 e alle 22 le ultime repliche dalla rappresentazione “L’uomo di pasta”, al Convitto Pietro Giannone. Approfondimenti su http://ift.tt/1iiLyZc e http://ift.tt/SaPRkT A cura di Michela Marchi m.marchi@slowfood.it

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 30, 2014 at 06:59PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Per chi si godrà il meritato riposo del ponte del 1° maggio, abbiamo un programm... Per chi si godrà il meritato riposo del ponte del 1° maggio, abbiamo un programma ricchissimo di appuntamenti. Cliccate per credere!!! http://goo.gl/gZy2eE http://ift.tt/R0gA2G

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 30, 2014 at 06:52PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Si è tenuto il primo concorso regionale al quale sono stati ammessi esclusivamen... Si è tenuto il primo concorso regionale al quale sono stati ammessi esclusivamente vini altoatesini biologici e biodinamici certificati, che verranno immessi nel mercato nel corso dell’anno.BIO WINE Südtirol 2014: i vini premiati - Slowine www.slowfood.it Si è appena concluso BIO WINE Südtirol 2014, una manifestazione ideata per comunicare tutto il fermento che vive il mondo … Continua http://ift.tt/1n2s6p8

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 30, 2014 at 05:43PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Negli stati messicani di Puebla e Morelos cresce la spirale di violenza a danni... Negli stati messicani di Puebla e Morelos cresce la spirale di violenza a danni delle comunità indigene. La loro colpa? Avere protestato contro i progetti di sfruttamento delle risorse che stanno minacciando tutta l'area http://goo.gl/fvTIoHLand grabbing in Messico, cresce la repressione violenta delle proteste |Eventi e news |... http://ift.tt/1ihnLNJ "La situazione sta peggiorando. Vogliono mettere a tacere la voce delle comunità". Leonardo Durán Olguín coordina nella Sierra Norte di Puebla il Presidio del miele di ape nativa. Ci chiama per... I nostri obiettivi: difendere la biodiversità, salvaguardare ambiente e territori, agricoltura sostenib… http://ift.tt/SaaOMO

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 30, 2014 at 04:26PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Nel vino non è certo una cosa che ci piace, ma nella birra???? Nel vino non è certo una cosa che ci piace, ma nella birra????Quelli che... il Brett lo inoculano... ohhhh yeaahhhh - Slowine www.slowfood.it Dopo che Fabio ha svelato il mondo segreto del brett con il solo scopo di spiegarci come evitarlo, ho sentito … Continua http://ift.tt/1pNIyOJ

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 30, 2014 at 12:46PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Non sapete più che olio pigliare? C'è la Guida agli Extravergini di Slow Food Ed... Non sapete più che olio pigliare? C'è la Guida agli Extravergini di Slow Food Editore!!! Ci troverete tutti quei produttori virtuosi che ci riempiono d’orgoglio e ci assicurano un olio buonissimo, pulito e giusto! Ecco le aziende premiate: http://goo.gl/HyuNM9 http://ift.tt/1iBVJs0

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 30, 2014 at 12:25PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Uno tra i nostri #10000orti in #Africa ha ricevuto un riconoscimento importante:... Uno tra i nostri #10000orti in #Africa ha ricevuto un riconoscimento importante: la bella storia della scuola dei Piccoli Louh, nel villaggio di Foumban, in Cameroun http://goo.gl/LhStfS http://ift.tt/S96i13

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 30, 2014 at 11:09AM

Slow Food Condotta del Tortonese

Un gran bel pezzo dedicato alla nuova rivista digitale di Slow Food. Ma voi che... Un gran bel pezzo dedicato alla nuova rivista digitale di Slow Food. Ma voi che siete AMICI di SLOW WINE, l'avete scaricato (GRATIS) il primo numero? Che aspettate a farlo? Su dai!La doppia sfida di Slow Wine Magazine piattoforte.tiscali.it Una nuova rivista digitale per raccontare il nostro vino sia al pubblico italiano che a quello oltreconfine. http://ift.tt/1nGmO5a

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 30, 2014 at 10:21AM

Slow Food Condotta del Tortonese

Un gran bel pezzo dedicato alla nuova rivista digitale di Slow Food. Ma voi che... Un gran bel pezzo dedicato alla nuova rivista digitale di Slow Food. Ma voi che siete AMICI di SLOW WINE, l'avete scaricato (GRATIS) il primo numero? Che aspettate a farlo? Su dai!La doppia sfida di Slow Wine Magazine piattoforte.tiscali.it Una nuova rivista digitale per raccontare il nostro vino sia al pubblico italiano che a quello oltreconfine. http://ift.tt/1nGmO5a

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 30, 2014 at 10:21AM

Slow Food Condotta del Tortonese

"Il vino ci mette un poco ad aprirsi, ma poi si rivela godibilissimo, con un bel... "Il vino ci mette un poco ad aprirsi, ma poi si rivela godibilissimo, con un bel frutto in evidenza; acido, un poco sapido e decisamente potente, chiude balsamico con un finale al cioccolato amaro. D’accordo, eravamo in tanti, ma alla fine della cena non ne abbiamo svuotato una bottiglia, bensì un’intera cassa." Valentina VercelliRosso Conero Villa Malacari 2008, Malacari - Slowine www.slowfood.it GLUCK – La bottiglia della sera Questa rubrica ospita il breve racconto/resoconto di una bottiglia di vino bevuta la sera … Continua http://ift.tt/1lxntn6

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 30, 2014 at 09:32AM

martedì 29 aprile 2014

Slow Food Condotta del Tortonese

Timeline Photos E voi cosa ne pensate? Raccontateci la vostra idea di felicità: http://bit.ly/1tGjGHV http://ift.tt/1pKsvkB

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 29, 2014 at 06:21PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Da domani in libreria!!! #unideadifelicità Da domani in libreria!!! #unideadifelicitàTimeline Photos E voi cosa ne pensate? Raccontateci la vostra idea di felicità: http://bit.ly/1tGjGHV http://ift.tt/1rBsLhk

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 29, 2014 at 05:56PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Scarseggiano le idee per la #cena di sta sera? Ci pensiamo noi! Scoprite quante... Scarseggiano le idee per la #cena di sta sera? Ci pensiamo noi! Scoprite quante virtù possa avere un semplice cipollotto! http://goo.gl/v8eYlgCipollotto time! | Slow Food - Buono, Pulito e Giusto. www.slowfood.it La primavera è una stagione che moltiplica le possibilità di piaceri frugali ma intensissimi. I sapori dei vegetali colti da poco sembrano letteralmente esplodere in bocca, risvegliando il senso del gusto. Non bisogna fare tanti sforzi per procurarsi al mercato dei prodotti semplici, coltivati non l… http://ift.tt/S68nuI

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 29, 2014 at 05:52PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | La società civile protagonista a Expo 2015 http://ift.tt/1hNbPU6 ----------------------------------------- Con un intero padiglione dedicato, le organizzazioni della Società Civile avranno un ruolo di primo piano a Expo Milano 2015: oltre a una presenza diffusa nel sito espositivo, a Cascina Triulza il terzo settore avrà a disposizione, per la per la prima volta nella storia dell’Esposizione Universale, uno spazio dove avviare un cantiere permanente di idee, di proposte e di attività per contribuire a sviluppare il tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”. Con circa 8.000 mq, il padiglione sarà uno dei più grandi e l’unico già esistente all’interno del sito espositivo. E anche dopo la chiusura di Expo Milano 2015, Cascina Triulza continuerà a ospitare le attività del network delle 60 organizzazioni della Società Civile che hanno aderito al progetto. Uno degli aspetti più innovativi dell'iniziativa è il coinvolgimento delle organizzazioni nella costruzione del Programma Culturale del padiglione: le realtà della Società Civile di tutto il mondo – anche in partnership con aziende e istituzioni pubbliche – possono dunque proporre eventi, attività culturali, installazioni, spettacoli, momenti d’intrattenimento che costituiranno il Programma Culturale di Cascina Triulza. Nei prossimi mesi Fondazione Triulza lancerà la 2° Call internazionale di Idee per lo Sviluppo del Programma Culturale del Padiglione Società Civile e altre Call per il coinvolgimento di giovani designer, artisti, sponsor e partner tecnici. La volontà degli organizzatori è che Cascina Triulza diventi il luogo dove le realtà della Società Civile possano confrontarsi con le istituzioni pubbliche, le aziende e gli enti filantropici per sperimentare nuovi modelli di lavoro e di responsabilità sociale e riuscire a dare una risposta efficace e partecipata alle problematiche sociali. Il Padiglione è stato presentato oggi a Roma alla presenza del Presidente del Senato della Repubblica Pietro Grasso, del Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali Maurizio Martina, con gli interventi di Sergio Silvotti, Presidente di Fondazione Triulza – il network di organizzazioni del Terzo Settore che gestirà il Padiglione - , Roberto Arditti, Direttore Affari Istituzionali di Expo 2015 S.p.A., Chiara Pennasi, Direttore del Padiglione, e Sabina Siniscalchi, Presidente del Comitato di Gestione della struttura. Oltre cento persone, rappresentanti del governo, di numerose istituzioni pubbliche e delle principali organizzazioni del Terzo Settore hanno partecipato all’evento. A gestire l’intero padiglione sarà la Fondazione Triulza, in qualità di Non Official Participant e in collaborazione con Expo 2015 S.p.A. Fondazione Triulza è un ampio e plurale network di organizzazioni del Terzo Settore che hanno voluto impegnarsi in prima linea perché Expo Milano possa diventare una concreta opportunità per la Società Civile di tutto il mondo e per continuare a lavorare insieme anche dopo il 2015. Trovate maggiori info qui

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 29, 2014 at 05:14PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | 17mila cave abbandonate: servono regole http://ift.tt/1ixESGU ----------------------------------------- Enormi crateri come ferite aperte sul territorio costellano i paesaggi italiani. Da Nord a Sud le cave attive in Italia sono 5.592, quelle dismesse e monitorate addirittura 16.045, mentre se aggiungessimo anche quelle delle regioni che non hanno un monitoraggio (Calabria e Friuli Venezia Giulia) il dato potrebbe salire a 17 mila. Nonostante la crisi del settore edilizio abbia contribuito a ridurre le quantità dei materiali lapidei estratti, i numeri rimangono comunque impressionanti: un miliardo di euro di ricavo, 80 milioni di metri cubi di sabbia e ghiaia, 31,6 milioni di metri cubi di calcare e oltre 8,6 milioni di metri cubi di pietre ornamentali estratti nel 2012. Sabbia e ghiaia rappresentano il 62,5% di tutti i materiali cavati in Italia, soprattutto nel Lazio, Lombardia, Piemonte e Puglia, dove ogni anno vengono prelevati circa 50 milioni di metri cubi di queste materie prime. Rilevanti sono anche gli impatti e i guadagni legati all’estrazione di pietre ornamentali, ossia di materiali di pregio dove sono minori le quantità estratta ma rilevantissimi i guadagni e gli stessi impatti (dalle Alpi Apuane al Marmo di Botticino-Brescia, alla pietra di Trani). E tra l'altro, a governare un settore così importante e delicato per gli impatti ambientali è a livello nazionale tuttora un Regio Decreto del 1927, con indicazioni chiaramente improntate a un approccio allo sviluppo dell’attività oggi datato. Inoltre in molte regioni, a cui sono stati trasferiti i poteri in materia nel 1977, si riscontrano rilevanti problemi per un quadro normativo inadeguato, una pianificazione incompleta e assenza di controlli sulla gestione delle attività estrattive.Via LegambienteQui trovi il rapporto cave 2014 completo E qui i Capitolati Recycle

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 29, 2014 at 03:55PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Carlo Petrini presenta i Kachupa il 1° maggio a Roma che suoneranno "Siamo Tutti... Carlo Petrini presenta i Kachupa il 1° maggio a Roma che suoneranno "Siamo Tutti Africani" l'inno ufficiale di Terra Madre 2014. A presentarli sul palco ci sarà proprio Carlo Petrini! Ascoltatevi e godetevi il video!http://goo.gl/n5wpbMSIAMO TUTTI AFRICANI - KACHUPA [OFFICIAL VIDEO] Video by INTANTOVERSA. Youtube: http://ift.tt/1tYWy7N Web: www.kachupa.com Facebook: http://ift.tt/1rIMU7j Twitter: www.twitter.com/kach... http://ift.tt/1rIMVYN

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 29, 2014 at 12:51PM

Slow Food Condotta del Tortonese

La mano del produttore di bollicine prevale sempre sul territorio di provenienza... La mano del produttore di bollicine prevale sempre sul territorio di provenienza delle uve? E cosa accade quando si utilizzano i vitigni autoctoni in spumantizzazione? È diverso? Qual è la vostra opinione?Quando le bollicine prevalgono sul territorio - 2 - Slowine www.slowfood.it Qualche mese fa avevo scritto un post dal titolo “Quando le bollicine prevalgono sul territorio” – leggi qui – nel … Continua http://ift.tt/QTGZz8

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 29, 2014 at 10:37AM

Slow Food Condotta del Tortonese

"Che dire … viva i “Secondi” anche se non saranno mai primi!" di Gianluca Pepe "Che dire … viva i “Secondi” anche se non saranno mai primi!" di Gianluca PepeIl Secondo di Pacina 2012, Pacina - Slowine www.slowfood.it GLUCK – La bottiglia della sera Questa rubrica ospita il breve racconto/resoconto di una bottiglia di vino bevuta la sera … Continua http://ift.tt/1m5sZMa

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 29, 2014 at 10:37AM

lunedì 28 aprile 2014

Slow Food Condotta del Tortonese

Un gran bell'azienda che negli ultimi anni ha compiuto passi da gigante in fatto... Un gran bell'azienda che negli ultimi anni ha compiuto passi da gigante in fatto di qualità e da poco ha anche intrapreso un programma di conversione bio dei suoi vigneti più prestigiosi. Ve la raccontiamo qui, in 60 secondi!La Cantina della Settimana: Umani Ronchi - Slowine www.slowfood.it VITA - Massimo Bernetti ha gettato le fondamenta, il figlio Michele è “l’architetto” che ha realizzato questa struttura giovane, dinamica e … Continua http://ift.tt/1mRpv1e

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 28, 2014 at 05:20PM

Slow Food Condotta del Tortonese

http://ift.tt/1nV6afy

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 28, 2014 at 11:56AM

Slow Food Condotta del Tortonese

Può esistere un mondo più giusto, più pulito e più felice? Luis Sepúlveda e Carl... Può esistere un mondo più giusto, più pulito e più felice? Luis Sepúlveda e Carlo Petrini si incontrano e nel nuovo loro libro (in edicola dal 30 aprile) ci raccontalno la loro idea di felicità e di giustizia. Ecco un estratto in anteprima...E qual la vostra #ideadifelicità? http://goo.gl/1XvMgATimeline Photos Può esistere un mondo più giusto, più pulito e più felice? Luis Sepúlveda e Carlo Petrini si incontrano. Leggi un estratto in anteprima e raccontaci la tua idea di felicità: http://bit.ly/1tGjGHV http://ift.tt/1nV69Z5

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 28, 2014 at 11:55AM

Slow Food Condotta del Tortonese

"Questo autoctono ha stoffa e morbidezza in abbondanza, lo si capisce dal primo... "Questo autoctono ha stoffa e morbidezza in abbondanza, lo si capisce dal primo sorso. Vino schietto, pieno e gustoso; supera questa ardua prova con tenacia incoraggiato dal sapore dolce dell’erba." Di Savio del BiancoCollio Friulano 2011, Sturm - Slowine www.slowfood.it GLUCK – La bottiglia della sera Questa rubrica ospita il breve racconto/resoconto di una bottiglia di vino bevuta la sera … Continua http://ift.tt/QOLVoX

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 28, 2014 at 11:06AM

Slow Food Condotta del Tortonese

Jasper Morris, Master of Wine e autore di Inside Burgundy, esclude la presenza d... Jasper Morris, Master of Wine e autore di Inside Burgundy, esclude la presenza dell’uomo nella definizione di terroir, concetto meramente fisico e geografico almeno secondo l’idea dell’autore ... una riflessione di Fabio PracchiaTerroir: con o senza uomo ? - Slowine www.slowfood.it Jasper Morris, Master of Wine e autore di Inside Burgundy, denso e voluminoso volume sulla Borgogna poggiante sulla mia scrivania, … Continua http://ift.tt/1isWvrh

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 28, 2014 at 09:22AM

giovedì 24 aprile 2014

Slow Food Condotta del Tortonese

Manifestazione "Gorgonzola show" a Tortona il 26 e 27 Aprile: sarebbe stato sicuramente più indicato il Montebore Show. Si continua a non lavorare per la promozione dei prodotti del nostro territorio !

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 24, 2014 at 10:24PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Avete già fatto programmi per questo fine settimana? No? E allora prendete spun... Avete già fatto programmi per questo fine settimana? No? E allora prendete spunto dal nostro #sloweekend!Sloweekend della Liberazione | Slow Food - Buono, Pulito e Giusto. www.slowfood.it Un altro lungo #sloweekend ci attende. Tantissimi gli eventi in tutta Italia, anche per questo 25 aprile che si prospetta incerto dal punto di vista meteorologico. Ci sarà il sole oppure no? Speriamo bene! http://ift.tt/1iiN6T2

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 24, 2014 at 06:07PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | Sloweekend della Liberazione http://ift.tt/1iRgh4l ----------------------------------------- Un altro lungo #sloweekend ci attende. Tantissimi gli eventi in tutta Italia, anche per questo 25 aprile che si prospetta incerto dal punto di vista meteorologico. Ci sarà il sole oppure no? Speriamo bene! Campania È iniziata ieri, e proseguirà fino a domenica 27 aprile, la Fiera della Salsiccia di Castelpoto. Una divertentissima 4 giorni a base di musica popolare e cibo, dove ovviamente protagonista assoluta sarà la salsiccia Rossa di Castelpoto, Presidio Slow Food del Sannio, prodotto dalle straordinarie caratteristiche organolettiche, favorite dalla situazione climatica, dalla qualità delle carni e dalle ricette, segretissime. Per informazioni visitate il sito: http://ift.tt/1iRgh4t Molti gli appuntamenti in programma a Benevento, dove il 25 aprile inaugura il Forum Universale delle Culture. Segnatevi in agenda il Laboratorio del Gusto sul tema”I buoni frutti della Dieta Mediterranea: l’olivo”, domenica 27 alle ore 10 e controllate tutti gli altri eventi organizzati da Slow Food Campania su http://ift.tt/1iiLyZc Trentino Alto Adige Dal 25 al 27 Aprile a Rovereto si svolgerà NaturaMenteVino. L’evento, promosso anche da Slow Food Trentino Alto Adige ospita tantissime produzioni selezionate tra le eccellenze di Aziende ecosostenibili e le propone nel corso di degustazioni, laboratori e momenti enoculturali. L\'ingresso per i soci Slow Food è 10€ anziché 15€: è sufficiente presentare alle biglietterie la tessera in corso di validità. Per informazioni visitate il sito http://www.aspargus.it/ Val D’Aosta A Donnas è in previsione una manifestazione dedicata ai segreti dell’orto, si parte sabato 26 alle 20.30 con un incontro sul tema “Quando la passione e la tradizione si incontrano”. Domenica 27 invece si comincia alle 9.30 con mercatini e attività didattiche; dalle 16.30 in programma una serie di Laboratori del Gusto organizzati dalla condotta regionale di Slow Food. Si parte con qualche stuzzichino per continuare con piatti più strutturati, il tutto ovviamente a base di prodotti dell’orto, dove non mancheranno le sorprese. Il costo dell’esperienza è di 20 euro, l’iscrizione è obbligatoria e i posti sono limitati. Potete prenotarvi telefonando al 329-7508769 (Yves Grange) oppure al 329-2156662, le iscrizioni sono aperte fino a esaurimento. Veneto Dal 25 al 27 aprile si svolgerà Festival Aspargus 2014, un viaggio nel mondo dell\'asparago. I produttori dell\'Asparago di Verona, dell\'Asparago Piacentino, dell\'Asparago di Santena delle terre di Pianalto e dell\'Asparago di Albenga, fanno squadra tra di loro per promuovere e valorizzare questi preziosi ortaggi così come tutte le altre eccellenze del territorio. Un percorso di sapori fatto anche di vini, formaggi, olio, pasta e riso, salumi e tante altre eccellenze gastronomiche italiane che meritano di essere conosciute e valorizzate. L’ingresso è gratuito, le degustazioni a pagamento, per informazioni scrivete a info@verona-italy.it o chiamate 045 7170455. Piemonte Slow Food tra i protagonisti della fiera di domenica 27 a Nizza Monferrato, parte del progetto Cantine a Nordovest: questa settimana è la volta di Giro Nizza, un’intera giornata dedicata al Nizza, il vino 100% Barbera che presto otterrà la Docg. Presenti 22 cantine della zona, da scoprire attraverso un tour per le colline. Oltre ai vini in degustazione, le diverse cantine offriranno anche una specialità gastronomica tipica. Le iscrizioni sono aperte dalle 10 alle 12, le cantine saranno visitabili fino alle 19. Il costo della giornata è di 20 euro per i soci Slow Food, 30 per i non tesserati. Per info: http://ift.tt/1iiLyZj Lunedì 28 aprile, leggermente fuori dal week end, un appuntamento da segnalare perché importante, da Eataly a Torino. Alle 19.30 in sala Puntemes si svolgerà il primo di tre incontri gratuiti sul rapporto tra cibo e salute. Il primo è rivolto ai genitori e ai futuri genitori sulla salute dei bambini e delle bambine, e su come proteggerla in modo slow. Silvana Quadrino, psicologa e psicoterapeuta famigliare, uno degli autori del libro Slow Medicine: perché una medicina sobria rispettosa e giusta è possibile, discuterà con i genitori e con Alessandra Palmero dell’Associazione Culturale Pediatri di scelte sagge e di cure appropriate dalla nascita all’adolescenza. A Cura di Daniela Traverso Credits: Google Immagini

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 24, 2014 at 05:59PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | Francia: approvati al senato 7 emendamenti che potrebbero rivoluzionare il mondo agricolo http://ift.tt/1mIxyzU ----------------------------------------- Come dire… la Francia arriva sempre prima. È di questi giorni la notizia di 7 importanti novità introdotte dal senato francese per quanto riguarda la legge per il Futuro agricolo. I senatori hanno approvato in prima lettura il progetto di legge sostenuto dal ministro dell’Agricoltura Stephane Le Foll. L’obiettivo è rendere l’agricoltura francese più competitiva ma anche più attenta all’ambiente. Nei giorni scorsi abbiamo parlato di Giornata della Terra, di tutte le urgenze e la necessità di cambiare rotta per recuperare il rapporto con la nostra Terra Madre. Proprio in quest’ambito si collocano perfettamente questi emendamenti introdotti in Francia, che sono assolutamente strutturali, sistemici e spie di un embrionale, ma al tempo stesso forte, cambiamento del ragionare globale. Non cantiamo vittoria, adesso spetta all’Assemblea nazionale approvarli definitivamente, ma siamo ottimisti. Nel caso in cui fossero approvati in via definitiva, sarebbero un ottimo precedente e un grandissimo esempio per tutti gli stati membri dell’Unione Europea, ma anche per tutti gli stati in generale. Questi emendamenti sono considerati “rivoluzionari” proprio perché riguardano una concezione di agricoltura diversa, da un lato più legata alla tradizione precedente l’agricoltura intensiva, ma dall’altro sanciscono un approccio innovativo. Gli emendamenti riguardano una forte limitazione dell’utilizzo di prodotti fitosanitari; le api diventeranno un vero e proprio indicatore biologico, cioè la loro presenza o meno nei campi sarà indicatore reale e scientifico della quantità di prodotti fitosanitari di un campo; il vino, la vigna e i territori a essi collegati diventeranno patrimonio culturale, gastronomico e paesaggistico nazionale; verrà creato un Istituto Agronomico Veterinario e Forestale di Francia per strutturare l’insegnamento agricolo; verranno creati dei gruppi di interesse economico e ambientale con il compito di incentivare la creazione di gruppi di agricoltori impegnati nell’agroecologia. È stato introdotto anche un emendamento che sicuramente farà discutere più di altri, cioè la possibilità per un allevatore di abbattere i lupi, che sono effettivamente un problema per molte aziende, soprattutto se piccole. In moltissimi non saranno d’accordo, ma la legge regolamenta questa possibilità, quindi l’allevatore potrà abbattere i lupi solo in determinati periodi dell’anno e solo nella zona limitata al suo comune di appartenenza. In linea di massima le novità in Francia sono queste, noi siamo sostanzialmente favorevoli a un’agricoltura finalmente più attenta all’ambiente, voi che cosa ne pensate? Daniela Traverso d.traverso@slowfood.it Fonte Agrapress Credits: Google Immagini

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 24, 2014 at 04:53PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Il Tar del Lazio ha bocciato il ricorso contro il decreto interministeriale che... Il Tar del Lazio ha bocciato il ricorso contro il decreto interministeriale che vieta su tutto il territorio nazionale la semina di mais GM Mon810. E noi gioiamo!!! :) CIBO OGM? NO GRAZIE!http://ift.tt/1iQJWKW http://ift.tt/1gTK9ZC

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 24, 2014 at 04:07PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Cantine a Nord Ovest fa tappa a Nizza Monferrato il 27 aprile, nel frattempo noi... Cantine a Nord Ovest fa tappa a Nizza Monferrato il 27 aprile, nel frattempo noi vi raccontiamo quello che una Barbera può fare!!!Chi l'ha detto che la Barbera non invecchia alla grande? - Slowine www.slowfood.it La settimana scorsa in Banca del Vino a Pollenzo si è tenuta una magnifica degustazione. Occasione che ancora una volta … Continua http://ift.tt/1l772Oh

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 24, 2014 at 03:49PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Il recupero dei piatti antichi non si può limitare a una questione nostalgica. I... Il recupero dei piatti antichi non si può limitare a una questione nostalgica. Il recupero delle tradizioni è una pratica utile per vivere meglio in futuro. Voi che ne dite?Non è solo nostalgia, c’è in ballo il domani | Slow Food - Buono, Pulito e Giusto. www.slowfood.it Riscoprire vecchie ricette e antiche produzioni: questa sembra pian piano essere diventata la attività di tendenza di questi ultimi tempi. Sempre più spesso emergono studi o ricettari che riportano in auge preparazioni ormai scomparse, con materie prime e prodotti minacciati dall’attuale sistema ali… http://ift.tt/1iPOQrz

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 24, 2014 at 12:25PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Terza e ultima puntata della Trilogia di Brett: una volta apprese le modalità co... Terza e ultima puntata della Trilogia di Brett: una volta apprese le modalità con le quali si origina e si manifesta rimane da capire cosa si può fare per combatterlo ...Trilogia di Brett: 3 - come si combatte - Slowine www.slowfood.it Terza puntata della trilogia – leggi qui e poi qui le due puntate precedenti – che ci consente di ringraziare … Continua http://ift.tt/1gT6E12

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 24, 2014 at 11:35AM

Slow Food Condotta del Tortonese

Un vino ricco e delicato per un piatto ricco e delicato: succoso il vino, succul... Un vino ricco e delicato per un piatto ricco e delicato: succoso il vino, succulento il piatto.Offida Pecorino Villa Angela 2012, Velenosi - Slowine www.slowfood.it GLUCK – La bottiglia della sera Questa rubrica ospita il breve racconto/resoconto di una bottiglia di vino bevuta la sera … Continua http://ift.tt/1gSRitk

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 24, 2014 at 09:17AM

mercoledì 23 aprile 2014

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | Vogliamo bene alla nostra Terra: impariamo a gestire gli sprechi http://ift.tt/1pq8Ztp ----------------------------------------- Ieri era la Giornata della Terra e tra i concetti principali emersi c’è la necessità di modificare il nostro modo di vivere, di consumare; insomma, di cambiare partendo dai piccoli e più semplici gesti quotidiani, come dividere la spazzatura, scegliere che cosa avere nel piatto in base alla stagione, al territorio e alla disponibilità del mercato, passando per una gestione intelligente degli sprechi, in ogni ambito, sia energetico che alimentare. Se parliamo di sprechi alimentari i dati emersi sono sconcertanti, secondo le Nazioni Unite un terzo di tutto il cibo prodotto non viene consumato, la quantità sarebbe all’incirca 1 miliardo e 300 milioni di tonnellate all'anno. Negli Stati Uniti, ogni anno, viene buttato via il 40% del cibo. Secondo l’ONU questa quantità di cibo sprecata sarebbe da sola sufficiente a sfamare tutti i poveri del pianeta. A questa situazione veramente paradossale va aggiunto il fatto che tale spreco di cibo genera miliardi di gas nocivi, che inquinano l’atmosfera al pari delle produzioni degli stati più industrializzati. Una volta presa coscienza della situazione, qualche provvedimento è stato attuato, almeno nel mondo anglosassone. In occasione della Giornata della Terra sono stati pubblicati, nell’edizione internazionale del New York Times, i risultati delle numerose campagne lanciate dal palazzo di vetro e da altre organizzazioni. A quanto sembra dai dati statistici qualcosa comincia a cambiare. Il Regno Unito, nonostante i continui sprechi, dal 2007 a oggi ha ridotto del 21% i suoi rifiuti alimentari. La Tesco, la più grande catena di supermercati britannica, ha ridotto i suoi sprechi e a oggi manda al macero solo lo 0,87% dei suoi prodotti. E in Italia com’è la situazione? Si sta facendo qualcosa per la gestione sostenibile degli sprechi alimentari? In Italia la situazione guarda caso è confusa. Perché? Perché ancora non sono stati attuati veri e propri piani anti-spreco nazionali e, soprattutto, perché la legge vieta la donazione di cibo, il cibo avanzato viene considerato un rifiuto e quindi va smaltito. Il caso di spreco più scandaloso nel nostro paese riguarda uno degli alimenti base: il pane. Ogni giorno vengono prodotti in Italia 72.000 tonnellate di pane e ne vengono buttati via 13.000 quintali. Spiega Claudio Conti, presidente di Assipan, che il problema nasce soprattutto dalla grande distribuzione: «I colleghi hanno iniziato a dire sì ai supermercati e a produrre come gli veniva chiesto. I supermercati vogliono avere gli scaffali pieni fino all’ultimo minuto prima della chiusura, l’avanzo viene reso al panificatore, il quale si prende la responsabilità dello smaltimento, che non viene pagato. Ogni giorno circa il 25% del pane prodotto viene buttato». Nello specifico, la circolare del ministero della Salute del 20 marzo 2003 impone al produttore stesso lo smaltimento dell’invenduto. Basta un semplice ragionamento per capire come potrà essere gestita la situazione degli sprechi. Slow Food porta avanti da sempre il discorso sullo spreco, dando suggerimenti su come nutrirsi in modo sostenibile e su come evitare di sprecare. In merito all’argomento dello spreco alimentare vi suggeriamo di scaricare la guida Il nostro spreco quotidiano, proviamo a fare noi quello che spesso le istituzioni ancora ignorano.

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 23, 2014 at 12:45PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Vogliamo bene alla nostra Terra? Allora non sprechiamo e non sporchiamola, no?! Vogliamo bene alla nostra Terra? Allora non sprechiamo e non sporchiamola, no?!Vogliamo bene alla nostra Terra: impariamo a gestire gli sprechi | Slow Food - Buono, Pulito e... www.slowfood.it Ieri era la Giornata della Terra e tra i concetti principali emersi c’è la necessità di modificare il nostro modo di vivere, di consumare; insomma, di cambiare partendo dai piccoli e più semplici gesti quotidiani, come dividere la spazzatura, scegliere che cosa avere nel piatto in base alla stagione… http://ift.tt/1foCO3T

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 23, 2014 at 12:35PM

Slow Food Condotta del Tortonese

La seconda puntata della trilogia: come si manifesta il Brett. Domani, crediamo,... La seconda puntata della trilogia: come si manifesta il Brett. Domani, crediamo, per la parte più interessante: cosa si potrebbe fare per combattere l’insorgenza del Brett e per limitare l’espressione olfattiva del 4-etilfenolo ...Trilogia di Brett: 2 - come si manifesta - Slowine www.slowfood.it Dopo aver visto come si origina – leggi qui – proviamo a capire come si manifesta il Brett. Ovviamente il … Continua http://ift.tt/1hnJ3ot

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 23, 2014 at 11:35AM

martedì 22 aprile 2014

Slow Food Condotta del Tortonese

L’azienda di Luca Attanasio rappresenta un caposaldo della tradizione del Primit... L’azienda di Luca Attanasio rappresenta un caposaldo della tradizione del Primitivo di Manduria, Secco o Dolce naturale che sia, interpretato in chiave moderna.Primitivo Rosato 2013, Attanasio - Slowine www.slowfood.it GLUCK – La bottiglia della sera Questa rubrica ospita il breve racconto/resoconto di una bottiglia di vino bevuta la sera … Continua http://ift.tt/1nm67vG

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 22, 2014 at 05:06PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | Giornata della Terra 2014: Io ci tengo http://ift.tt/1mu95f9 ----------------------------------------- Io ci tengo è lo slogan della Giornata della Terra 2014, quest’anno dedicata al tram e alle città verdi. In una giornata come quella di oggi è necessario fare nuove riflessioni, e autocritiche, sull’approccio di scienza, politica e informazione nei confronti del problema del cambiamento climatico. In sostanza: a cosa è servito l’allarmismo degli anni passati? Non sarebbe meglio proporre più messaggi positivi e soluzioni alternative concrete? L’autocritica arriva da una fonte autorevole quale l‘The Earth Institute, presso la Columbia University di New York, il più grande centro studi internazionale dedicato al clima, all’ambiente, all’energia. Dal punto di vista politico la situazione è ferma ormai da diversi anni, visto che un secondo atto del protocollo di Kyoto è stato abbandonato sul nascere perché boicottato da Cina e India. La nuova autocritica deve quindi necessariamente coinvolgere tutto il mondo dell’ambientalismo. La strategia che puntava a spaventare per chiedere sacrifici e cambiare non ha funzionato, è evidente; oggi è necessario rivoluzionare le coscienze, proporre soluzioni diverse, fattibili. In questi anni è nata una nuova consapevolezza, che è quella di voler fornire alla popolazione alternative concrete, suggerire comportamenti e azioni che possano nell’immediato creare atteggiamenti positivi; diciamo alle persone che cosa sarebbe bene fare per migliorare oggi la situazione di tutti. Bisogna educare, proporre nuovi stili di vita, nuove soluzioni abitative, magari il riutilizzo di edifici già esistenti per limitare la cementificazione. La strategia della paura non solo non ha funzionato, ma l’allarmismo è sempre stato percepito, in linea di massima, come una serie di problematiche che avverranno in futuro, quale futuro non si sa, ma in futuro; perciò quasi nessuno, se non pochissime realtà molto circoscritte, si è mai mosso e comportato per educare al cambiamento dei piccoli gesti quotidiani di tutti, che è poi la vera economia. Probabilmente non c’era l’interesse. A stimolare queste nuove riflessioni su una strategia positiva sono stati in primis due fattori: da un lato l’inquinamento che sta creando tantissime nuove malattie, dall’altro le risorse che si stanno esaurendo. Quindi? Che fare? Il messaggio positivo che più dovrebbe trapelare è al tempo stesso un nuovo punto di vista, cioè che l’energia pulita fa bene anche all’economia, quindi per “crescere” dovremmo cambiare sistema economico. Le soluzioni da proporre in una nuova strategia positiva sono potenzialmente tantissime, e ciò che più potrebbe aiutare a portarla avanti è un utilizzo intelligente e lungimirante delle conquiste tecnologiche, che sono molte. Nel campo dell’energia rinnovabile sta avvenendo la stessa rivoluzione che abbiamo vissuto con computer e telefonini, tutto sempre più piccolo, sofisticato e funzionale. Un'altra necessità importante per modificare la situazione attuale è il ridimensionamento del culto della crescita. Se le risorse si stanno esaurendo, non sarà bene fermarsi a riflettere un attimo e capire se ha senso continuare a consumare com’è stato fatto fino ad oggi? Il direttore esecutivo del The Earth Institute, Steve Cohen, è convinto che sviluppare le rinnovabili sia al tempo stesso buono per l’ambiente, per le tasche dei consumatori, per la competitività delle imprese e anche per l’occupazione. Noi aggiungiamo che dovremmo pensare alla Terra ogni volta facciamo la spesa, scegliamo cosa acquistare e sprechiamo le risorse. Voi che cosa ne pensate? A questo proposito, scaricate le Guide al consumo responsabile di Slow Food, con preziosi consigli per una dieta amica del clima, per scegliere i pesci sostenibili e sprecare di meno. Daniela Traverso d.traverso@slowfood.it Fonti La Repubblica Corriere della Sera Crediti: Google immagini

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 22, 2014 at 01:40PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Oggi è la Giornata della Terra. Una giornata di sana autocritica! Voi cosa ne pe... Oggi è la Giornata della Terra. Una giornata di sana autocritica! Voi cosa ne pensate?Giornata della Terra 2014: Io ci tengo | Slow Food - Buono, Pulito e Giusto. www.slowfood.it “Io ci tengo è lo slogan” della Giornata della Terra 2014, quest’anno dedicata al tram e alle città verdi. In una giornata come quella di oggi è necessario fare nuove riflessioni, e autocritiche, sull’approccio di scienza, politica e informazione nei confronti del problema del cambiamento climatico.… http://ift.tt/1hb6SUS

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 22, 2014 at 01:11PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Domani degustazione presso Tenuta Montelaura per assaggiare i Bianchi della cost... Domani degustazione presso Tenuta Montelaura per assaggiare i Bianchi della costa Campana, che saranno le NUOVE FRONTIERE di Slow Wine Magazine 2. Per scaricare la prima copia: http://ift.tt/1hIEIQM. Fatelo. È gratis!Mobile Uploads http://ift.tt/1fjl36d

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 22, 2014 at 11:51AM

Slow Food Condotta del Tortonese

La prima puntata della Trilogia di Brett: non è un trattato scientifico ma piutt... La prima puntata della Trilogia di Brett: non è un trattato scientifico ma piuttosto un breve racconto divulgativo su come si origina, come si manifesta e come si combatte questo “strano soggetto”, responsabile di uno dei principali difetti del vinoTrilogia di Brett: 1 - come si origina - Slowine www.slowfood.it Qualche giorno fa – leggi qui – abbiamo annunciato questa trilogia sul Brettanomyces (comunemente abbreviato in Brett), che consideriamo uno … Continua http://ift.tt/1lxZum4

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 22, 2014 at 09:50AM

domenica 20 aprile 2014

venerdì 18 aprile 2014

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | Natale con i tuoi, Pasqua con... Slow Food! http://ift.tt/1jQZduN ----------------------------------------- Questo #sloweekend ci piace molto perché durerà tantissimo!!! E per augurarvi buona Pasqua e buone vacanze vi diamo appuntamento lungo tutto lo Stivale con le nostre Condotte!LombardiaSabato 19, domani insomma, si terrà l’edizione pasquale del Mercato della Terra di Milano, alla Fabbrica del Vapore, via Procaccini 4, con i colori i profumi e i sapori della festa e della primavera. Ortaggi di stagione, pane a lievito madre, dolci pasquali, formaggi a latte crudo, salumi di cascina, uova. Inizia la stagione degli asparagi: in questa edizione ci saranno gli asparagi bianchi di Cantello e quello violetto di Albenga, Presìdio Slow Food. Tornano due Presìdi Slow Food dalle Prealpi bergamasche: l’Agrì di Val Torta e lo stracchino all’antica delle Valli Orobiche. Non mancheranno la sardina essiccata del Lago d’Iseo (Presìdio Slow Food), la comunità del cibo del farro monococco della bassa bresciana e dall’Etiopia il caffè selvatico della foresta di Harenna. Ed ecco gli appuntamenti a cura di Slow Food Milano: Ore 10:30 - Autoproduzione di Colomba Pasquale: ricetta e consigli, con Massimo Grazioli. Ore 11:30 – “Cuciniamo con i fiori”:, ricette a base di erbe selvatiche e fiori di stagione, con Giancarlo Colombo, dell’az. Agr. I Giardineè di Missaglia. Ore 12:30 – Consorzio I.G.T. Terre Lariane: presentazione e degustazione dei vini brianzoli. Presso lo stand Slow Food vi aspettano i membri della condotta di Milano per fare due chiacchiere, darvi informazioni e festeggiare insieme. Come sempre sarà possibile iscriversi all’associazione e ricevere materiale sul nostro movimento. Inoltre, come sempre, non mancheranno gli spazi conviviali per gustare i prodotti del Mercato della Terra. Sarà presente con propri piatti “L’osteria del Mercato” a cura di “Cascina Caremma” e “Galbusera Bianca”. Per informazioni: http://ift.tt/1avnznj – http://ift.tt/1ctwb4bPugliaLaboratorio del Gusto Olio in terra di uliveto Al via un ciclo di appuntamenti curati Slow Food, Condotta delle Murge. Ospite l'Enoteca con Cucina della Famiglia Fieschi di Altamura. Con l’aiuto di esperti docenti e con la testimonianza dei produttori imparerete a riconoscere le qualità e le peculiarità proprie dell’olio di oliva pugliese. L’incontro dal titolo L’extravergine; cultivar e loro differenze; tecniche di estrazione; esame sensoriale e gastronomia è in programma il 23 aprile. Al termine della lezione saranno servite tre pietanze preparate con olii da cultivar autoctone. Info e prenotazioni: Popchef e sommelier Fieschi Francesco 339 5025806 Costo per la partecipazione: € 15 per i soci Slow Food e per chi si iscrive in sala; € 25 per i non soci. Il 24 aprile invece vi invitiamo a partecipare a Agricoltura 2.0: Istruzioni per il futuro. Appuntamento alle 11.30, presso Sala convegni 720a Fiera San Giorgio, Gravinia in Puglia. Per maggiori info cliccate quiToscanaUna giornata alla scoperta dei tesori della Montagnola SeneseUna gita nel cuore della Montagnola senese, a 500 m. di altezza, in una zona incredibilmente intatta, dove si erge il Castello di Celsa, tra boschi di lecci e di castagni. Appuntamento sabato prossimo (26 aprile) in realtà, ma ve ne diamo notizia considerato il lungo ponte che vi auguriamo possiate già iniziare sta sera! Prima tappa al castello di Celsa, e poi pranzo al vicino agriturismo Taverna. Dopo pranzo, passeggiata nel bosco fino al Romitorio e dove ammirare dall’alto la Scala Santa, e sullo sfondo la bellezza della villa del Cetinale. Grazie alla generosità dei produttori e del comune di Sovicille, il costo della giornata per i soci Slow Food Siena sarà solo di 30 €, comprensivo della visita al castello. Per motivi logistici la partecipazione è limitata a 30 posti, per cui vi chiediamo di iscrivervi per tempo e, nel caso qualche iscritto dovesse rinunciare, è pregato di comunicarlo tempestivamente in modo da dare la possibilità ad altri di partecipare. Per avere maggiori info (come per esempio il menù) cliccate qui e per prenotare sentite Giuseppe Pollio (gpollio@libero.it o 3472515832)VenetoLa porchetta trevigiana sfida l'ariccia romanaDopo la disfida fra mozzarelle del 13 settembre 2013, quella fra sopresse del 29 novembre 2013 e Birra e formaggi del 1 marzo 2014, Slow Food Rete Giovani Treviso presenta un’altra iniziativa: Porchetta e birra. Aperitivo Slow Food. La porchetta trevigiana sfida l\'ariccia romana. Giovedì 24 aprile, dalle 19 fino alle 21.30, presso il Ristorante Odeon Colonna di Treviso, in vicolo Rinaldi, i presenti potranno degustare le due porchette abbinate a birra del Birrificio Tempesta. Contributo per la degustazione € 6 per i soci Slow Food, € 8 per i non soci, € 10 comprensivi di iscrizione a Slow Food per gli under 30. Salute! A cura di Michela Marchi m.marchi@slowfood.it

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 18, 2014 at 06:50PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Natale con i tuoi… Pasqua con Slow Food! #sloweekend #finesettimana #machebeipon... Natale con i tuoi… Pasqua con Slow Food! #sloweekend #finesettimana #machebeiponti http://goo.gl/XiZxZl http://ift.tt/1iwVjrr

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 18, 2014 at 05:25PM

Slow Food Condotta del Tortonese

I segreti dello Chef Salvatore Toscano (osteria Mangiando Mangiando - Greve in... I segreti dello Chef Salvatore Toscano (osteria Mangiando Mangiando - Greve in Chianti), tra i collaboratori della scuola di cucina dell'UniSG - Università degli Studi di Scienze GastronomicheTimeline Photos Qual è il segreto per una ribollita perfetta? L’abbiamo chiesto a Salvatore Toscano (osteria Mangiando Mangiando - Greve in Chianti), uno degli osti che collaborano con la nostra Scuola di Cucina http://goo.gl/aWaiOZ "Il segreto per un’ottima ribollita? In tanti penserete essere la ricchezza e la varietà di verdure. Ma il trucco per leccarsi baffi e piatto è metterci tanti fagioli e tanto, tantissimo cavolo nero raccolto dopo la prima gelata di novembre!" Salvatore Toscano Un tempo la minestra di verdure era preparata in abbondanza in modo che avanzasse e si potesse aggiungere il pane. La ribollita nasce solo al terzo passaggio, quando il giorno dopo si fa ribollire tutto. Il pane deve essere toscano e non può essere pane fresco del giorno perché diventerebbe troppo morbida e liquida, mentre la ribollita deve essere compatta e tanto da rimanere sul cucchiaio. — with \u003Ca href="http://ift.tt/1ldBiK0; data-ft="{"tn":";"}" data-hovercard="/ajax/hovercard/user.php?id=1653820308&extragetparams=%7B%22directed_target_id%22%3Anull%7D">Salvatore Toscano\u003C/a>. http://ift.tt/1qUjUc8

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 18, 2014 at 04:40PM

Slow Food Condotta del Tortonese

E come nel nostro stile, vi auguriamo buona Pasqua con la nostra proposta gastro... E come nel nostro stile, vi auguriamo buona Pasqua con la nostra proposta gastronomica per il banchetto di questi giorni di festa. Tante idee insolite e sfiziose che mettono tutti d'accordo, ispirate al nostro nuovo ricettario A tavola senza glutine http://goo.gl/NIZTvE http://ift.tt/1i1xbs8

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 18, 2014 at 12:53PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Un filosofia comune, un disegno unitario, due guide sorelle. Ma anche due prodot... Un filosofia comune, un disegno unitario, due guide sorelle. Ma anche due prodotti artigiani e contadini, questa settimana ci ha insegnato tante cose.Peace and love: scoppia l'amore tra birra e vino? - Slowine www.slowfood.it Questa settimana su slowine.it ci siamo molto divertiti. Questo è indubbio. E abbiamo battuto ogni record storico di visite da … Continua http://ift.tt/1gFToNd

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 18, 2014 at 11:37AM

Slow Food Condotta del Tortonese

Una cena improvvisata, un vino primaverile: Elda di Nusserhof. Alessia Benini ci... Una cena improvvisata, un vino primaverile: Elda di Nusserhof. Alessia Benini ci propone la (sua) bottiglia della sera- GluckElda 2009, Nusserhof - Heinrich Mayr - Slowine www.slowfood.it GLUCK – La bottiglia della sera Questa rubrica ospita il breve racconto/resoconto di una bottiglia di vino bevuta la sera … Continua http://ift.tt/1ivPc6A

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 18, 2014 at 10:03AM

giovedì 17 aprile 2014

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | Paraguay: pronti per il Karú Guasú http://ift.tt/1qP74fj ----------------------------------------- Fervono in Paraguay i preparativi per il Karú Guasú (il grande pasto, in lingua guaraní), un rito gastronomico che unisce le famiglie durante il Giovedì Santo e che fra le sue componenti annovera la “sopa paraguaya”, una torta salata che di “zuppa” ha solo il nome. Per varietà e quantità, il Karú Guasú serve a preparare il corpo all’astinenza e al digiuno del Venerdì Santo, incentrato sulla “sopa” un impasto di farina di mais precotta a cui si aggiungono uova, formaggio, burro e, facoltativamente, latte o cipolla. Il risultato finale è dato dalla cottura nel forno a legna, che deve essere un “tatakuá”, il tipico forno di argilla guaraní che le conferisce il tipico sapore ancestrale. L’origine della “sopa”, presente in tutte le case e nei ristoranti tipici del paese, è affidata a molteplici interpretazioni. La più comune è che sia frutto di un errore della cuoca di Carlos Antonio López, presidente del Paraguay fra il 1844 e il 1862. Sembra infatti che la cuoca di López aggiunse un ingrediente a una zuppa liquida che la asciugò trasformandola in un preparato solido. Secondo altri, la vera origine si deve all’unione fra l’alimentazione millenaria degli indigeni Guaraníe che, con l’arrivo dei colonizzatori spagnoli, si arricchì di altri ingredienti, per lo più lattei, derivati dal bestiame che portarono in Sudamerica. Anche l’altra componente principale del Karú Guasú è frutto del sincretismo ispano- guaraní: si tratta delle “chipas”, una sorta di panini salati che possono assumere svariate forme a base di amido di manioca e formaggio, profondamente legata all’idiosincrasia paraguayana intesa come elemento della mescolanza culturale fra spagnoli e guaranì. Il terzo elemento portante del Karú Guasú è la carne, sempre presente nel menù di un paese che figura fra i primi esportatori mondiali di bovini. Carne, in questo caso, di vario tipo, a cui si uniscono anche fantasiose insalate. Il tutto a formare un piatto che mantiene profondi richiami alla vita in comunità, soprattutto nelle zone rurali, dove il Giovedì Santo i vicini di casa amano scambiarsi abbondanti porzioni di “sopa” e “chipas” nelle frequenti visite alle famiglie.Via Misna

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 17, 2014 at 05:19PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sapete che cosa è il Karú Guasú? http://goo.gl/igFbh3 Sapete che cosa è il Karú Guasú? http://goo.gl/igFbh3Paraguay: pronti per il Karú Guasú | Slow Food - Buono, Pulito e Giusto. www.slowfood.it il Karú Guasú (il grande pasto, in lingua guaraní) è un rito gastronomico che unisce le famiglie durante il Giovedì Santo e che fra le sue componenti annovera la “sopa paraguaya”, una torta salata che di “zuppa” ha solo il nome. http://ift.tt/1j6WOco

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 17, 2014 at 04:38PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Ieri i premi alle birre oggi, quelli forse più importanti ai birrifici, siete pr... Ieri i premi alle birre oggi, quelli forse più importanti ai birrifici, siete pronti?Birre d'Italia 2015: i birrifici premiati! - Slowine www.slowfood.it Dopo aver sbancato ieri con migliaia e migliaia di visite (i colleghi di Slow Wine ci hanno detto che se … Continua http://ift.tt/1qOFn6d

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 17, 2014 at 03:38PM

Slow Food Condotta del Tortonese

E adesso cosa farai da grande? http://goo.gl/4Kc65L Un'eccezionale intervista. I... E adesso cosa farai da grande? http://goo.gl/4Kc65L Un'eccezionale intervista. Il presidente uscente di Slow Food Italia, di solito poco loquace, concede un lungo colloquio all'unico intervistatore di sua fiducia: sé stesso. Ne emerge un quadro che si presta a una duplice lettura: preoccupante, per chi non riesce a spiegarsi come abbia fatto a fare il presidente per otto anni; confortante per chi già pregusta la conclusione del suo mandato e l'insediamento di un nuovo gruppo dirigente. L'intervista è tratta dall'ultimo numero di Slow, la rivista di Slow Food Slow Food Editore http://ift.tt/1hOOmDe

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 17, 2014 at 12:36PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Ieri i premi alle birre oggi, quelli forse più importanti ai birrifici, ieri 1.7... Ieri i premi alle birre oggi, quelli forse più importanti ai birrifici, ieri 1.700 like, oggi quanti saranno? Scatenatevi!Birre d'Italia 2015: i birrifici premiati! - Slowine www.slowfood.it Dopo aver sbancato ieri con migliaia e migliaia di visite (i colleghi di Slow Wine ci hanno detto che se … Continua http://ift.tt/1j5CRTe

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 17, 2014 at 12:22PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | Buste di plastica: l'Europa fissa riduzione del 50% in 3 anni http://ift.tt/1l6B7A4 ----------------------------------------- «Siamo di fronte a una svolta epocale: per la prima volta il Parlamento europeo approva una legge mirata a rendere minima la produzione di rifiuti e incentivare modelli virtuosi, riconoscendo l’elevato valore della norma italiana sugli shopper, che ha trasformato il problema del rifiuto di plastica in un’opportunità in termini di sviluppo tecnologico» Questo il commento soddisfatto Francesco Ferrante, vicepresidente di Kyoto Club, alla decisione del Parlamento europeo che ha approvato la Proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio del 4 novembre 2013 che modifica la direttiva 94/62/CE sugli imballaggi e sui rifiuti di imballaggio al fine di ridurre il consumo di borse di plastica in materiale leggero. Con questo voto l’Europa riconosce le differenze esistenti nei Paesi membri e fissa un preciso target di riduzione all’utilizzo degli shopper pari al 50% in 3 anni rispetto ai volumi immessi nel 2010 e dell’80% in 5 anni. L’Italia potrà mantenere il proprio modello, mentre i Paesi Membri potranno seguire strade diverse per il raggiungimento di questo target. Qui da noi dal 2011 il polietilene monouso è diventato fuorilegge. Questo ha provocato da un lato la sostituzione dei sacchetti in plastica con altri ecocompatibili e dall’altro, dato importante, il consumo dei \"nuovi\" sacchetti, benché fatti di bioplastica, è calato del 50% (da 180000 ton nel 2010 alle 90000 nel 2013). Quindi non solo siamo diventati più ecologici sotto il profilo dei materiali, ma anche dell’approccio. Per di più, il bando della plastica ha portato attenzione (che vuol dire ricerca, scienza, tecnologia applicata ed economia) per i materiali a base di materie prime vegetali riproducibili (a differenza del petrolio). In questo modo sono nate le plastiche derivanti dal mais e nuovi polimeri si stanno sperimentando in molte nazioni, Italia compresa. Purtroppo, come sempre, fatta la legge, sono anche nati i modi per aggirarla e c’è (in Italia) chi fa buon viso al dovere ecologico ma studia il modo di non rispettarlo integralmente. Le buste di plastica con certificazioni fantasiose, che si spacciano per compostabili ma non lo sono, non solo non migliorano le cose, ma le peggiorano: convinto che la busta si decomponga la metto nella compostiera e così inquino terra, orto e cibo! Le finte certificazioni sono il massimo tradimento del dovere della sostenibilità, e come tale meritano il biasimo dell'opinione pubblica e le dovute sanzioni da parte delle autorità (anche per la concorrenza sleale alle vere plastiche compostabili). Certe deviazioni vanno stigmatizzate socialmente e punite penalmente per proteggere il germoglio nuovo che cresce nelle coscienze. Merita fiducia e aiuto un Paese, l’Italia, in cui i cittadini si sono dimostrati più acuti e avanzati anche di certi distributori: non si sono accontentati di passare a plastiche bio, ma sono tornati alle borse da riutilizzare o ai sacchetti di carta (+ 300% per questi articoli, negli ultimi anni, secondo un'indagine Bocconi). Un segnale che fa ben sperare e che dimostra come i consumatori possano davvero cambiare il corso delle cose, quando il legislatore li indirizza con scelte oculate. «Il futuro non si può immaginare con sacchetti che vivono per secoli e nel frattempo inquinano e uccidono animali, in terra e in mare, quando non correttamente smaltiti. Abbiamo mosso i primi passi verso la sostenibilità con le plastiche (autenticamente) biodegradabili e abbiamo visto che i risultati positivi non si limitano a un cambio di materiale. È davvero il caso di continuare senza esitazioni a essere un buon esempio per l’Europa» scriveva Carlo Petrini poco più di un mese fa.

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 17, 2014 at 12:11PM

Slow Food Condotta del Tortonese

"Chiamandolo “vino base” – come si fa solitamente in gergo – non si rende giusti... "Chiamandolo “vino base” – come si fa solitamente in gergo – non si rende giustizia alla brava Marinella Camerani, che mette grande cura e impegno nella produzione di questo bel vino di carattere." Maria Grazia MelegariValpolicella Cà Fiui 2013, Corte Sant’Alda - Slowine www.slowfood.it GLUCK – La bottiglia della sera Questa rubrica ospita il breve racconto/resoconto di una bottiglia di vino bevuta la sera … Continua http://ift.tt/1qNQGLX

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 17, 2014 at 11:49AM

Slow Food Condotta del Tortonese

È in uscita la Trilogia di Brett, un racconto a puntate su uno dei principali di... È in uscita la Trilogia di Brett, un racconto a puntate su uno dei principali difetti del vino che avrà come "voce narrante" Brett, l'unico cavallo al mondo che quando suda, dopo una corsa, tende a puzzare di vino…Brett, l’unico cavallo che quando suda puzza di vino - Slowine www.slowfood.it Seguendo i corsi per diventare sommelier, o durante una delle tante degustazioni didattiche organizzate ovunque in Italia, sarà certamente capitato … Continua http://ift.tt/1irXlJd

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 17, 2014 at 10:19AM

Slow Food Condotta del Tortonese

Buongiorno! Oggi ci siamo svegliati con questo dubbio: la democrazia può legitt... Buongiorno! Oggi ci siamo svegliati con questo dubbio: la democrazia può legittimare qualcuno ad adottare scelte che interessano tutti gli altri, senza che gli elettori possano più dire la loro? A voi l'editoriale di Carlo Petrini http://goo.gl/t3OHF7Così ai cittadini viene servita una pietanza poco digeribile | Focus on | Slow Europe www.slowfood.com Il presidente di Slow Food Carlo Petrini chiede quale sarà il futuro del cibo e la libertà del consumatore con l'accordo commerciale UE-USA ... ... Le politiche europee ci riguardano. Da oltre 20 anni, Slow Food difende i piccoli produttori artigianali e sensibilizza i consumatori per creare un sist… http://ift.tt/1hOjK4F

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 17, 2014 at 09:26AM

mercoledì 16 aprile 2014

Slow Food Condotta del Tortonese

Eccolo qui, un altro progetto di grande livello nel quale abbiamo messo lo zampi... Eccolo qui, un altro progetto di grande livello nel quale abbiamo messo lo zampino, #dajeslowineUNISG - Master in Cultura del Vino Italiano www.youtube.com A dieci anni dalla sua fondazione, l'Università degli Studi di Scienze Gastronomiche lancia l'ambizioso programma del primo master in Cultura del Vino Italia... http://ift.tt/1hJBcGF

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 16, 2014 at 05:06PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Il post che stavate tutti aspettando: ecco a voi le Birre Quotidiane, le Birre S... Il post che stavate tutti aspettando: ecco a voi le Birre Quotidiane, le Birre Slow e le Grandi Birre della nuovissima edizione della nostra guida. Scopriteli subito!Guida alle Birre d'Italia 2015: ecco i riconoscimenti - Slowine www.slowfood.it Dal 30 aprile la guida Birre d’Italia 2015 sarà in libreria. Segnatevi la data perché a partire da allora potrete … Continua http://ift.tt/1qJ3d3l

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 16, 2014 at 03:41PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Ecco le Birre Quotidiane, le Birre Slow e le Grandi Birre della nuovissima edizi... Ecco le Birre Quotidiane, le Birre Slow e le Grandi Birre della nuovissima edizione della nostra guida. Scopriteli subito.Guida alle Birre d'Italia 2015: ecco i riconoscimenti - Slowine www.slowfood.it Dal 30 aprile la guida Birre d’Italia 2015 sarà in libreria. Segnatevi la data perché a partire da allora potrete … Continua http://ift.tt/1iZ17aK

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 16, 2014 at 12:35PM

Slow Food Condotta del Tortonese

5 cose che dovete assolutamente sapere sulla Quinoa http://goo.gl/YV8RS2 5 cose che dovete assolutamente sapere sulla Quinoa http://goo.gl/YV8RS2Cinque cose che dovete assolutamente sapere sulla quinoa | Slow Food - Buono, Pulito e Giusto. www.slowfood.it Lo so, con i 5 miglior ristoranti, i dieci motivi per cui, le 7 birre migliori forse stiamo esagerando. Ma la tentazione rimane sempre forte all’annuncio di un elenco. Chi di voi resiste al click? Non io oggi, e cedo a questo post del New York Times che ci elenca le cinque cose che dobbiamo assoluta… http://ift.tt/1eIeyzb

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 16, 2014 at 12:26PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Georg Meissner insegna biodinamica all’Università di Geisenheim e da qualche ann... Georg Meissner insegna biodinamica all’Università di Geisenheim e da qualche anno è consulente di Tenutae Lageder, in Alto Adige. Durante le giornate di Summa ha approntato una piccola lezione in vigna dal titolo “Percepire il tempo come spirito del paesaggio”. Il racconto di Fabio PracchiaPercepire il tempo come spirito del paesaggio - Slowine www.slowfood.it Georg Meissner insegna biodinamica all’Università di Geisenheim (eh si, in Germania la biodinamica è oggetto di studi universitari) e da … Continua http://ift.tt/1eHTxEA

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 16, 2014 at 10:25AM

Slow Food Condotta del Tortonese

"Siamo ormai prossimi alla Pasqua e a casa mia è immancabile la Pastiera della G... "Siamo ormai prossimi alla Pasqua e a casa mia è immancabile la Pastiera della Gloria. Non c’è stato il minimo dubbio sull’abbinamento, specie dopo la recente degustazione verticale a cui ho partecipato: il Prosecco Superiore Dry Primo Franco." Sante LaviolaValdobbiadene Prosecco Sup. Dry Primo Franco 2013, Nino Franco - Slowine www.slowfood.it GLUCK – La bottiglia della sera Questa rubrica ospita il breve racconto/resoconto di una bottiglia di vino bevuta la sera … Continua http://ift.tt/1gF0bde

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 16, 2014 at 09:51AM

Dove Comincia l'Appennino



via Slow Food Condotta del Tortonese http://ift.tt/1l082Gg

martedì 15 aprile 2014

Slow Food Condotta del Tortonese

Chiariamo il concetto per bene: la birretta non esiste esistono le birrette! Chiariamo il concetto per bene: la birretta non esiste esistono le birrette!Elogio della birretta... pardon della Birra Quotidiana - Slowine www.slowfood.it Ebbene sì, lo ammetto, anche io spesso la sera quando torno a casa dal lavoro – o dopo lunghe batterie … Continua http://ift.tt/1t55yrq

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 15, 2014 at 04:36PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Considerato il clima che (finalmente) si scalda, cosa c'è di più fresco, godurio... Considerato il clima che (finalmente) si scalda, cosa c'è di più fresco, godurioso, leggero e dissetante di una birretta? Per birretta non si intende una birra piccola. Birra-piccola è un ossimoro. Questo concetto tende a escludere le birre artigianali in bottiglia e a privilegiare un’onesta birra alla spina, più spesso prodotta da un grande birrificio di qualità. Come mai?l'Elogio della birretta - Slowine www.slowfood.it L’imminente uscita in libreria di Guida Birre d’Italia 2015 e il ricordo (ancora vivo) di alcune serate veronesi post-Vinitaly hanno … Continua http://ift.tt/1m50cLi

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 15, 2014 at 02:41PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | India: disastroso raccolto del cotone gm Mahyco http://ift.tt/1eJGwov ----------------------------------------- Teniamo alta l’attenzione sul dibattito Ogm che come sapete ci sta particolarmente a cuore. E mentre aspettiamo la sentenza del Tar che deve pronunciarsi sul ricorso presentato da un agricoltore friulano contro il decreto interministeriale che proibisce la semina di mais MON810, vi diamo l’ennesima notizia delle promesse mancate di queste sempenti che avrebbero dovuto risolvere tutti i problemi dell'agricoltura planeteria. Questa volta vi portiamo in India dove è in corso un’indagine per verificare come mai il raccolto di cotone gm Mahyco sia stato un disastro, tanto che al momento il Dipartimento per l’agricoltura dello Stato di Karnataka ne ha vietato la vendita. Riassumo la faccenda. Le varietà sotto accusa sono due: la MRC-7351 e la Nikkiplus. Il loro patrimonio genetico è stato manipolato in laboratorio inserendovi un frammento di patrimonio genetico del Bacillus thuringiensis, un batterio in grado di produrre sostanze insetticide. Stiamo dunque parlando di varietà di cotone Gm Bt (per approfondire l’argomento vi suggeriamo la lettura di Impatto ambientale delle piante transgeniche coltivate l’intervento di Manuela Giovannetti, Professore Ordinario di Microbiologia agraria, Preside della Facoltà di Agraria all’Università di Pisa, intervenuta al convegno “Verso Expo 2015: Nutrire il pianeta senza Ogm”, organizzato dalla Task force “Per un’Italia libera da OGM” il 5 aprile scorso. La professoressa Giovannetti ci spiega in modo più che esaustivo quali siano gli Ogm maggiormente coltivati a livello mondiale e quali siano le loro caratteristiche). Che cosa è successo? Senza fare una piega, gli insetti si stanno servendo al banchetto proposto dalle colture gm indiane, proprio quelle progettate per produrre tossine in grado di stecchirli. Il risutlato? gran parte del raccolto è andato perduto. Di che cosa parliamo esattamente? Secondo il Dipartimento per l’agricoltura di Karn nell’ultima annata agraria circa 58.000 ettari seminati a MRC-7351 e Nikkiplus hanno avuto rese inferiori al 50% rispetto alle attese, causando gravi perdite agli agricoltori che basano proprio sul cotone la propria sopravvivenza. Sul Bangalore Mirror ovviamente la Mahyco difende il suo prodotto sostendendo che il suo cotone Bt è in grado di resistere agli insetti nocivi: i campi sarebbero stati attaccati da nuovi parassiti e il raccolto disastroso sarebbe da attribuirsi alle condizioni metereologiche. Rimane il fatto che i campi sono stati attaccati da parassiti e in molte aree le piante non sono riuscite a produrre batuffoli di cotone. Aspettiamo la fine delle indagini, ma intanto non possiamo che ribadire l'inutile dannosità di queste colture. Michela Marchi m.marchi@slowfood.it Fonte: Il Jounal

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 15, 2014 at 12:44PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Come volevasi dimostrare. Un altro Ogm risulta essere completamente inutile oltr... Come volevasi dimostrare. Un altro Ogm risulta essere completamente inutile oltre che dannoso. Questa volta vi portiamo in India dove il Governo dello stato di Karnataka ha vietato la vendita di cotone gm Mahyco http://goo.gl/dPv6xo Come volevasi dimostrare. Un altro Ogm risulta essere completamente inutile oltre che dannoso. Questa volta vi portiamo in India dove il Governo dello stato di Karnataka ha vietato la vendita di cotone gm Mahyco http://goo.gl/dPv6xoIndia: disastroso raccolto del cotone gm Mahyco | Slow Food - Buono, Pulito e Giusto. www.slowfood.it Teniamo alta l’attenzione sul dibattito Ogm che come sapete ci sta particolarmente a cuore. E mentre aspettiamo la sentenza del Tar che deve pronunciarsi sul ricorso presentato da un agricoltore friulano contro il decreto interministeriale che proibisce la semina di mais MON810, vi diamo l’ennesima… http://ift.tt/1eJEu7W

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 15, 2014 at 12:36PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Cosa c'è di più fresco, godurioso, leggero e dissetante di una birretta? Per bir... Cosa c'è di più fresco, godurioso, leggero e dissetante di una birretta? Per birretta non si intende una birra piccola. Birra-piccola è un ossimoro. Questo concetto tende a escludere le birre artigianali in bottiglia e a privilegiare un’onesta birra alla spina, più spesso prodotta da un grande birrificio di qualità. Come mai?l'Elogio della birretta - Slowine www.slowfood.it L’imminente uscita in libreria di Guida Birre d’Italia 2015 e il ricordo (ancora vivo) di alcune serate veronesi post-Vinitaly hanno … Continua http://ift.tt/1iSbzQ9

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 15, 2014 at 12:36PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Si beve come un rosso, senza necessità di raffreddarlo: preso al volo dalla cant... Si beve come un rosso, senza necessità di raffreddarlo: preso al volo dalla cantina ha fatto centro! "Savio del Bianco"FCO Friulano Ris. 2010, Ronco Severo - Slowine www.slowfood.it GLUCK – La bottiglia della sera Questa rubrica ospita il breve racconto/resoconto di una bottiglia di vino bevuta la sera … Continua http://ift.tt/1t42MCR

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 15, 2014 at 11:36AM

lunedì 14 aprile 2014

Cantine a Nordovest - Slow Food Piemonte



via Slow Food Condotta del Tortonese http://ift.tt/1qAyeGF

Slow Food Condotta del Tortonese

Birre d'Italia: 102 birrifici in più rispetto al passato, 400 nuove birre, 643 l... Birre d'Italia: 102 birrifici in più rispetto al passato, 400 nuove birre, 643 locali dove comprare o bere le birre raccontate in guida. E poi… e poi tanti nuovi riconoscimentiRiconoscimenti Guida Birre.... stiamo arrivando! - Slowine www.slowfood.it Il prossimo 30 aprile la guida Birre d’Italia sarà in libreria. Un’edizione ricca di novità: 102 birrifici in più rispetto … Continua http://ift.tt/1gwtBdG

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 14, 2014 at 06:55PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Arriva il caldo, e cosa c'è di meglio che sorseggiare un Moscato d'Asti ghiaccia... Arriva il caldo, e cosa c'è di meglio che sorseggiare un Moscato d'Asti ghiacciato? Soprattutto se molto buono????La Cantina della Settimana: Paolo Saracco - Slowine www.slowfood.it VITA - Dobbiamo riconoscere a Paolo Saracco l’indubbio merito di avere creato un movimento di piccoli vignaioli legati al moscato che … Continua http://ift.tt/1gwUquK

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 14, 2014 at 06:04PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Con la presentazione di #Campolibero, il governo Renzi annuncia una serie di pro... Con la presentazione di #Campolibero, il governo Renzi annuncia una serie di proposte nel settore agricolo sulle quali è difficile non essere d’accordo. Tuttavia la complessità delle problematiche da affrontare consiglia cautela, almeno fino a quando non saranno indicati i dettagli operativi con cui verranno perseguiti gli obiettivi annunciati. Il commento Nino Pascale http://goo.gl/OY4f8Z#Campolibero ma con cautela e competenza | Slow Food - Buono, Pulito e Giusto. www.slowfood.it Con la presentazione di #Campolibero, il governo Renzi annuncia una serie di proposte nel settore agricolo sulle quali è difficile non essere d’accordo. Tuttavia la complessità delle problematiche da affrontare consiglia cautela, almeno fino a quando non saranno indicati i dettagli operativi con cui... http://ift.tt/1gwpIBQ

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 14, 2014 at 04:51PM

Slow Food Condotta del Tortonese

102 birrifici in più rispetto al passato, 400 nuove birre, 643 locali dove compr... 102 birrifici in più rispetto al passato, 400 nuove birre, 643 locali dove comprare o bere le birre raccontate in guida. E poi… e poi tanti nuovi riconoscimenti.Riconoscimenti Guida Birre.... stiamo arrivando! - Slowine www.slowfood.it Il prossimo 30 aprile la guida Birre d’Italia sarà in libreria. Un’edizione ricca di novità: 102 birrifici in più rispetto … Continua http://ift.tt/1qypLDK

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 14, 2014 at 04:51PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Chi si è perso la nostra presentazione a Verona? tantissima gente. Avete il modo... Chi si è perso la nostra presentazione a Verona? tantissima gente. Avete il modo di rifarvi grazie a Mauro Fermariello e al suo video. Non è bello… perché gli attori non lo permettono. :-)Slow Wine Magazine — Winestories www.winestories.it Quando,nel gennaio 2011, ho deciso di partire con Winestories, mi sono reso conto che mi sarebbe stata utile una guida. Sono quindi andato in libreria e, avendo un budget limitato, ho cominciato a leggermele tutte. Dopo tre ore di dubbi, http://ift.tt/1kov1rR

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 14, 2014 at 03:14PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | Lu Santo jullare Francesco: il memorabile spettacolo di Dario Fo http://ift.tt/1hEftRq ----------------------------------------- Stasera (lunedì 14 aprile) Dario Fo torna al teatro degli Arcimboldi di Milano con lo spettacolo Lu Santo Jullàre Françesco, realizzato con la collaborazione del Presidente di Slow Food Carlo Petrini.Ripercorrendo alcuni dei momenti più significativi della vita del santo - la richiesta di approvazione della Regola a Papa Innocenzo III, la predica agli uccelli, la malattia agli occhi - ma spogliandolo dal mito, ritroviamo un personaggio provocatorio, coerente, coraggioso e ironico. La storia medievale, i miti e le leggende si intrecciano all'attualità e alla storia contemporanea grazie alla maestria giullaresca di Dario Fo per quest'unica ed esclusiva data nazionale. ''intero incasso della serata (diritti d'autore compresi) sarà devoluto al progetto 10.000 orti in Africa di Slow Food, con l'obiettivo di costruire una rete di giovani che lavorano per salvare la straordinaria biodiversità dell'Africa, per valorizzare i saperi e le gastronomie tradizionali, per promuovere l'agricoltura familiare e di piccola scala. I 10.000 orti sono lo strumento concreto per realizzare questo sogno. Scarica la locandina dello spettacolo di Dario Fo!TEATRO DEGLI ARCIMBOLDIMILANO14 aprile 2014 - ore 21.00LU SANTO JULLÀRE FRANCESCOscritto e interpretato da Dario Fo assistente alla regia Fabrizio De Giovanni con la collaborazione di Jessica Borroni, Michela Casiere, Chiara Porro, Luca Vittorio Toffolon direttore di scena Maria Chiara Di Marco macchinista Eliel Ferreira produzione Compagnia Teatrale Fo Rame organizzazione Itineraria TeatroINFO E PRENOTAZIONIBiglietteria del Teatro degli Arcimboldi - Viale dell'Innovazione, 20 - Milano. Tel. 02 64 11 42 212/214, da lunedì a venerdì dalle 14.00 alle 18.00 orario continuato. Prezzi: intero 20,00 €*; ridotto Under 25/Over 65 e gruppi 15,00 €*; *prevendita 1,50 €. I biglietti sono in vendita su www.ticketone.it.

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 14, 2014 at 12:37PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Il 14 aprile del 1964, in una giornata di piena primavera di cinquantanni fa, mo... Il 14 aprile del 1964, in una giornata di piena primavera di cinquantanni fa, moriva Rachel Carson, biologa e zoologa, nonché autrice di Silent Spring, un libro bellissimo, tragico e tuttora attualissimo, che gettò le basi per la nascita del movimento ambientalista e che vi consigliamo di leggere o rileggere se lo conoscete già. Perché «Primavera silenziosa» delineava già con chiarezza la differenza tra buone e cattive pratiche in agricoltura: http://goo.gl/vFJ1st E buona settimana di primavera a tutti! http://ift.tt/1qxdaAT

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 14, 2014 at 12:20PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | Impatto ambientale delle piante transgeniche coltivate http://ift.tt/1kQqRM0 ----------------------------------------- Riprendiamo l’intervento di Manuela Giovannetti, Professore Ordinario di Microbiologia agraria, Preside della Facoltà di Agraria all’Università di Pisa, intervenuta al convegno “Verso Expo 2015: Nutrire il pianeta senza Ogm”, organizzato dalla Task force “Per un’Italia libera da OGM” il 5 aprile scorso. Trovate un estratto dell’intervento e le slide utilizzate in formato pdf. La scienza ha acquisito sempre più consapevolezza dell’impossibilità di conoscere le reazioni degli esseri viventi, soprattutto piante e animali, alle modificazioni genetiche prodotte attraverso l’uso dell’ingegneria genetica (Firn e Jones, 1999; Wolfenbarger e Phifer, 2000; Makarevitch et al., 2003). Al contrario, i mass media continuano a rappresentare l’ingegneria genetica come una tecnologia assolutamente predittiva. In realtà, l’inserimento di qualsiasi gene estraneo in un organismo può provocare reazioni imprevedibili se va a interferire con il funzionamento di vie metaboliche fondamentali e se non è opportunamente regolato nella sua espressione. I dati recenti derivati dal sequenziamento dei genomi di decine di organismi, compreso quello umano, hanno confermato che molto rimane ancora da capire riguardo alla regolazione dei geni, cioè alla loro attivazione e disattivazione in tempi e siti diversi. L’estrema semplificazione del dibattito ha generato confusione nell’utilizzazione di alcuni termini, gettando una luce negativa sulle biotecnologie e l’ingegneria genetica in particolare. In realtà le biotecnologie classiche sono utilizzate da millenni per produrre cibo (pane, formaggio, yogurt), bevande (vino, birra) e prodotti industriali (antibiotici, cortisone). Anche attraverso l’ingegneria genetica, che permette l’aggiunta di nuovi geni negli organismi viventi, si producono sostanze fondamentali per la vita di molte persone, basti pensare all’insulina umana e agli interferoni.Il dibattito vero sugli organismi geneticamente modificati (Ogm) è iniziato quando dalla coltivazione di batteri transgenici, nell’ambiente confinato delle industrie farmaceutiche, si è passati alla coltivazione di piante transgeniche in campo aperto. Per cercare di dare risposte alle domande di politici e cittadini, gli scienziati hanno valutato l’impatto ambientale delle colture transgeniche da molti punti di vista (Butler e Reichardt, 1999; Giovannetti, 2003a). Si sono chiesti, per esempio, se esista il rischio di trasferimento dei geni per la resistenza agli antibiotici, presenti nelle piante transgeniche, ai microrganismi del suolo durante il ciclo colturale, se i geni per la tolleranza agli erbicidi possano diffondersi nell’ambiente originando piante “superinfestanti”, se la produzione di tossine insetticide da parte delle coltivazioni transgeniche sia rischioso per gli organismi non-target. I risultati delle ricerche effettuate dal 1996 in poi sono stati pubblicati sulle più importanti riviste scientifiche del mondo, cominciando da Nature, Science e Nature Biotechnology. Solo per fare un esempio, una copertina di Nature del 1999, dedicata agli Ogm, poneva la domanda «How safe is ’safe’?» (Quanto sicuro è ciò che noi definiamo sicuro?). Prima di discutere dei dati scientifici più importanti relativi all’impatto ambientale delle coltivazioni transgeniche, è bene soffermarsi a riflettere su quali siano le specie interessate. In altri termini: di che cosa stiamo parlando? Stiamo parlando di poche specie vegetali, utilizzate prevalentemente per l’alimentazione del bestiame – mais, soia, cotone, colza – e di solo due tipi di modificazioni genetiche, che conferiscono alle piante resistenza ad alcuni insetti e ad alcuni erbicidi. La modificazione genetica che ha avuto più successo nel mondo è quella della tolleranza agli erbicidi, che permette alle grandi compagnie biotecnologiche che ne possiedono il brevetto di vendere non solo i semi transgenici ma anche l’erbicida chimico da somministrare. Non è un caso che la gran parte della superficie coltivata a piante transgeniche, circa l’85% nel mondo, sia costituita da colture transgeniche resistenti agli erbicidi, il cui consumo negli anni 1996-2003 è aumentato dell’11,5%. Alla luce di quanto specificato sopra, possiamo considerare quali di queste piante potrebbero essere coltivate con successo in Italia. Certamente non il cotone, poiché il nostro clima non permette una crescita che sia economicamente vantaggiosa. Certamente non la soia e la colza, la cui coltivazione in Italia interessa solo l’1% e lo 0,2 %, rispettivamente, della superficie totale agricola. Inoltre, la coltivazione della colza transgenica per la tolleranza agli erbicidi porrebbe diversi problemi, in quanto l’Europa rappresenta il centro d’origine e di biodiversità del genere Brassica, a cui la colza appartiene, e le eventuali ibridazioni tra specie coltivate e spontanee rappresenterebbero un rischio reale. L’unica coltura transgenica che potrebbe essere presa in considerazione sarebbe quindi il mais, una specie utilizzata prevalentemente come mangime animale e per produzioni industriali, dall’amido alla plastica. Impatto ambientale delle piante transgenicheNel 1996, quando è iniziata la coltivazione di piante transgeniche, si conosceva poco dei loro effetti su tutti gli altri componenti dell’ecosistema, né si conoscevano le interazioni dei residui della coltivazione con i microrganismi benefici del suolo. Sapendo però che in natura “tutto va dappertutto” e che i geni possono essere trasferiti da un organismo all’altro, esattamente come in laboratorio (Doolittle et al., 1990; Heinemann e Sprague, 1989), non ci possiamo meravigliare che siano avvenuti quelli che sono stati da qualcuno definiti “eventi inattesi”. Dopo solo quattro anni dall’inizio delle coltivazioni transgeniche, gli scienziati Wolfenbarger e Phifer, in un articolo apparso su Science, sottolineavano «... mancano gli esperimenti chiave sia sui rischi che sui benefici ambientali. La complessità degli ecosistemi presenta considerevoli sfide sperimentali per determinare rischi, benefici e inevitabili incertezze sulle piante geneticamente modifica- te. Collettivamente, gli studi esistenti sottolineano che i rischi varia- no spazialmente, temporalmente e in dipendenza del tratto e della cultivar modificati». (Wolfenbarger e Phifer , 2000). Tra gli eventi inattesi che hanno posto problemi relativi all’impatto ambientale delle piante transgeniche, quelli più importanti sono rappresentati da: • diffusione di transgeni attraverso l’ibridazione di piante transgeni- che con specie e varietà selvatiche; • resistenza delle piante infestanti agli erbicidi; • resistenza degli insetti alle tossine transgeniche; • trasferimento di geni ingegnerizzati dalle piante transgeniche ai batteri del suolo; • rilascio nel suolo di tossine transgeniche da radici di piante transgeniche. Trovi l’articolo completo su Scienza incerta e dubbi dei consumatori, il caso degli organismi geneticamente modificati, una pubblicazione scientifica per parlare di Ogm a 360° non solo per esperti, ma utile al consumatore e all’agricoltore Potete scaricarlo gratuitamente seguendo questo link Qui le slides dell'intervento

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 14, 2014 at 11:58AM

Slow Food Condotta del Tortonese

Non perdetevi sta sera al teatro degli Arcimboldi di Milano lo spettacolo di Da... Non perdetevi sta sera al teatro degli Arcimboldi di Milano lo spettacolo di Dario Fo: Lu Santo Jullàre Françesco, realizzato con la collaborazione del Presidente di Slow Food Carlo Petrini http://goo.gl/x5HtgeLu Santo jullare Francesco |Eventi e news | Fondazione Slow Food per la biodiversità ONLUS http://ift.tt/1ihnLNJ Lunedì 14 aprile Dario Fo torna al teatro degli Arcimboldi di Milano con lo spettacolo Lu Santo Jullàre Françesco, realizzato con la collaborazione del Presidente di Slow Food Carlo... I nostri obiettivi: difendere la biodiversità, salvaguardare ambiente e territori, agricoltura sostenibile, tutelar... http://ift.tt/1iLDD7M

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 14, 2014 at 11:11AM

Slow Food Condotta del Tortonese

Prima che si trasformi in un fenomeno commerciale corriamo ai riparti e difendia... Prima che si trasformi in un fenomeno commerciale corriamo ai riparti e difendiamo quello autentico. Ecco le ultime novità in materia.Il Prosecco “Col fondo” protagonista a Vinitaly 2014 - Slowine www.slowfood.it A Vinitaly abbiamo colto qualche novità sul fronte del Prosecco Col fondo, nelle due Denominazioni del Prosecco Superiore DOCG. A … Continua http://ift.tt/1gukTZT

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 14, 2014 at 10:51AM

Slow Food Condotta del Tortonese

Aperitivo con un gruppo di amici. Che cosa si fa se qualcuno beve solo rosso e q... Aperitivo con un gruppo di amici. Che cosa si fa se qualcuno beve solo rosso e qualcun altro predilige qualcosa di fresco?Schiava Nera 2012, Gino Pedrotti - Slowine www.slowfood.it GLUCK – La bottiglia della sera Questa rubrica ospita il breve racconto/resoconto di una bottiglia di vino bevuta la sera … Continua http://ift.tt/1p1Xg4f

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 14, 2014 at 09:36AM

venerdì 11 aprile 2014

Slow Food Condotta del Tortonese

Buono #sloweekend a tutti!!! http://goo.gl/UbcpfW Buono #sloweekend a tutti!!! http://goo.gl/UbcpfW http://ift.tt/1kdffA8

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 11, 2014 at 05:08PM

Slow Food Condotta del Tortonese

"Scorre che è una meraviglia, ha complessità, giusto tannino e bel finale sapori... "Scorre che è una meraviglia, ha complessità, giusto tannino e bel finale saporito. Il maialino in porchetta gli strizza l’occhio mentre noi abbiamo strizzato la bottiglia". Francesco QuercettiRosso Piceno Sup. Podere 72 2007, Poderi San Lazzaro - Slowine www.slowfood.it GLUCK – La bottiglia della sera Questa rubrica ospita il breve racconto/resoconto di una bottiglia di vino bevuta la sera … Continua http://ift.tt/1kAwzS7

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 11, 2014 at 03:03PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | Lo sloweekend non finisce domenica! http://ift.tt/1sLkVVY ----------------------------------------- In questo numero della nostra rubrichetta con gli appuntamenti del fine settimana vi anticipiamo qualche evento in programma la prossima settimana e nel lungo ponte di Pasqua con l’augurio che possiate parteciparvi! VenetoA Casalelone (Vr), la condotta Slow Food Valli Grandi Veronesi ha organizzato un bel sabato pomeriggio (domani 12 aprile) dedicato ai più ai più piccoli con lo scambio delle piantine da orto tra le scuole coinvolte nel progetto Orto in condotta. Il programma prevede la presentazione del progetto Orto in Condotta, lo scambio di piante e sementi, un laboratorio per imparare a fare la pasta fesca, uno di disegno e per finire lo spettacolo Piumetta, presentato dal Salice Giallo, associazione senza fini di lucro, apolitica e aconfessionale, che vuole promuovere percorsi di crescita e gruppi di sostegno rivolti alla genitorialità, ai figli e alla famiglia in tutte le sue sfumature. Appuntamento nel Piazzale della Pace di Casaleone a partire dalle 16 e fino alle 18.30. Buoni giochi a tutti!PiemonteDomani (sabato 12 aprile) a Torino torna il Mercato della Terra, con i contadini e gli artigiani locali e i loro prodotti: frutta, verdura, formaggi, salumi… Ci trovate in Corso Castelfidardo 34° dalle 12 alle 19. Vi aspettiamo! Sempre a Torino, però mercoledì 16 aprile, con piacere vi invitiamo alla presentazione di Mangia come parli, l’ultimo libro di Cinzia Scaffidi – direttrice del Centro Studi Slow Food – pubblicato da Slow Food Editore. Con l’autrice ci sarò Marco Trabucco, giornalista di La Repubblica. Appuntamento al Circolo dei lettori di via Bogino 9 a partire dalle 18. Rimaniamo in Piemonte per un bell’appuntamento inserito nel programma di Cantine a Nord Ovest il prossimo 27 aprile. La nuova tappa ci porta nell’astigiano più esattamente nel comprensorio del Nizza, attraverso un itinerario che coinvolge molte delle migliori aziende di questo territorio. Troverete maggiori informazioni e il programma completo sul sito cantineanordovest.com Per prepararvi all’evento, la Banca del Vinoorganizza un incontro e degustazione imprendibile il 15 aprile dalle 19 presso la sala degustazione della Banca. Ad attendervi la degustazione di cinque annate di Barbera d’Asti Superiore Nizza Vigna dell’Angelo - Cascina La Barbatella. Per info e prenotazioni www.bancadelvino.it Calabria - Pasqua nella TusciaIn collaborazione con Cai (Club Alpino Italiano) di Cosenza, cinque giorni nell’alto Lazio alla riscoperta di borghi antichi, sapori dimenticati ed emozioni con i riti della Settimana Santa. Il pullman parte giovedì 17 Aprile da Rende alle 8 e dopo la sosta pranzo ad Anagni, si prosegue per Viterbo dove è previsto il soggiorno di quattro notti in Hotel al centro città. Venerdì, sabato, domenica visite, escursioni, degustazioni tra Bagnaia, Civita di Bagnoregio, Caprarola, Tarquinia e Viterbo by night. Lunedì sosta a Vitorchiano al Centro Botanico Moutan per un evento starordinario: la fioritura di oltre 2000 piante di peonie di 600 varietà diverse. Dopo il pranzo di Pasquetta alla Locanda del Ditirambo a Castro dei Volsci, rientro a Cosenza. Per info rafriga@alice.itTrentino Alto AdigeDal 25 al 27 Aprile a Rovereto (Tn) vi invitiamo a NaturaMenteVino, Idee per una diversa Gastronimia, organizzato con la collaborazione di Slow Food Trentino Alto Adige. Scoprite qui il programma dell'evento. Appuntamento in piazza del Mart con tantissimi appuntamenti, laboratori, convegni presentazioni e aree ristorazione come il Bistrot dell’Alleanza dove si alterneranno 3 cuochi nella preparazione di assaggi con i prodotti dei Presìdi, Comunità del cibo e dell’Arca del Gusto. Scoprite tutto il programma, non vi deluderà! A cura di Michela Marchi m.marchi@slowfood.it

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 11, 2014 at 01:57PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Facciamo tornare i contadini nei campi! #Campolibero è un programma lanciato dal... Facciamo tornare i contadini nei campi! #Campolibero è un programma lanciato dal Governo per ridare fiato all'agricoltura italiana. Ci sono alcuni elementi di interesse e i primi segnali di un cambio di paradigma. A voi l'editoriale di Carlo Petrini http://goo.gl/nk9svfFacciamo tornare i contadini nei campi | Slow Food - Buono, Pulito e Giusto. www.slowfood.it Il cibo che siamo, se davvero siamo ciò che mangiamo, è una rete. Dietro a un ingrediente, a un piatto, a qualsiasi cosa ingeriamo – foss’anche la merendina più junk food che ci sia – si sviluppa sempre una fitta rete di rapporti, persone, cose, conoscenze, luoghi e ambienti che infine si sommano ne... http://ift.tt/OOez7W

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 11, 2014 at 12:12PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Bursôn, è una di quelle parole che, anche se non ne conosci il significato, te l... Bursôn, è una di quelle parole che, anche se non ne conosci il significato, te la ricordi; resta in mente perché suona bene; ha una sua musicalità e ritmicità; è armonico e immediato.Strano davvero … quel vino bizzarro dal nome vernacolare! - Slowine www.slowfood.it È ormai qualche anno che frequento la zona di Bagnacavallo e per certi versi mi sono affezionato a quella parte … Continua http://ift.tt/1geQOxb

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 11, 2014 at 11:19AM

Slow Food Condotta del Tortonese

Slow Wine Magazine è questo! Sei non l'hai ancora scaricata sei ancora in tempo.... Slow Wine Magazine è questo! Sei non l'hai ancora scaricata sei ancora in tempo. Il primo numero è totalmente gratis... http://ift.tt/1iCzp3A

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 11, 2014 at 09:23AM

giovedì 10 aprile 2014

Slow Food Condotta del Tortonese

Olio extravergine italiano ancora nel mirino. A Siena ne sono state sequestrate... Olio extravergine italiano ancora nel mirino. A Siena ne sono state sequestrate 300 tonnellate spacciate per locale e di qualità mentre invece proviene dall'estero e la qualità è oltremodo dubbia. Come difenderci? Noi come al solito vi consigliamo di conoscere il più possibile i prodotti che portate in casa. Un’utile aiuto? La nostra Guida agli Extravergini http://goo.gl/Uj01iXOlio extravergine: ennesimo sequestro | Slow Food - Buono, Pulito e Giusto. www.slowfood.it Continuano i sequestri di olio da parte dei della polizia tributaria, della guardia di finanza di Siena e dall'ispettorato repressione frodi (Icqrf) del Ministero delle politiche agricole. Questa volta siamo a Siena e con l’operazione Fuente sono stati sequestrati trecento tonnellate d’olio in segui... http://ift.tt/1gcTbUK

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 10, 2014 at 04:48PM

Slow Food Condotta del Tortonese

"Le carte vincenti del Poggio della Costa sono la grande bevibilità, l’assoluta... "Le carte vincenti del Poggio della Costa sono la grande bevibilità, l’assoluta piacevolezza e freschezza, al punto che la bottiglia si svuota sempre e comunque, a prescindere dall’abbinamento". Valentina VercelliPoggio della Costa 2012, Mottura - Slowine www.slowfood.it GLUCK – La bottiglia della sera Questa rubrica ospita il breve racconto/resoconto di una bottiglia di vino bevuta la sera … Continua http://ift.tt/1qkSps3

Link: http://ift.tt/1hmJeTS

April 10, 2014 at 04:29PM