Dona il tuo 5 x 1000

martedì 31 dicembre 2013

Slow Food Condotta del Tortonese

Un augurio per un 2014 ancora più buono, più pulito e giusto! E se ancora non av... Un augurio per un 2014 ancora più buono, più pulito e giusto! E se ancora non avete deciso cosa preparare sta sera, date un'occhiata ai nostri consigli per un cenone di capodanno all'insegna della tradizione gastronomica regionale http://goo.gl/S6x5os http://ift.tt/1cEXLci

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 31, 2013 at 03:10PM

lunedì 30 dicembre 2013

Slow Food Condotta del Tortonese

Si avvicina Capodanno e in tema di cenoni non possiamo che riparlare di lenticch... Si avvicina Capodanno e in tema di cenoni non possiamo che riparlare di lenticchie, largamente utilizzate nelle nostre case come classico contorno delle feste, poiché rappresentano un auspicio di ricchezza e floridità per l’anno a venire... http://goo.gl/Pfk1e9 E come accompagnarle se non con il cotechino http://goo.gl/tEBfkW una delle pietanze più classiche del capodanno italiano? http://ift.tt/1gfygik

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 30, 2013 at 11:10AM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | Il cotechino http://ift.tt/19ybai8 ----------------------------------------- Spesso accompagnato da polenta o lenticchie, il cotechino è una delle pietanze più classiche del capodanno italiano, ma non solo: è anche uno dei pezzi immancabili del ricco bollito piemontese o del “buffet” triestino. Insaccato da cuocere di derivazione teutonica, è tipico del settentrione e di regione in regione ha caratteristiche ben marcate. Il più diffuso, anche dal punto di vista industriale, è il cotechino di Modena Igp, presente storicamente oltre che in tutta l’Emilia Romagna, anche in buona parte della Lombardia e nelle province di Verona e Rovigo. Per la sua preparazione si utilizzano la muscolatura striata e il grasso macinati grossi e la cotenna macinata più fine. La concia di base prevede sale e pepe (intero e a pezzi), cui è possibile aggiungere vino, acqua, spezie e piante aromatiche, zucchero. Insaccato in involucri naturali o artificiali, può essere commercializzato fresco o cotto. Il cotechino cremonese, che a dispetto del nome, si produce anche nell’Alto Piacentino, nella provincia meridionale di Milano e nelle zone montuose del Bergamasco, si ottiene macinando carni magre di suino derivate dalla ripulitura e mondatura di altre lavorazioni, cui si aggiungono grasso e cotenne. Si condisce il tutto con sale, zucchero, Barbera, pepe tritato o in grani, spezie e una concia di aromi naturali infusa in vino rosso. Insaccato in vescica o budello naturale, è posto ad asciugare per due giorni. Una variante più magra è il cosiddetto cotechino cremonese “vaniglia”, prodotto esclusivamente nella città dei liuti, che deve il nome alla sua naturale dolcezza: la percentuale di cotenne è nettamente inferiore e non è prevista stagionatura; va consumato al massimo entro una settimana. Altra cosa è il cotechino alla vaniglia: prodotto nella Bassa Mantovana, è un cremonese classico nel cui condimento entra anche una piccola quantità di vaniglia. Tipicamente friulano, infine, è il musèt (italianizzato in musetto), un salume da cuocere fatto con testa di maiale, cotenna, muscolo degli stinchi e altre parti meno scelte del suino, il tutto tritato e impastato con sale e spezie, insaccato in budelli piuttosto grossi e legato a rocchi.Ricette e Osterie Una classica ricetta natalizia friulana è quella del musetto con la brovada che qui vi proponiamo interpretata da La Ciacarade, locale di Udine (via San Francesco 6 A) presente nella guida Osterie d’Italia 2014 di Slow Food. La brovada è costituita da rape fermentate, conservate in teli o vasi di vetro coperte da vinacce acide e acqua, che per l’utilizzo vengono ridotte in filamenti con una grattugia a denti larghi. Fatene cuocere un chilo a fuoco lento per circa due ore con la sua acqua di vegetazione, insieme a un battuto di lardo, un filo di olio extravergine, un bicchierino di aceto e qualche foglia di alloro. A parte soffriggete in olio extravergine una cipolla tritata e uno spicchio d’aglio, che toglierete appena dorato; quando la cipolla sarà appassita aggiungete un cucchiaio di farina e rosolate bene. Versate il composto sulla brovada cotta e asciutta, e sempre mescolando salate e pepate. Dopo avere tenuto i musetti in acqua fredda per circa due ore (questo evita che il budello si rompa durante la cottura) fateli cuocere lentamente, senza bucarli, per circa due ore in abbondante acqua fredda e un bicchiere di bianco secco. Servite la brovada con due fette di musetto, tutto ben caldo. Di Carlo Petrini, da La Repubblica Sera

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 30, 2013 at 10:28AM

venerdì 27 dicembre 2013

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | Mandorle e pistacchi http://ift.tt/1ctclne ----------------------------------------- In questi giorni di festa c’è qualcosa che non può assolutamente mancare dalle nostre dispense: la frutta secca, perfetta da sgranocchiare in compagnia. Oggi vi presentiamo tre protagonisti d’eccezione, i pistacchi di Bronte, le mandorle di Noto e quelle pugliesi di Toritto, tutti Presìdi Slow Food. Le mandorle, grazie alle proteine, gli acidi grassi monoinsaturi, le vitamine e i numerosi sali minerali, sono considerate antiansia, migliorano l’umore, aiutano l’intestino e la concentrazione. Mentre i pistacchi sono ricchi di vitamine del gruppo A e B, proteine, omega 6 e sali minerali, e aiutano contro l’artrite, il diabete e le affezioni della pelle. Ma non finisce qui. Visto che della frutta secca non si butta mai via niente, possiamo utilizzare i gusci per proteggere le radici delle nostre piante durante l’inverno. Basterà coprire il terreno con uno strato di gusci uniforme e ben aderente. In questo modo, a costo zero, le piante saranno protette fino all’arrivo della stagione calda. Ma torniamo ai nostri Presìdi. Il pistacchio di Bronte cresce sui terreni accidentati del paesino siculo e in nessun’altra parte d’Europa, e solo qui ha un colore verde smeraldo così brillante e un profumo così intenso e resinoso. Avvitato su strade ripide tra l’Etna e i Nebrodi, Bronte vive di pistacchi, e infatti nel periodo della raccolta il paese si svuota: nei loci (nome locale delle pistacchiete) lavorano tutti: donne, vecchi e bambini. La raccolta è complicata, si fa in bilico sui massi di lava, aggrappati ai rami con una mano, mentre con l’altra si staccano i chicchi uno a uno, per farli cadere nella sacca di tela legata al collo. Ma la protagonista assoluta della pasticceria siciliana resta lei, la mandorla, soprattutto quella di Noto. Sono stati gli Arabi a scoprire il segreto di lavorare i frutti tritati con l’albume d’uovo e il miele e a inaugurare la grande tradizione siciliana dei dolci di mandorle. Una tradizione che poi hanno raccolto Normanni, Spagnoli e Francesi, diversificando le ricette di valle in valle, di città in città, di borgo in borgo. Merita un’annotazione particolare anche la mandorla pugliese di Toritto, che ritroviamo nelle leccornie della pasticceria sotto forma di Pasta Reale, “torte rosate” o caramellata nel “croccante”. Veniamo ora a qualche consiglio per i viaggiatori, e partiamo dalla Puglia. Ad Alberobello non perdetevi una sosta a L’Aratro (Via Monte San Michele, 25-29 - Tel. 080 4322789), in cui assaggiare il famoso semifreddo alle mandorle di Toritto. Passando invece alla Sicilia, c’è l’imbarazzo della scelta: a Milazzo cercate la Mediterranima (Via dei Gigli, 13 - Tel. 090 9210861-335 5981790), ristorante ricavato all’interno di una villa d’inizio Novecento che propone totani su caramello con cipollotti dell’orto e mandorle tostate di Noto o filetto di sugarello in crosta di pistacchio di Bronte. Due indirizzi presenti nella guida Osterie d’Italia 2014 di Slow Food Editore. Di Carlo Petrini c.petrini@slowfood.it Da La Repubblica Sera

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 27, 2013 at 11:51AM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sapevate che le mandorle, grazie alle proteine, gli acidi grassi monoinsaturi, l... Sapevate che le mandorle, grazie alle proteine, gli acidi grassi monoinsaturi, le vitamine e i numerosi sali minerali, sono considerate antiansia, migliorano l’umore, aiutano l’intestino e la concentrazione? In questi giorni di festa c ’è qualcosa che non può assolutamente mancare dalle nostre dispense: la frutta secca, perfetta da sgranocchiare in compagnia. E scoprite qui http://goo.gl/gh4EwF quante proprietà hanno mandorle e pistacchi, con qualche consiglio per i viaggiatori http://ift.tt/1carN30

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 27, 2013 at 11:20AM

martedì 24 dicembre 2013

La Vecchia Posta



via Slow Food Condotta del Tortonese https://www.facebook.com/lavecchia.posta/posts/555004647908962

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | Spiagge e litorali svendesi http://ift.tt/1jDPIlA ----------------------------------------- Come sappiamo, negli ultimi giorni, l’attività delle nostre Camere è paricolarmente frenetica. E si approvano, modificano o cancellano tantissime norme che però putroppo si perdono nella comunicazione della faticosa Legge di Stabilità. Tra queste ci teniamo a segnalarvi l’ennesimo regalo agli speculatori e a chi abusa dei beni comuni. Venerdì 20 dicembre, il Senato della Repubblica ha approvato in sede di conversione del Dl 126/2013 una norma che prevede una sanatoria dei manufatti amovibili abusivi (chioschi, bar, cabine, case mobili, magazzini, piscine prefabbricate) costruiti su spiagge, rive dei fiumi e dei laghi. Dietro lauti compensi spererete voi. E invece no: basterà un aumento del 3% del canone di concessione. Si tratta dell’art. 1, comma 20-quinquiesdecies (15), del “Decreto salva Roma” oggi (23 dicembre) approvato alla Camera e in attesa del sì definitivo di Palazzo Madama.Insomma, quanti gestiscono le concessioni demaniali potranno tenere qualsiasi costruzione abusiva pagando solo il 3% in più del canone concessorio. Non solo, le costruzioni abusive da “mobili” (ovvero da rimuovere obbligatoriamente a fine stagione) diventano “stabili” in quanto la loro vita viene legata alla durata delle concessioni prorogate per legge di continuo (da ultimo, fino al 31 dicembre 2020). La beffa è che una norma di tale impatto sia stata formulata e comunicata in modo che venga percepita come una spesa maggiore per chi detiene le concessioni. In realtà le spiagge potranno essere occupate da depositi, chioschi e casette di legno senza alcuna regola, e a un prezzo veramente irrisorio. Tra l'altro, queste costruzioni potranno andare ad aggiungersi quelle oggetto di processo penale in corso se anche a queste verrà esteso il concetto di opere precarie. Un punto in cui la legge è volutamente vaga. Ma non promette niente di buono. A cura di Michela Marchim.marchi@slowfood.it

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 24, 2013 at 10:21AM

lunedì 23 dicembre 2013

Slow Food Condotta del Tortonese

un curioso esperimento sulla qualità dello stesso vino in formati diversi, IL TA... un curioso esperimento sulla qualità dello stesso vino in formati diversi, IL TAVERNELLO... con gli auguri di Buona Natale di FillyBuon Natale da Filly, con i grandi formati - Slowine www.slowfood.it Ciao a tutti. Sono Filly, e vi devo ringraziare tantissimo per l’apprezzamento che avete dimostrato al mio primo post, comparso … Continua http://ift.tt/JVNehZ

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 23, 2013 at 06:47PM

Slow Food Condotta del Tortonese

un curioso esperimento sulla qualità dello stesso vino in formati diversi ... co... un curioso esperimento sulla qualità dello stesso vino in formati diversi ... con gli auguri di Buona Natale di FillyBuon Natale da Filly, con i grandi formati - Slowine www.slowfood.it Ciao a tutti. Sono Filly, e vi devo ringraziare tantissimo per l’apprezzamento che avete dimostrato al mio primo post, comparso … Continua http://ift.tt/1d3rVWs

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 23, 2013 at 03:18PM

Slow Food Condotta del Tortonese

È quasi Natale e oggi la spesa consigliamo di farla in casa. Sì: aprite dispense... È quasi Natale e oggi la spesa consigliamo di farla in casa. Sì: aprite dispense e frigoriferi e cercate di recuperare tutto il recuperabile! http://goo.gl/k47q23 http://ift.tt/1fUsBhw

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 23, 2013 at 01:24PM

Slow Food Condotta del Tortonese

http://ift.tt/1fUrSgn

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 23, 2013 at 01:21PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | Spreco di cibo: la campagna britannica per ridurlo http://ift.tt/J8EapS ----------------------------------------- Ebbene si, anche in questi giorni di festa riportiamo la vostra attenzione su un tema che ci sta molto a cuore: lo spreco di cibo. Stando ai dati riportati dal rapporto Wwf Quanta natura sprechiamo e dall’indagine realizzata da Gfk Eurisko con la collaborazione di Auchan e Simply, ogni anno in Italia una famiglia in media butta 49 chili di cibo, per disattenzione o negligenza nella gestione della spesa. Così finiscono in discarica 1,19 milioni di tonnellate di alimenti. Uno spreco che ammonta a circa ben 7,65 miliardi di euro l’anno, 316 euro per famiglia. Problema italiano, ma non solo. In Inghilterra, per esempio, i supermercati Tesco hanno recentemente lanciato una campagna per mostrare al mondo il loro impegno nel ridurre lo spreco di cibo. Le organizzazioni ambientaliste chiedono da tempo di ridurre i famosi 3x2 e le innumerevoli offerte, che hanno come unico risultato lo sperpero di milioni di tonnellate di cibo ancora edibile ogni anno. Per la prima volta i grandi supermercati dell’isola hanno reso noti i risultati delle loro ricerche, scioccando l’opinione pubblica. È emerso, infatti, come i due terzi delle insalate in busta finiscano irrimediabilmente nella spazzatura. Dopo aver tracciato i 25 prodotti più venduti, Tesco ha incrociato i dati con l’agenzia governativa che si occupa della riduzione dello spreco, la Waste and Resources Action Programme (Wrap). Morale, nei primi sei mesi dell’anno sono 28,500 le tonnellate di cibo sprecato generate e distribuite nei negozi Tesco. Nonostante queste prime azioni, Friends of the Earth chiede che si faccia molto di più: «Tesco è il maggiore distributore di cibo nel Regno Unito, responsabile quindi anche dell’energia, l’acqua e la terra utilizzate per la produzione di cibo», commenta Vicki Hird. «Per questo è fondamentale si faccia molto di più, coinvolgendo anche le altre catene sul territorio». Fondamentale l’intervento del Governo perché si modifichino le strategie di marketing dei negozi, si organizzino campagne di educazione alimentare per migliorare le abitudini dei consumatori e si attuino azioni concrete per sostenere i produttori e gli agricoltori. Insomma, basta bancarelle di frutta e verdura che sembrano uscite da un quadro: non è detto che siano buone e sane solo perché sono belle da vedere. Il Department for Environment, Food and Rural Affairs (Defra), pur sostenendo queste attività e la necessità di intervenire, non crede nelle misure obbligatorie da imporre ai rivenditori ma si affida alla loro buona volontà, rendendoli così liberi di fissare autonomamente i propri obiettivi. Provare per credere. Bisogna dire che i primi risultati si vedono: la maggior parte dei prodotti che hanno superato la data di scadenza approssimativa (il nostro “preferibilmente”), sono ora donati a organizzazioni che li distribuiscono ai più poveri, mentre un tempo finivano direttamente nella spazzatura. Ma Oxfam non tarda a farsi sentire sull’argomento: «Gettare queste quantità di cibo quando nel mondo un miliardo di persone muore di fame e nel Regno Unito sempre più ricorrono alle banche alimentari per sfamarsi, è molto più che scandaloso», denuncia Hannah Stoddard, responsabile del dipartimento di giustizia sociale. «È la prova eclatante che viviamo in un sistema che mette al primo posto i profitti economici, tralasciando il diritto di tutti ad un eguale accesso al cibo e a una vita dignitosa». Alessia Pautasso a.pautasso@slowfood.it FontiThe Guardian:Corriere.it

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 23, 2013 at 01:07PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | Per Natale facciamo la spesa in casa http://ift.tt/1dxDxiw ----------------------------------------- È quasi Natale e oggi la spesa consigliamo di farla in casa. Sì: aprite dispense e frigoriferi e cercate di recuperare tutto il recuperabile. Si lavora perché il 2014 sia l’Anno europeo contro lo spreco alimentare: è già stata votata una Risoluzione del Parlamento UE e ora la Commissione deve accogliere la proposta. Per ogni europeo si producono circa 840 Kg di cibo all’anno. 560 li mangiamo, 200 non arrivano sulle nostre tavole sprecati nei campi, nelle aziende che li trasformano, durante il trasporto, con l’invenduto nei supermercati. Il resto, 95 Kg circa ogni anno, lo buttiamo via noi, a testa. 1,8 Kg alla settimana: un paio di yogurt e una mozzarella scaduti, il pane ­rinsecchito – dal mattino quando l’abbiamo comprato al giorno dopo, quando è diventato un pezzo di pietra – un paio di patate che hanno germogliato, un sacchetto di farina che comprammo quando volevamo fare la pasta in casa e non ne siamo stati capaci. Un sedano disidratato, la fetta di prosciutto dimenticata, il latte andato a male, la mezza bibita sgasata… E cosa si butta via nelle mense aziendali, scolastiche e ospedaliere, nei bar, nei ristoranti, nei mercati a fine giornata con ciò che non si è venduto? Si spreca in Africa – meno – per mancanza d’infrastrutture, in America – Nord e Sud – in Asia, ovunque: il totale fa un miliardo e trecentomila tonnellate all’anno. Una montagna di cibo grande come 8.600 navi da crociera. Nelle case si buttano via 400 mila tonnellate di alimenti. Slow Food, insieme a Last Minute Market e ad altri soggetti che vogliono sensibilizzare su questo tema che grida vendetta rispetto a circa un miliardo di persone nel mondo che patiscono la fame, è in prima linea: un opuscolo, Il nostro spreco quotidiano, scaricabile gratuitamente dal sito della Chiocciola, apre gli occhi su un sistema impazzito, che possiamo iniziare noi a contrastare, con le nostre abitudini e facendo rete attraverso le tante iniziative già esistenti. A Natale e Capodanno quindi facciamo un regalo al mondo: non sprechiamo con cenoni sontuosi e sovradimensionati, ingegniamoci a recuperare gli avanzi e ciò che giace nelle nostre dispense. Sono tante le ricette della tradizione (le paste ripiene con le carni avanzate, le fondute con i moncherini di formaggio, le zuppe con il pane raffermo…) utili e molto gustose. E poi, in fondo, questa è anche una bella forma di risparmio. Carlo Bogliotti c.bogliotti@slowfood.it Da La Stampa del 21 dicembre 2013

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 23, 2013 at 12:07PM

venerdì 20 dicembre 2013

Slow Food Condotta del Tortonese

Un'orizzontale di altissimo livello, che ha visto protagonisti 6 Barbaresco. Tut... Un'orizzontale di altissimo livello, che ha visto protagonisti 6 Barbaresco. Tutto per capire le reali potenzialità del 2004, annata giudicata al tempo di altissimo livello. Avrà mantenuto le tante promesse fatte????Come è invecchiato il Barbaresco 2004? - Slowine www.slowfood.it Sono le 19.00. Il sole in Langa è già calato da un po’. È tempo di tornare a casa, togliersi … Continua http://ift.tt/J0LNi0

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 20, 2013 at 10:33AM

giovedì 19 dicembre 2013

Slow Food Condotta del Tortonese

A pochi giorni dal Natale, nel voler consigliare una meta per le lunghe vacanze... A pochi giorni dal Natale, nel voler consigliare una meta per le lunghe vacanze di fine anno, vi parliamo del Sudafrica e delle belle cose che stanno succedendo lì in tema di sviluppo rurale sostenibile: http://goo.gl/seop8s http://ift.tt/JFTVop

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 19, 2013 at 12:20PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | Mercato Internazionale della dieta Mediterranea http://ift.tt/1kl2a7q ----------------------------------------- Il 21 Dicembre 2013, Slow Food Alto Salento festeggia il Terra Madre Day con il Mercato Internazionale della Dieta Mediterranea. La manifestazione avrà come ospiti d’onore tre comunità con progetti provenienti dai quattro angoli del Mediterraneo: i cuochi dell’Alleanza Slow Food con i Presidi del Marocco, i produttori del Mercato della Terra di Foça (Turchia), e i produttori di Alexandropoli e Metsovo (Grecia). Oltre agli stand a loro dedicati, queste comunità presenteranno a turno un piatto tipico del loro territorio rappresentativo della ricchezza della dieta mediterranea. Ad aiutarli ci saranno gli chef di Carovigno della rete di Terra Madre, che prepareranno le pettole in oro del Parco e zuppa del Mediterraneo. Presenti gli stand dei Presìdi Slow Food della regione Puglia (caciocavallo podolico, pomodoro fiaschetto di Torre Guaceto, pomodoro regina di Torre Canne, fico mandorlato di San Michele Salentino, biscotto di Ceglie Messapica; capocollo di Martina Franca), e delle comunità del cibo di Terra Madre i produttori caseari dell’Alto Salento e dei pescatori di Torre Guaceto (Cooperativa Emma). Particolare attenzione sarà poi rivolta ai produttori biologici del comune di Carovigno. Il Mercato Internazionale della Dieta Mediterranea non si rivolge solo agli appassionati di cibo di qualità, ed è per questo che Slow Food organizzerà uno spazio dedicato ai più piccoli, con la presentazione del progetto degli Orti in Condotta, realizzato con la partecipazione del Presidio della carota di Polignano. Completeranno poi il percorso gli antichi mestieri ritrovati. Non mancherà la Pampanella, prodotto dell’Arca del Gusto (semplice cagliata che deve il suo nome alla foglia di vite nella quale veniva posta per farla raffermare). La manifestazione si aprirà con una conferenza stampa (ore 18:30) con ospiti internazionali tra cui Piero Sardo – Presidente della Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus Ad accompagnare la serata, “la zampogna annunziatrice” di Nico Berardi e Patrizia Fazio, duo di zampogna e ciaramella.L’ingresso alla manifestazione è libero, ma ricordate che presso lo stand degli Orti in Condotta, Slow Food Alto Salento raccoglierà fondi per realizzare un orto in una scuola primaria di Carovigno.

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 19, 2013 at 11:06AM

Slow Food Condotta del Tortonese

4 Foto e un articolo per raccontare la rinascita di un vigneto che se fossimo in... 4 Foto e un articolo per raccontare la rinascita di un vigneto che se fossimo in Francia si chiamerebbe CRU. Un una bella storia davvero! http://urlin.it/55ca2 http://ift.tt/1eqalPU

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 19, 2013 at 11:03AM

mercoledì 18 dicembre 2013

Slow Food Condotta del Tortonese

Ed ecco a voi i 4 numeri di Slow del 2013! E anche questa è fatta. Buon anno e b... Ed ecco a voi i 4 numeri di Slow del 2013! E anche questa è fatta. Buon anno e buon Natale a tutti quanti da Slow Food EditoreTimeline Photos Ed ecco a voi i 4 numeri di Slow del 2013! E anche questa è fatta. Buon anno e buon Natale a tutti quanti da http://ift.tt/1cR3rzC

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 18, 2013 at 05:20PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Per un natale tutt'altro che banale ecco la proposta della nostra redazione di S... Per un natale tutt'altro che banale ecco la proposta della nostra redazione di Slow Wine: 10 vini, tutti di aziende che aderiscono allo sconto in cantina se porti la mitica SLOW WINE. Siamo certi del successo!10 vini imprendibili per il Natale 2013 - Slowine www.slowfood.it Oggi vogliamo regalarvi 10 suggerimenti per passare alla grande il prossimo Natale. I nostri 10 vini del cuore escono un … Continua http://ift.tt/19SrFW4

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 18, 2013 at 03:05PM

Slow Food Condotta del Tortonese

10 vini, tutti di aziende che aderiscono allo sconto in cantina. Non ovvi, a pre... 10 vini, tutti di aziende che aderiscono allo sconto in cantina. Non ovvi, a prezzi giusti, territoriali e molto slow. Che volete di più per passare un Natale 2013 alla grande???? Se dopo averli comprati non vi piaceranno siete autorizzati a picchiarci...10 vini imprendibili per il Natale 2013 - Slowine www.slowfood.it Oggi vogliamo regalarvi 10 suggerimenti per passare alla grande il prossimo Natale. I nostri 10 vini del cuore escono un … Continua http://ift.tt/1eo0VV3

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 18, 2013 at 12:49PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | La battaglia dei semi si combatte in Eurpa http://ift.tt/1cQuxXN ----------------------------------------- Oggi a Bruxelles inizia la discussione sulla proposta di legge che da tempo circola in l’Europa e che dovrebbe dare una nuova regolamentazione alle sementi. Così come è stata concepita la nuova normativa intende sostituire 12 direttive europee introducendo ulteriori limiti alla circolazione dei semi e un catastrofico livellamento delle varietà delle sementi. Un freno insomma al libero scambio tra contadini che contraddistingue l’attività dell’uomo da quando da raccoglitore è diventato coltivatore. Con buona pace delle varietà antiche, rare e locali, espressione di biodiversità indispensabili per una sicura sovranità alimentare. Le nuove barriere burocratiche ed economiche enderanno la vita affatto semplice per chi pratica e porta avanti un tipo di agricoltura tradizionale, di piccola scala, attenta all’ambiente. Stiamo rinunciando insomma a tutta quella varietà che non rientra nei canoni stabiliti dall’Unione, senza tenere assolutamente in considerazione che «l’uniformità dei sistemi produttivi che gli uomini allestiscono e rendono industriali non è adatta all’esistenza in natura. Tutte le misure che concorrono a diminuirla minano la nostra capacità di rispondere ad avversità atmosferica, malattie, parassiti. Come sta succedendo al kiwi italiano – unica gigantesca monocoltura di (pressoché) un’unica coltivar – devastato da un batterio» scrive Carlo Petrini oggi su La Repubblica. Le varietà che la storia ci consegna si preservano in un processo di continuo miglioramento e di continua selezione: è del 50% l’aumento della produttività agricola generato da nuove varietà di sementi, esattamente quanto quello generato da fertilizzanti e irrigazione. Ciononostante l’Europa intende percorrere la strada della standardizzazione che tra l’altro si inerpica tra labirinti burocratici quando invece «È necessaria la massima nettezza contro l’aumento di costi e carichi burocratici che la proposta di legge prevede per i piccoli modificatori, contadini e vivaisti: se per vendere le piante richieste molto spesso solo su mercati locali, si richiedono gli stessi adempimenti di una nuova cultivar di carote brevettate da un colosso olandese, è chiaro che non si ha la considerazione adeguata delle differenze che non si decide con la necessaria equità che deve temperare l’uguaglianza affinché quest’ultima non diventi strumento di ingiustizia». Come dicevamo, oggi inizia la discussione. Probabilmente la commissione agricoltura del Parlamento voterà sul testo a gennaio 2014 e qualche mese dopo ci sarà la votazione in plenaria prima che venga adottata la decisione definitiva dal Consiglio d’Europa. In Italia a sono tantissime le associazioni impegnate a ottenere la modifica del testo della Commissione. Quella forse più attiva è la Rete Semi Rurali che ha lavorato per richiedere fondamentali revisioni alla norma che ha dimenticato: «Chi cerca varietà locali, tradizionali, non uniformi o con particolari caratteristiche organolettiche o qualitative e che non può trovarle sul mercato a causa una legislazione troppo restrittiva. Inoltre, la nuova normativa deve rispettare gli obblighi internazionali firmati dall’Unione europea e in particolare il Trattato Fao sulle risorse genetiche agricole per l’alimentazione e l’agricoltura, favorendo l’uso sostenibile della diversità agricola, tutelando i diritti degli agricoltori e garantendo l’accesso facilitato per fini di ricerca e sperimentazione alle varietà commercializzate». Teniamo alta l’attenzione. A cura di Michela Marchi m.marchi@slowfood.it Fonte: La RepubblicaIl Cambiamento

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 18, 2013 at 12:07PM

Slow Food Condotta del Tortonese

La battaglia dei semi si combatte in Europa: al via il dibattito sulla proposta... La battaglia dei semi si combatte in Europa: al via il dibattito sulla proposta di legge che dovrebbe dare una nuova regolamentazione alla circolazione delle sementi http://goo.gl/OElThM http://ift.tt/19S5H5D

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 18, 2013 at 11:51AM

Slow Food Condotta del Tortonese

Raccontiamo insieme la storia dei custodi dei semi: oggi è l'ultimo giorno per s... Raccontiamo insieme la storia dei custodi dei semi: oggi è l'ultimo giorno per sostenere questo bellissimo progetto http://ift.tt/IZWD7MSEED: The Untold Story - The Final Push www.kickstarter.com Inspiring documentary unearths the dramatic story of seeds. From creators of QUEEN OF THE SUN & REAL DIRT ON FARMER JOHN. http://ift.tt/1cQj0aY

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 18, 2013 at 09:51AM

martedì 17 dicembre 2013

Slow Food Condotta del Tortonese

Non si può sapere qual è il vero lavoro del contadino: se è arare, seminare, fal... Non si può sapere qual è il vero lavoro del contadino: se è arare, seminare, falciare oppure se è nello stesso tempo mangiare e bere alimenti freschi, fare figli e respirare liberamente, poiché tutte queste cose sono intimamente unite , e quando egli fa una cosa completa l’altra. È tutto lavoro, e niente è lavoro nel senso sociale del termine. È la sua vita.Il tempo contadino - Slowine www.slowfood.it Due settimane orsono ero stato invitato al Mercato della Fivi per coordinare un laboratorio sul concetto di tempo applicato all’artigianato … Continua http://ift.tt/1fBEzwp

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 17, 2013 at 05:19PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | Il ritorno del Terminator http://ift.tt/1ele15p ----------------------------------------- Il Brasile sta per spezzare la moratoria che fino a oggi impedito la distribuzione di sementi Gm “terminator” o “suicidi” banditi perché metterebbero in difficoltà milioni di contadini in tutto il mondo. La tecnologia terminator prevede l’uso di geni inseriti in una pianta e un meccanismo di funzionamento piuttosto complesso per far si che si blocchi il processo di germinazione: in poche parole sono semi sterili, progettati affinché non siano in grado di germinare nel caso vengano ripiantati dopo il raccolto. Costringendo così milioni di contadini a ricomprare i semi ogni anno invece di selezionare i migliori per il raccolto successivo e a diventare qyuindi completamente dipendenti delle compagnie sementifere. Syngenta, Bayer, BASF, Dow, Monsanto e DuPont da sole controllano oltre il 60% del mercato semetifero e il 76% di quello della agrochimica e sono tutte in possesso dei brevetti per questa tecnologia, tenuti nel cassetto dagli anni Novanta. Ma, grazie alla protesta della società civile, dei piccoli contadini e delle popolazioni indigene nel 2000 193 Paesi firmarono al Conferenza delle Nazioni Unite sulla Biodiversità quella che poi nei fatti è stata una vera e propria moratoria che finora ha nei fatti bloccato questa tecnologia. Una decisione messa ora in discussione in Brasile dove potenti gruppi di latifondisti stanno spingendo sul Congresso affinché autorizzi l’uso dei terminator in alcune coltivazioni per destinate a prodotti medicinali o nelle piantagioni di eucalipto utilizzato per la polpa di cellulosa. Il grande timore è che la mossa brasiliana possa innescare un effetto domino con ripercussioni per tutti i contadini del pianeta. In pratica i latifondisti vorrebbero coltivare vastissime zone con alberi Gm a crescita rapida e altri coltivazioni non edibili. Con buona pace di chi la terra la coltiva per mangiare. La proposta per la modifica alla legge è già stata approvata dalla Commissione agricoltura, respinta dalla Commissione ambiente e attualmente al vaglio della Commissione giustizia e cittadinanza dove potrebbe essere approvata già oggi. O subito dopo Natale: «Se questa proposta passasse, come ci aspettiamo, il Governo brasiliano potrebbe avviare una serie di azioni che scardinerebbero la moratoria alla prossima Conferenza delle Nazioni Unite sulla Biodiversità previsto per il 2014» ha dichiarato il direttore eseguivo di ETC Group associazione che lavora per influenzare le decisioni socioeconomiche che metterebbero ancora più in difficoltà le fasce della popolazione più povere o più vulnerabili: «Per non parlare del fatto che non è detto che il rischio di contaminazione sia azzerato». Con conseguenze che sarebbero devastanti. Fonte: The Guardian

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 17, 2013 at 12:53PM

Slow Food Condotta del Tortonese

#Ogm Il ritorno del Terminator: il Brasile sta per spezzare la moratoria che fin... #Ogm Il ritorno del Terminator: il Brasile sta per spezzare la moratoria che fino a oggi impedito la distribuzione di sementi Gm “terminator” o “suicidi” banditi perché metterebbero in difficoltà milioni di contadini in tutto il mondohttp://goo.gl/eW1igQIl ritorno del Terminator | Slow Food - Buono, Pulito e Giusto. www.slowfood.it Il Brasile sta per spezzare la moratoria che fino a oggi impedito la distribuzione di sementi Gm “terminator” o “suicidi” banditi perché metterebbero in difficoltà milioni di contadini in tutto il mondo.La tecnologia terminator prevede l’uso di geni inseriti in una pianta e un meccanismo di funziona... http://ift.tt/19PxDXE

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 17, 2013 at 12:51PM

lunedì 16 dicembre 2013

Slow Food Condotta del Tortonese

Le foto dei festeggiamenti del Terra Madre Day 2013: ecco come abbiamo festeggia... Le foto dei festeggiamenti del Terra Madre Day 2013: ecco come abbiamo festeggiato il cibo locale in tutto il mondo!Terra Madre Day 2013 Around the World For the fifth year in a row, the Slow Food network celebrated local food on December 10 with hundreds of events held simultaneously across the world. From festivals, disco soups and dinners, to markets, food fairs and farm visits, Terra Madre Day sees people come together to stand up for traditional food products, cultures and communities... http://ift.tt/IZWMrr

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 16, 2013 at 05:36PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Un grandissima azienda, Gianni Masciarelli ci manca tanto, ma Marina, sua moglie... Un grandissima azienda, Gianni Masciarelli ci manca tanto, ma Marina, sua moglie è davvero bravissima!Cantina della settimana: Masciarelli - Slowine www.slowfood.it VITA - In poco più di 30 anni Gianni Masciarelli, prima, e la moglie Marina Cvetic, ora, hanno dato vita a … Continua http://ift.tt/1fh1BHX

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 16, 2013 at 05:19PM

Slow Food Condotta del Tortonese

«La Mozzarella Dop non ha nulla a che vedere con la Terra dei Fuochi» http://goo... «La Mozzarella Dop non ha nulla a che vedere con la Terra dei Fuochi» http://goo.gl/y2j1nk Slow Food Campania http://ift.tt/1bK4HUd

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 16, 2013 at 12:21PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | «La Mozzarella Dop non ha nulla a che vedere con la Terra dei Fuochi» http://ift.tt/19MTb7a ----------------------------------------- Come sempre diretto, Antonio Lucisano, Direttore del Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop presenta con una frase che non lascia nulla a intendere i risultati delle analisi effettuate su prodotti acquistati in maniera del tutto casuale da Federconsumatori, Unione Nazionale dei Consumatori, CODICI e Adusbef e spediti poi al Laboratorio TUV SUD GMBH di Siegen (Germania), uno dei più accreditati d'Europa. L'Operazione Trasparenza (questo il nome che il Consorzio ha voluto dare al progetto realizzato con quattro delle più importanti associazione a difesa dei diritti dei consumatori) ha avuto lo scopo di verificare la salubrità e, soprattutto, la completa assenza di sostanze inquinanti dal celebre prodotto a marchio Dop. Il lavoro è durato tre settimane e si è soffermato soprattutto sulla ricerca di diossina e di brucella. Ebbene, in nessuno dei 20 campioni esaminati c'è traccia di brucella e il parametro delle diossine è in media 20 volte più basso del limite di 5,5 picogrammi (un picogrammo è pari a un milionesimo di milionesimo di grammo) consentito dalle normative comunitarie per garantire la sicurezza alimentare. Nella peggiore delle ipotesi, i campioni esaminati hanno presentato un valore "solo" 10 volte più basso. Tanto il Presidente del Consorzio, Domenico Raimondo, quanto il Presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro confermano che il risultato è perfettamente in linea con le aspettative. Addirittura un laconico Caldoro, citato nella prima pagina de "Il Mattino" di sabato 14 dicembre 2013 da Luciano Pignataro, commenta: «Non c'era bisogno che venissero i tedeschi per dircelo, però prendiamo per buono anche questo». A giusta ragione, ora Antonio Lucisano chiede che alla notizia sia dato lo stesso risalto degli infondati attacchi mediatici che hanno portato al crollo del 30% del mercato dell'oro bianco negli ultimi mesi : «Ora l'apporto della stampa è fondamentale per ripristinare un rapporto di fiducia con i consumatori che, travolti da una serie di informazioni spesso confuse e votate al sensazionalismo, hanno ridotto l’acquisto del nostro prodotto, con devastanti conseguenze per l’intero comparto. Il problema della Terra dei Fuochi rimane dolorosamente attuale ma non dobbiamo fare di tutta l’erba un fascio e occorre sottolineare come la stragrande maggioranza del comparto agroalimentare campano sia sana e, storicamente, votata a una grandissima qualità».

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 16, 2013 at 11:38AM

Slow Food Condotta del Tortonese

Dal n.4 di Slow, la rivista di Slow Food, vi proponiamo una riflessione sull'evo... Dal n.4 di Slow, la rivista di Slow Food, vi proponiamo una riflessione sull'evoluzione del concetto di "buono" nel vino. Un percorso iniziato 26 anni fa con la prima guida "Vini d'Italia", allora rivoluzionaria pe ril settore, fino ai nuovi criteri introdotti da SLOW WINECom'è cambiato il Buono in trent'anni? - Slowine www.slowfood.it In principio fu il Buono. Quando nel 1987 nacque la guida Vini d’Italia io avevo solo 12 anni e quindi … Continua http://ift.tt/IZkuUT

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 16, 2013 at 10:51AM

Slow Food Condotta del Tortonese

Questo è un pezzo dedicato agli smemorati, a chi odia le guide dei vini, a chi n... Questo è un pezzo dedicato agli smemorati, a chi odia le guide dei vini, a chi non ha capito cos'è Slow Wine e a tutti quelli che hanno percorso un pezzo di strada con noi o che la percorreranno in futuro...Com'è cambiato il Buono in trent'anni? - Slowine www.slowfood.it In principio fu il Buono. Quando nel 1987 nacque la guida Vini d’Italia io avevo solo 12 anni e quindi … Continua http://ift.tt/1cLICpx

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 16, 2013 at 10:33AM

venerdì 13 dicembre 2013

Slow Food Condotta del Tortonese

Oggi vi salutiamo raccontandovi una bella iniziativa di un'azienda italiana che... Oggi vi salutiamo raccontandovi una bella iniziativa di un'azienda italiana che ha avviato una partnership con i Presìdi Slow Food Grazie Ferrari Formaggi ! Per saperne di più: http://goo.gl/APnDHP http://ift.tt/1jXqRXq

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 13, 2013 at 05:36PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Buone notizie dal fronte europeo: il Tribunale Ue ha annullato le autorizzazioni... Buone notizie dal fronte europeo: il Tribunale Ue ha annullato le autorizzazioni della Commissione per l’immissione in commercio della patata Gm Amflora della Basf http://goo.gl/mynbT2Il Tribunale Ue revoca le autorizzazioni alla superpatata Basf | Slow Food - Buono, Pulito e Giusto. www.slowfood.it Buone notizie dal fronte europeo: il Tribunale Ue ha annullato le autorizzazioni della Commissione per l’immissione in commercio della patata Gm Amflora della Basf.Secondo il Tribunale, la Commissione «non ha sottoposto ai comitati competenti i progetti modificati» del via libera all’ingresso di Amf... http://ift.tt/1bBd2pH

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 13, 2013 at 03:21PM

Tortona-un weekend di grande atmosfera natalizia e di shopping



via Slow Food Condotta del Tortonese http://radiopnr.it/notizia?t=2&id=124635086%3A%3A12-13-city-life-natale.html

Terre di Marca Obertenga



via Slow Food Condotta del Tortonese https://www.facebook.com/terredimarcaobertenga/posts/649712388405633

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | Sloweekend: tutti gli appuntamenti delle Condotte http://ift.tt/1kFHAfm ----------------------------------------- SardegnaContinuiamo i festeggiamenti del Terra Madre Day e vi ricordiamo l’appuntamento a Olbia per domenica 15 con il grande pranzo di solidarietà voluto da Slow Food Gallura, Slow Food Italia in collaborazione con l’Associazione cuochi galluresi. Abbiamo scelto di festeggiare il Terra Madre Day per stare vicino alla nostra comunità, una celebrazione per noi importante che offriamo come augurio per una nuova partenza. A cominciare dal cibo, che per noi è sinonimo di territorio. Ci piacerebbe che questo evento fosse vissuto come un primo passo verso la normalità. La giornata inizierà con una messa celebrata dal vescovo di Tempio monsignor Sanguinetti nella chiesa di San Paolo alle 12 e subito dopo l’appuntamento è nella struttura coperta di Piazza del Mercato il 15 dicembre dalle 13. Non mancate.Trentino-Alto AdigeVi invitiamo sabato 14 dicembre a Transacqua per una bellissima cena dedicata alla Alleanza tra cuochi e Presìdi Slow Food. L’appuntamento è alle ore 19 davanti al ristorante La Perla dove ad attendervi c’è un aperitivo in stalla ospiti dell’azienda agricola di Michele Tavernaro con annessa degustazione di prodotti locali. Naturalmente, nel menù preparato a regola d’arte dallo chef Pierfranco Scalet i Presìdi Slow Food saranno protagonisti indiscussi. Leggete qui il menù mentre per info e prenotazioni chiamate direttamente La Perla allo 0439/762115. La serata ha un costo di €25 per i soci ed € 29per i non soci.ToscanaDomenica 15 dicembre, la Condotta Slow Food di Siena organizza un pranzo degli auguri con Slow Wine ospiti del bellissimo Castello di Spannocchia «Per festeggiare il Terra Madre Day e per concludere l’anno in allegria». In abbinamento 5 vini premiati nella guida Slow Wine provenienti da diverse regioni. Potete trovare qui il menù Per informazioni e prenotazioni potete contattare Duccio Lazzeretti (fiduciario@slowfoodsiena.it - Tel. 3453345237). In regalo una copia di Slow Wine ogni 2 personeVenetoDomenica 15 dicembre, alle 12.30, presso l’Osteria alla Pasina di Dosson di Casier (Tv) pranzo degli auguri per festeggiare il Terra Madre Day. Un’occasione per festeggiare anche il ventesimo anno di presenza nella Guida Osterie d\'Italia della’Osteria dalla Pasina e il riconoscimento della chiocciola ottenuta quest’anno. Sarà presente un produttore di radicchio rosso di Treviso che ci parlerà della storia e della evoluzione nella tecnica di coltivazione di questo importante prodotto della tradizione trevigiana. Ospite d’onore John Kariuki, agronomo laureato all’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo e responsabile del Progetto 10.000 Orti in Africa per il Kenia. Contributo per la partecipazione € 35Slow WineContinuano le Cento cene per Slow Wine. Ancora non avete avuto l’opportunità di partecipare? Ecco qui il calendario completo slowine.it A cura di Michela Marchi m.marchi@slowfood.it

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 13, 2013 at 01:07PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Uno #sloweekend all'insegna dei festeggiamenti per il Terra Madre Day #TMD2013 h... Uno #sloweekend all'insegna dei festeggiamenti per il Terra Madre Day #TMD2013 http://goo.gl/o4HiE1 http://ift.tt/19GxYMr

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 13, 2013 at 12:36PM

giovedì 12 dicembre 2013

Slow Food Condotta del Tortonese

Idee regalo? Con la nuova linea di grembiuli di Yoox.com sostieni i Presìdi Slow... Idee regalo? Con la nuova linea di grembiuli di Yoox.com sostieni i Presìdi Slow Food: http://yoox.ly/SlowFood_ http://ift.tt/1bHqtss

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 12, 2013 at 04:36PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | Mozzarelle blu: la causa è un pesticida http://ift.tt/1fmIUmQ ----------------------------------------- Interessante scoperta dei ricercatori dell'Università di Padova: il batterio che ha infestato le nostre mozzarelle colorandole di blu appartiene a un gruppo geneticamente ben distinto della specie Pseudomonas fluorescens strettamente correlato a un ceppo che viene usato in agricoltura come pesticida nella lotta biologica sia negli Stati Uniti sia in Canada. In poche parole il lavoro del gruppo di ricerca dell’area di “Ispezione degli alimenti di origine animale” del Dipartimento di Biomedicina comparata e alimentazione (Bca) ha permesso di caratterizzare i ceppi batterici responsabili dell’alterazione in modo molto dettaglio mettendo a punto un metodo molecolare che ne consente una rapida identificazione. «I risultati di questo studio danno un significativo contributo alla comprensione delle reali cause del fenomeno delle mozzarella blu – spiega Barbara Cardazzo, autrice dello studio – e allo stesso tempo forniscono agli operatori del settore e all’autorità competente uno strumento rapido e affidabile per la tracciabilità e l'identificazione dei ceppi batterici causa della colorazione blu con ricadute altrettanto importanti per comprendere la loro provenienza e stabilire adeguate misure di controllo». Ora lo studio sarà pubblicato sulla rivista scientifica Food Microbiology il cui Editor è Mary Lou Tortorello, responsabile del dipartimento di microbiologia degli alimenti della Food and drug administration (Fda) americana. Per facilitare l’applicazione della metodica a tutti i laboratori di analisi interessati è stato anche aperto un database on-line che contiene tutte le informazioni utili e nel quale tutti i dati relativi ai diversi ceppi batterici potranno essere depositati e condivisi, mediante l'utilizzo della rete internet, dalla comunità scientifica e dagli operatori del settore. Fonte: Ansa.it

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 12, 2013 at 12:51PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Uno studio dei ricercatori dell'Università di Padova ha individuato il ceppo bat... Uno studio dei ricercatori dell'Università di Padova ha individuato il ceppo batterico che ha infestato le nostre mozzarelle colorandole di blu. Si tratta del Pseudomonas fluorescens, batterio strettamente correlato a un ceppo che viene usato in agricoltura come pesticida nella lotta biologica sia negli Stati Uniti sia in Canada http://goo.gl/eulqJGMozzarelle blu: la causa è un pesticida | Slow Food - Buono, Pulito e Giusto. www.slowfood.it Interessante scoperta dei ricercatori dell'Università di Padova: il batterio che ha infestato le nostre mozzarelle colorandole di blu appartiene a un gruppo geneticamente ben distinto della specie Pseudomonas fluorescens strettamente correlato a un ceppo che viene usato in agricoltura come pesticid... http://ift.tt/19EdZOq

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 12, 2013 at 12:50PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Abbiamo il gran piacere di presentarvi la nuova collaboratrice assoldata dalla r... Abbiamo il gran piacere di presentarvi la nuova collaboratrice assoldata dalla redazione di SLOW WINE : Maria Filippa Delfina Panfilia Signorelli Manica d’Aremburg «ma tutti da anni mi chiamano Filly». Ecco il suo primo post, buon divertimento!Buone ragioni per evitare Dom Perignon Rosé Oenoteque - Slowine www.slowfood.it Buongiorno a tutti, mi chiamo Filly e con questo post inauguro la mia collaborazione con Slow Wine. A dire il … Continua http://ift.tt/1e7tlT4

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 12, 2013 at 11:36AM

Slow Food Condotta del Tortonese

Nobiltà e Miseria: il primo post di una nostra nuova collaboratrice (ma sarà ver... Nobiltà e Miseria: il primo post di una nostra nuova collaboratrice (ma sarà vera ...?)Buone ragioni per evitare Dom Perignon Rosé Oenoteque - Slowine www.slowfood.it Buongiorno a tutti, mi chiamo Filly e con questo post inauguro la mia collaborazione con Slow Wine. A dire il … Continua http://ift.tt/1bGvUIj

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 12, 2013 at 11:18AM

Perchè la margarina fa male



via Slow Food Condotta del Tortonese http://ambientebio.it/perche-la-margarina-fa-male/

mercoledì 11 dicembre 2013

Slow Food Condotta del Tortonese

In occasione del Terra Madre Day Slow Food organizza un pranzo di solidarietà pe... In occasione del Terra Madre Day Slow Food organizza un pranzo di solidarietà per gli sfollati e i colpiti dal nubifragio che il 18 novembre scorso ha devastato la Sardegna. Appuntamento a Olbia domenica 15 dicembreTerra Madre per la Sardegna | Slow Food - Buono, Pulito e Giusto. www.slowfood.it Slow Food organizza un pranzo di solidarietà per gli sfollati e i colpiti dal nubifragio http://ift.tt/IFwCLf

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 11, 2013 at 05:50PM


via Slow Food Condotta del Tortonese https://www.facebook.com/events/244250979032269/

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | L'Ue approva la pesca a strascico http://ift.tt/1cABagQ ----------------------------------------- «L’ennesima delusione: nonostante sia comprovata la centralità degli ecosistemi profondi per l’equilibrio e la tutela della biodiversità marina si continua a perseguire la strada degli interessi di pochi a svantaggio degli interessi diffusi di protezione e difesa della vita negli oceani.» Questo l’amaro commento di Silvio Greco, responsabile ambiente di Slow Food Italia, alla brutta notizia arrivata ieri da Bruxelles: per un pugno di voti (342 su 326) il Parlamento europeo non ha approvato la proposta per la per la graduale eliminazione dello strascico e delle reti da posta profonde. La richiesta originaria, che era stata approvata dalla Commissione europea e votata con maggioranza schiacciante dalla commissione Ambiente del Parlamento europeo, è stata rifiutata dalla commissione Pesca dello stesso Parlamento. Contro l’abolizione della pesca in acque profonde, distruttiva dell’ecosistema e anti-economica, si sono schierati soprattutto Francia, Spagna e Portogallo, Paesi di bandiera della flotta di 11 navi che "ara" il fondo del mare. I danni provocati ai fondali marini da un anno di pesca a strascico è stimata pari a 535-833 volte maggiore di quella con i palamiti. Rimane così in vigore il compromesso raggiunto dalla Commissione pesca dell’Eurocamera lo scorso 4 novembre che prevede che tra 4 anni la Commissione Ue presenti una valutazione sull’impatto ambientale della pesca oltre i 600 metri. Se si scoprirà che «le specie ittiche sono sfruttate oltre i livelli di rendimento massimo sostenibile», solo allora Bruxelles potrà presentare una proposta per «far scadere i permessi di pesca per l’acqua profonda». «Tra le misure approvate ieri dal Parlamento, alcune sarebbero in grado, se efficacemente attuate, di contribuire a limitare i danni a questi vulnerabili ecosistemi. Ma rimangono misure per ora insufficienti» ha commentato Matthew Gianni, consulente di Deep Sea Conservation Coalition e The Pew Charitable Trust. Intanto l’Assemblea del Parlamento europeo ha dato il via libera dal 2014 alla nuova politica della pesca dell’Ue. La palla passa ora agli Stati membri che dovranno approvare formalmente la decisione. Per la relatrice - la deputata tedesca Ulrike Rodust (S&D), «la riforma affronterà il più importante problema della politica comune della pesca, vale a dire la continua pesca eccessiva. Il Consiglio Ue - sostiene - sarà ora costretto ad agire in modo sostenibile in sede di negoziazione delle quote di pesca». Però, in attesa di una nuova normativa lo strascico potrà continuare ad arare i fondali spazzando via coralli millenari e specie a lenta riproduzione e alterando così equilibri tanto delicati come quelli marini. Fonte: Repubblica.itAnsa.it In foto: Gli effetti distruttivi del passaggio di una rete a strascico su un banco di Coralli bianchi (wikipedia)

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 11, 2013 at 12:37PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Continueremo ad arare i mari: per pochissimi voti il Parlamento Europeo non ha a... Continueremo ad arare i mari: per pochissimi voti il Parlamento Europeo non ha approvato la proposta per la per la graduale eliminazione dello strascico e delle reti da posta profonde http://goo.gl/ou7O35 http://ift.tt/IEY4si

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 11, 2013 at 12:36PM

Slow Food Condotta del Tortonese

In Italia avremo un nuovo (e particolare) Presìdio Slow Food... In Italia avremo un nuovo (e particolare) Presìdio Slow Food...Clamoroso: le guide dei vini (tutte) prossimo presidio Slow Food - Slowine www.slowfood.it Sensazionale, secondo voci di corridoio, che poi sarebbe via Mendicità Istruita, pare che il prossimo presidio Slow Food saranno le … Continua http://ift.tt/1bwPS7o

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 11, 2013 at 11:39AM

Slow Food Condotta del Tortonese

Clamorose novità dall'Ufficio Presìdi di Slow Food: leggete, leggete ... Clamorose novità dall'Ufficio Presìdi di Slow Food: leggete, leggete ...Clamoroso: le guide dei vini (tutte) prossimo presidio Slow Food - Slowine www.slowfood.it Sensazionale, secondo voci di corridoio, che poi sarebbe via Mendicità Istruita, pare che il prossimo presidio Slow Food saranno le … Continua http://ift.tt/IEKLIB

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 11, 2013 at 10:03AM

martedì 10 dicembre 2013

Slow Food Condotta del Tortonese

Ecco come si festeggia il Terra Madre Day in giro per il mondo: le locandine dal... Ecco come si festeggia il Terra Madre Day in giro per il mondo: le locandine dall'esteroTerra Madre Day Art http://ift.tt/1btdGp3

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 10, 2013 at 03:05PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Difendiamo il cibo vero... con i denti! Parte la nuova campagna di tesseramento:... Difendiamo il cibo vero... con i denti! Parte la nuova campagna di tesseramento: scopri come diventare socio Slow Food ed entrare a fare parte della nostra rete per promuovere il diritto al piacere, diffondere la cultura gastronomica ed educare al futuro! http://ift.tt/1bubqBn http://ift.tt/1e2Msxt

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 10, 2013 at 12:21PM

Slow Food Condotta del Tortonese

http://ift.tt/1bubql5

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 10, 2013 at 12:21PM

Slow Food Condotta del Tortonese

un appello a Matteo Renzi perchè cambi i vini proposti alle Feste dell'Unità un appello a Matteo Renzi perchè cambi i vini proposti alle Feste dell'UnitàRenzi: per favore, puoi rottamare i vini delle Feste dell’Unità? - Slowine www.slowfood.it Avremmo un consiglio, una preghiera, da sottoporre a Matteo Renzi, neosegretario del PD: per favore, puoi rottamare i vini delle … Continua http://ift.tt/INesGC

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 10, 2013 at 11:04AM

Slow Food Condotta del Tortonese

Buon Terra Madre Day!!! Buon Terra Madre Day!!!Il Terra Madre Day a bordo dell’Arca del Gusto | Slow Food - Buono, Pulito e Giusto. www.slowfood.it I fondi devoluti ai produttori della rete colpiti dall’alluvione in Sardegna http://ift.tt/1aQY0fi

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 10, 2013 at 10:37AM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | Perché bisogna investire nell'agricoltura familiare e di piccola scala http://ift.tt/1kv0iX7 ----------------------------------------- Il 2014 sarà l’Anno internazionale dell’agricoltura familiare su indicazione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Un modello di produzione che rispetta l’ambiente, evita gli sprechi ed è soprattutto un potentissimo antidoto all’insicurezza alimentare e ai cambiamenti climatici, in grado di nutrire l’80% della popolazione e di rispondere a improvvisi shock ambientali e sociali. Lo scopo dell’Assemblea è quello di sensibilizzare e indurre Governi e istituzioni locali a sostenere questo modello di produzione. Se ne parlerà domani (mercoledì 11 dicembre, a Roma, Campidoglio sala del Carroccio) in un incontro promosso da Terra Nuova e Crocevia, per la rete EuropAfrica – verso la sovranità alimentare, e dal Comitato italiano per l’Anno internazionale dell’agricoltura familiare promosso dal Cisa (Comitato Italiano per la Sovranità Alimentare). Verranno messi sul tavolo i punti di vista dei rappresentanti delle istituzioni e delle organizzazioni contadine, passando in rassegna le proposte legislative e gli strumenti operativi per promuovere questo modello di agricoltura in Italia e in Europa come in Africa. Il seminario si rivolge a quanti si interessano, a vario titolo, al tema del diritto al cibo. In particolare, si indirizza alle istituzioni italiane, ai membri del tavolo europeo per le negoziazioni nell’ambito del Comitato Mondiale per la Sicurezza Alimentare (Cfs), alle Ong e al mondo accademico. Scopo precipuo dell’evento è consentire un dibattito inclusivo e partecipato sul tema, dando l’opportunità di identificare possibili risposte comuni in merito all’accesso alle le comunità rurali e i piccoli produttori che da soli garantiscono la maggior parte del cibo che viene prodotto e consumato a livello mondiale. Su www.europafrica.info il programma della giornata

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 10, 2013 at 10:22AM

lunedì 9 dicembre 2013

Slow Food Condotta del Tortonese

Signore e Signori! Siamo felicissimi di invitarvi alle Cene che sanciscono l’All... Signore e Signori! Siamo felicissimi di invitarvi alle Cene che sanciscono l’Alleanza tra pizzaioli e Presìdi Slow Food. Una serie di appuntamenti pensati per festeggiare le pizzerie d'Italia che hanno deciso di proporre tra gli ingredienti delle loro pizze alcuni Presìdi locali per valorizzare il territorio sostenendo i piccoli produttori. Primo appuntamento mercoledì 11 dicembre alla Pizzeria Gennaro Esposito a Bra http://goo.gl/ogI1nE http://ift.tt/1aOo0rJ

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 09, 2013 at 04:51PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Seconda puntata della nostra rubrica settimanale, questa volta siamo in Langa, a... Seconda puntata della nostra rubrica settimanale, questa volta siamo in Langa, a Serralunga d'Alba per conoscere una delle aziende che a noi piacciono di più!La cantina della settimana: Giovanni Rosso - Slowine www.slowfood.it VITA - Davide Rosso non solo ci ha proposto alcune delle etichette langarole più memorabili degli ultimi anni, ma risalta anche … Continua http://ift.tt/1bs7hhn

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 09, 2013 at 04:19PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | Il trionfo delle clementine http://ift.tt/1bqFURB ----------------------------------------- Dopo l’annata scorsa, molto problematica, nel 2013 la situazione è tornata alla normalità per le clementine, i piccoli agrumi che ormai da più di un mese al mercato colorano d’arancione la parte di bancarelle a loro dedicata. Un arancione che in questo periodo sarà quasi certamente “originale”. Le clementine sono, infatti, i primi agrumi a essere raccolti nell’anno. Per questo, a maggior ragione, spesso si tende ad anticiparne il più possibile la commercializzazione, sfruttando il fattore “primizia” e forzandone la colorazione. A inizio stagione se ne accelera la maturazione con l’utilizzo di etilene: niente d’illegale o di dannoso, ma si tratta di una pratica (detta “deverdizzazione”) che diminuisce un po’ la qualità; si perde gusto in termini di dolcezza, perché il frutto non è maturato lentamente, e anche gli oli essenziali che contiene la scorza, molto profumati, quasi spariscono. Ora però le clementine sono nel periodo ideale. Sono in produzione dalla Puglia (ottime nel Golfo di Taranto, dove sono Igp e dove è proibita le deverdizzazione), passando per Basilicata e Calabria, fino a un pezzo di Sicilia. Per sicurezza controllate la rosetta dove si attacca il picciolo: se sarà secca e marroncina probabilmente le clementine saranno state trattate con l’etilene; se invece sarà verdognola o, meglio, avrà ancora attaccato un pezzetto di ramo con le foglie, questo sarà invece indice di maggiori freschezza e integrità di gusti e profumi. I prezzi, dopo quelli più alti dell’anno passato, sono tornati nella norma: tra un euro e un euro e mezzo per quelle di pezzatura medio-piccola e tra i due euro e i due e mezzo per quelle più grandi. Come sempre, la pezzatura non incide sulla reale qualità e scegliendo bene le più piccole non si commetteranno errori e si risparmierà. La stagione dovrebbe continuare così fino a dopo Natale, sempre che non ci siano gelate o problemi metereologici nelle zone produttive. Se il tempo sarà clemente (e non abbiatecene per il gioco di parole) si potrà arrivare fino a fine gennaio o anche ai primi di febbraio. Sono senza semi e per questo hanno avuto subito grande successo, da quando sono apparse nei primi decenni del Novecento, inventate o scoperte per caso a seconda che se ne dia la paternità a uno dei due religiosi che la rivendicarono: Clément Rodier o Pierre Clément. E capirete perché si chiamano clementine.

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 09, 2013 at 01:07PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Banchi colorati di arancione: per le clementine questo è il periodo ideale http:... Banchi colorati di arancione: per le clementine questo è il periodo ideale http://goo.gl/vYB4EMIl trionfo delle clementine | Slow Food - Buono, Pulito e Giusto. www.slowfood.it Dopo l’annata scorsa, molto problematica, nel 2013 la situazione è tornata alla normalità per le clementine, i piccoli agrumi che ormai da più di un mese al mercato colorano d’arancione la parte di bancarelle a loro dedicata. Un arancione che in questo periodo sarà quasi certamente “originale”. Le c... http://ift.tt/1cvLeHX

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 09, 2013 at 12:36PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Finalmente un Chianti Classico con l'indicazione del comune di produzione delle... Finalmente un Chianti Classico con l'indicazione del comune di produzione delle uve? Si va verso un modello Borgogna in Toscana o prevarrà la Gran Selezione e quindi un progetto più vicino a Bordeaux? Qual è il modello vincente secondo voi?Si può fare - Slowine www.slowfood.it Torno a parlare di Chianti Classico a distanza di pochi giorni dall’ultimo post. L’incontro promosso dall’Enoclub di Siena al Four … Continua http://ift.tt/1aNHsoJ

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 09, 2013 at 11:48AM

venerdì 6 dicembre 2013

Slow Food Condotta del Tortonese

#sloweekend all'insegna dei festeggiamenti per il Terra Madre Day! Scopri dove:... #sloweekend all'insegna dei festeggiamenti per il Terra Madre Day! Scopri dove: http://goo.gl/w7Y5mi#sloweekend: dalle prime feste per il Terra Madre Day alla Valle che Vorrei | Slow Food - Buono,... www.slowfood.it In tutto il mondo, questo fine settimana iniziano i festeggiamenti per il Terra Madre Day la giornata in cui Slow Food festeggia ogni anno il 10 dicembre in tutto il mondo il cibo locale. Tantissimi gli eventi in programma in tutta Italia: vi invitiamo a verificare l’evento più vicino a casa vostra,... http://ift.tt/1hClsWd

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 06, 2013 at 04:40PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Quanto può insegnare la trippa della nonna sull'equilibrio del vino? Quanto può insegnare la trippa della nonna sull'equilibrio del vino?La teoria della minestra di trippe di mia nonna - Slowine www.slowfood.it Quando ero piccolo, durante i mesi d’inverno, mia nonna preparava almeno una sera a settimana la sua buonissima minestra di … Continua http://ift.tt/1bkXPfR

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 06, 2013 at 11:21AM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | #sloweekend: mentre iniziano i festeggimenti per il Terra Madre Day la Valpolicella ... http://ift.tt/1cpIZ91 ----------------------------------------- In tutto il mondo, questo fine settimana iniziano i festeggiamenti per il Terra Madre Day la giornata in cui Slow Food festeggia ogni anno il 10 dicembre in tutto il mondo il cibo locale. Tantissimi gli eventi in programma in tutta Italia: vi invitiamo a verificare l’evento più vicino a casa vostra, lo trovate seguendo questo link http://ift.tt/1cpIZpB A tutto questo si è aggiunta una lodevole iniziativa: tutti i fondi raccolti durante la giornata saranno destinati ai produttori della rete colpiti dalle recenti alluvioni in Sardegna. Se non potete raggiungere o partecipare ai festeggiamenti potete però contribuire con una donazione al conto corrente intestato a Slow Food Italia Unicredit Banca Codice Iban IT15U0200846041000102944679 Causale: raccolta fondi pro-SardegnaVenetoSecondo appuntamento per La Valle che Vorrei – Proposte concrete per una gestione intelligente del territorio è un appuntamento è un momento molto importante per la Valpolicella. La manifestazione unisce due percorsi avviati già da alcuni anni dal Movimento per la Decrescita Felice e dall'Associazione Terra Viva, allo scopo di fare emergere idee e linee guida orientate allo stop al consumo di suolo, a una mobilità eco-sostenibile, una urbanistica che preferisce la ristrutturazione alla nuova edificazione, a realizzare aree adatte a contenere attività artigiane al sostegno delle stesse, per una politica che promuova e sostenga una agricoltura in equilibrio con l’ecosistema, che favorisca lo sviluppo della fertilità del terreno e inquini sempre meno. «Insomma vorremmo agire dal basso, a partire dalle due associazioni che maggiormente si sono spese in questi anni per proporre progetti, soluzioni alternative alle attuali, adottate dalla maggior parte dei comuni italiani» raccontano i promotori. Una rivoluzione silenziosa, che lavora per accompagnare la politica verso scelte oculate, che considerino la salute e il bene comune prima degli interessi privarti e particolari. L’evento segue un percorso all'inizio del 2012 quando venne lanciata l’idea. L’obiettivo ora è applicare le linee guida elaborate nel percorso, a una realtà territoriale specifica qual’è la Valpolicella. Dunque un territorio omogeneo che può, forse per la prima volta in Italia, fornire un messaggio d’inversione di rotta, di uscita dalla condanna del modello basato sulla crescita all’infinito. All’incontro partecipano Don Albino Bizzotto fondatore dell'associazine Beati i Costruttori di Pace, Roberto Burdese, presidente di Slow Food Italia, Maurizio Pallante, fondatore e presidente del Movimento per la Decrescita Felice, Averardo Amadio, presidente onorario Wwf Veneto. Il vero protagonista però sarà il pubblico: l'idea è proprio quella di elaborare insieme idee e progetti che verranno elaborati negli incontri successivi. La serata è aperta a tutti con ingresso libero presso il Circolo Noi a S. Pietro in Cariano. Si inizia alle 20.30 e qui potete scaricare la locandina con tutti i dettagli. A cura di Michela Marchi m.marchi@slowfood.it

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 06, 2013 at 11:07AM

Slow Food Condotta del Tortonese

si parte dalla minestra di trippe della nonna per finire a ragionare sull'equili... si parte dalla minestra di trippe della nonna per finire a ragionare sull'equilibrio e sulla bevibilità di un vinoLa teoria della minestra di trippe di mia nonna - Slowine www.slowfood.it Quando ero piccolo, durante i mesi d’inverno, mia nonna preparava almeno una sera a settimana la sua buonissima minestra di … Continua http://ift.tt/1blUMVH

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 06, 2013 at 08:34AM

giovedì 5 dicembre 2013

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | 2014 anno dell'agricoltura familiare http://ift.tt/1biVI8L ----------------------------------------- La collaborazione tra FAO e Slow Food, sancita dal protocollo d'intesa firmato da lo scorso maggio da José Graziano Da Silva e da Carlo Petrini, vede nella scelta di dedicare l'anno 2014 all'Agricoltura Familiare una prospettiva densa di opportunità. Carlo Petrini ha di recente partecipato a Bruxelles alla conferenza Family farming: a dialogue towards more sustainable and resilient farming in Europe and in the world, organizzata dalla Commissione Europea, DG Agricoltura e Sviluppo Rurale, che vedeva tra i relatori principali proprio il direttore generale della FAO. In questa occasione Da Silva ha affermato che l'agricoltura familiare deve essere considerata una opportunità da valorizzare e non un elemento marginale, e che bisogna passare dal paradigma basato sul modello fast food, con produzione massiva e commercio su larga scala, al nuovo paradigma dello Slow Food, basato sui circuiti locali e la varietà dei prodotti tradizionali. (registrazione video della conferenza qui) La soluzione ai gravi problemi alimentari che affliggono il nostro pianeta passa attraverso le comunità locali e le produzioni familiari: lo afferma da anni Slow Food - che ha dato vita alla rete di Terra Madre e lavora per facilitare l’accesso ai mercati da parte dei produttori di piccola scala - e lo afferma anche la FAO. Un primo risultato della collaborazione è la realizzazione di un libro presentato ieri a Roma, intitolato La quinoa in cucina, a conclusione dell'Anno Internazionale della Quinoa. ?Graziano da Silva ha sottolineato: «La quinoa è parte degli sforzi per recuperare i cibi perduti e per promuovere le coltivazioni tradizionali e dimenticate. È inoltre parte dell'idea che il cibo è molto più di un semplice bene di consumo: il cibo è cultura, è gusto, e una quantità di cose intrinsecamente legate alla nostra storia. Durante il 2014 FAO e Slow Food lavoreranno nel recuperare la ricchezza delle ricette locali custodite dalle comunità - e soprattutto dalle madri che nelle case utilizzano i cibi locali per sfamare le proprie famiglie». Carlo Petrini, Presidente di Slow Food, ha affermato che entrambe le organizzazioni condividono la visione «di un mondo sostenibile, libero dalla fame e ricco di biodiversità per le generazioni future. Slow Food darà un grande contributo all'agricoltura familiare. Continueremo con rinnovato impulso nel 2014 il nostro lavoro a supporto delle comunità del cibo di Terra Madre, organizzando mercati locali, orti scolastici e di comunità, favorendo l'accesso al mercato per i piccoli produttori e catalogando la biodiversità agroalimentare a rischio di scomparsa. ??Al centro del processo è la gastronomia e l'idea che questa scienza multidisciplinare, che comprende tutto, dall'agricoltura alla storia, dall'economia all'antropologia, dalla botanica all'arte culinaria, può essere una forza liberatrice delle comunità oggi colpite dalla malnutrizione». Paola Nano p.nano@slowfood.it

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 05, 2013 at 11:52AM

Slow Food Condotta del Tortonese

Il 2014 sarà l'anno dell'agricoltura familiare. Sia aprono nuove prospettive nel... Il 2014 sarà l'anno dell'agricoltura familiare. Sia aprono nuove prospettive nella collaborazione tra Fao e Slow Food http://goo.gl/xZvnAt http://ift.tt/19iRcas

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 05, 2013 at 11:36AM

Slow Food Condotta del Tortonese

Che è successo a Piacenza? Come è andata? dal nostro inviato, Fabio Pracchia! Che è successo a Piacenza? Come è andata? dal nostro inviato, Fabio Pracchia!Alla fiera della Fivi - Slowine www.slowfood.it Il mercato dei vini targato Vignaioli Indipendenti si è concluso domenica scorsa. È stata una bella festa con produttori, appassionati … Continua http://ift.tt/1eYkosd

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 05, 2013 at 09:48AM

mercoledì 4 dicembre 2013

Slow Food Condotta del Tortonese

Per #AssaggiDiLibri questa settimana vi proponiamo una bella storia firmata Gian... Per #AssaggiDiLibri questa settimana vi proponiamo una bella storia firmata Gianni Berengo Gardin: il racconto per immagini di una delle più belle tenute del Vercellese, la Colombara che racchiude un pezzo di pezzo di storia italiana, tradizioni e memorie. A voi la prefazione di Carlo Petrini http://goo.gl/SmNqBG http://ift.tt/1bhlWIK

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 04, 2013 at 05:20PM

Slow Food Condotta del Tortonese

La grande cucina delle Osterie d'Italia è il racconto con parole e, per la prima... La grande cucina delle Osterie d'Italia è il racconto con parole e, per la prima volta, immagini delle storie che ci sono dietro a ogni piatto. Un giro per l'Italia che cerca di rievocare quella atmosfera che rende il locali selezionati da Slow Food speciali Buona lettura! http://goo.gl/LZ9I0uLa Grande cucina delle Osterie d'Italia http://ift.tt/1clvhnr

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 04, 2013 at 03:05PM

Falso Made in Italy: ecco i prosciutti avariati sequestrati dal Nas al Brennero - Video Il Trentino



via Slow Food Condotta del Tortonese http://video.gelocal.it/trentinocorrierealpi/cronaca/falso-made-in-italy-ecco-i-prosciutti-avariati-sequestrati-dal-nas-al-brennero/21349/21386

Slow Food Condotta del Tortonese

Vivi un Natale Slow: sul nostro store tante idee regalo e sorprese per i nostri... Vivi un Natale Slow: sul nostro store tante idee regalo e sorprese per i nostri soci... http://ift.tt/1hxL8DoLa Grande cucina delle Osterie d'Italia Vivi un Natale Slow: sul nostro store tante idee regalo e sorprese per i nostri soci... http://ift.tt/1hxL8Do http://ift.tt/1hxLaLt

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 04, 2013 at 01:21PM

Slow Food Condotta del Tortonese

dopo aver visitato una bella enoteca di Mosca facciamo alcune riflessioni sul m... dopo aver visitato una bella enoteca di Mosca facciamo alcune riflessioni sul mercato del vino italiano in RussiaВИНОТЕКИ GRAND CRU - Slowine www.slowfood.it L’Enoteca Grand Cru è il posto del vino che tutti vorremmo avere sotto casa. Peccato invece che si trova a … Continua http://ift.tt/19gC3Xh

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 04, 2013 at 12:34PM

martedì 3 dicembre 2013

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | La battaglia di Natale: scegli lItalia http://ift.tt/18f0oje ----------------------------------------- Una manifestazione per difendere l’economia e il lavoro dalle importazioni di bassa qualità che varcano le frontiere per essere spacciate come italiane. Con La battaglia di Natale: scegli l’Italia Coldiretti chiama a raccolta diecimila allevatori e coltivatori che mercoledì 4 dicembre si ritrovano a presidiare il valico del Brennero. Autobotti, camion frigo, container in ingresso saranno verificati dagli agricoltori e dagli allevatori per smascherare il finto Made in Italy diretto sulle tavole in vista del Natale, all’insaputa dei consumatori per la mancanza di una normativa chiara sull’obbligo di indicare l’origine degli alimenti. Attraverso il valico Brennero giungono in Italia miliardi di litri di latte, cagliate e polveri ma anche milioni di cosce di maiale per fare i prosciutti, conserve di pomodoro, succhi di frutta concentrati e altri prodotti che, come dimostra il dossier elaborato dalla Coldiretti per l’occasione, stanno provocando la chiusura delle stalle e delle aziende agricole con la perdita di migliaia di posti di lavoro. Il presidio, capitanato dal presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo, si svolgerà in stretta collaborazione con le forze dell’ordine presenti in frontiera. «Voler bene all'Italia ci obbiga oggi a ritrovare l'orgoglio di promuovere e difendere il capitale umano, ambientale e sociale dei nostri territori perché non vogliamo arrenderci alle agromafie, mangiare cibi non sani, e rinunciare al diritto di fare impresa» è l'invito di Moncavlo che condividiamo. L'invito è dunque quello di partecipare e seguire l'inzitiva.

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 03, 2013 at 06:37PM

Slow Food Condotta del Tortonese

10 000 allevatori e coltivatori di @coldiretti domani sul Brennero per difendere... 10 000 allevatori e coltivatori di @coldiretti domani sul Brennero per difendere il Made in Italy goo.gl/UVKf3gLa battaglia di Natale: scegli l’Italia | Slow Food - Buono, Pulito e Giusto. www.slowfood.it Mercoledì 4 dicembre 10 000 agricoltori di Coldiretti presidiano il Brennero per smascherare il finto made in Italy e difendere la nostra produzione alimentare di qualità http://ift.tt/1cWId1e

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 03, 2013 at 05:36PM

Slow Food Condotta del Tortonese

http://ift.tt/18XPvmu

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 03, 2013 at 03:50PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sapete che i cachi hanno conquistato l'alta gastronomia? Ecco i consigli per sce... Sapete che i cachi hanno conquistato l'alta gastronomia? Ecco i consigli per scegliere quelli più buoni tra i banchi del mercato: http://goo.gl/GEViFGCachi: il gusto dolce del tardo autunno ha conquistato anche l'alta gastronomia | Slow Food -... www.slowfood.it Non si può far altro che restare affascinati quando nel periodo tardo autunnale, con il freddo che imperversa e le foglie già cadute, si scorge in campagna, nei piccoli poderi o in qualche giardino, un albero di cachi con i suoi frutti arancioni che contrastano il vuoto di una chioma di rami spogli… http://ift.tt/18e2Czt

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 03, 2013 at 01:06PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Bella iniziativa di Radio Capital: seguite Capital in the world speciale #Sardegna Bella iniziativa di Radio Capital: seguite Capital in the world speciale #SardegnaTimeline Photos Oggi speciale Sardegna. Vogliamo essere la cassa di risonanza di ogni amministrazione, associazione e libero cittadino impegnato in queste ore a rimettere in piedi la Sardegna, dopo l'alluvione. Diteci cosa state facendo e di cosa avete bisogno. Capital in the world e Radio Capital, nel loro piccolo, cercheranno di dare una mano. http://ift.tt/18jasES

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 03, 2013 at 12:05PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Volete sapere proprio tutto del mercato russo del vino? Dopo aver presentato Slo... Volete sapere proprio tutto del mercato russo del vino? Dopo aver presentato Slow Wine a Mosca abbiamo intervistato importanti operatori che ci chiariscono molto le idee. E ci forniscono chiavi di lettura straordinariamente interessanti.Dalla Russia con amore (per il vino italiano) - Slowine www.slowfood.it La settimana scorsa si è svolto Vinitaly International Mosca, un importante momento di promozione del vino italiano organizzato dalla Fiera … Continua http://ift.tt/1gAQ9b7

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 03, 2013 at 12:03PM

lunedì 2 dicembre 2013

AIUTIAMO LA BUNDY ... ANCHE SOLO CON LA CONDIVISIONE..



via Slow Food Condotta del Tortonese https://www.facebook.com/events/457285201050449/permalink/457288837716752/

Slow Food Condotta del Tortonese

La nostra tv parla tanto di scandali, corruzione, casta e privilegi. Ma la vera... La nostra tv parla tanto di scandali, corruzione, casta e privilegi. Ma la vera notizia è che esiste anche un’altra Italia, e un’altra politica. Ed è quella che vorremmo ci fosse raccontata http://goo.gl/rjunNTLe buone notizie sono contagiose | Slow Food - Buono, Pulito e Giusto. www.slowfood.it Tra i criteri di notiziabilità, la regola che forse influenza di più l’agenda dei media è bad news is a good news (la cattiva notizia è una buona notizia): l’evento che altera la quotidianità con conseguenze negative ha un richiamo immediato sul pubblico che drizza le antenne appena sente odor di ca... http://ift.tt/1bdlR8R

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 02, 2013 at 05:35PM

FEGATO D'OCA, L'ORRORE DIETRO LA PRODUZIONE



via Slow Food Condotta del Tortonese http://www.tzetze.it/redazione/2013/11/fegato_doca_lorrore_dietro_la_produzione/

Slow Food Condotta del Tortonese

Su slowine.it si inaugura una nuova rubrica, quella della cantina della Settimana Su slowine.it si inaugura una nuova rubrica, quella della cantina della SettimanaLa cantina della settimana: Giuseppe Campagnola - Slowine www.slowfood.it VITA - Andrea Campagnola rappresenta la quinta generazione di questa storica azienda situata a Marano di Valpolicella, nel cuore della zona … Continua http://ift.tt/1eHqb4C

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 02, 2013 at 03:49PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Sloweb | Le buone notizie sono contagiose http://ift.tt/18UDI8E ----------------------------------------- Tra i criteri di notiziabilità, la regola che forse influenza di più l’agenda dei media è bad news is a good news (la cattiva notizia è una buona notizia): l’evento che altera la quotidianità con conseguenze negative ha un richiamo immediato sul pubblico che drizza le antenne appena sente odor di catastrofe. E infatti la nostra televisione pubblica offre ottimi programmi di approfondimento e inchiesta – un necessario invito alla riflessione e la comprensione dopo l’emozione – accomunati, oltre che dalla professionalità degli autori, dal fatto che la maggior parte delle notizie analizzate sono “brutte”. Noi invece siamo convinti che vadano raccontate le cose belle: una storia che ci piace, oltre a strapparci un sorriso – che non guasta mai – può darci un’idea, essere un esempio, una fonte di ispirazione positiva. Condividiamo e promuoviamo volentieri l’iniziativa dell’Associazione Comuni Virtuosi e Buonenotizie.it che si rivolgono alla Rai chiedendo alla nostra tv di stato di dare più notizie positive e raccontare un’altra Italia. La nostra tv parla tanto di scandali, corruzione, casta e privilegi. “Fa più rumore un albero che cade di una foresta che cresce” e i media rincorrono e alimentano avidamente quel senso di alienazione e sconforto che attraversa le comunità locali. “Fa tutto schifo, son tutti ladri, non cambierà mai nulla”. Ma la vera notizia è che anche in Italia si può fare politica e azione sociale con spirito di servizio, trasparenza, onestà e concretezza. Nonostante tutto. Ce lo dicono le migliaia di donne e uomini che stanno dentro (e fuori) le istituzioni facendo del proprio meglio, ogni giorno, per dare risposte alle tante domande dei cittadini, immaginando (e costruendo) un futuro diverso e sostenibile rispetto al presente grigio che stiamo vivendo. La denuncia è sacrosanta, ben vengano quindi le inchieste serie di trasmissioni, soprattutto se fatte sulla tv di Stato che ha il compito di offrire un servizio pubblico ai telespettatori. Ciò che chiediamo però è la narrazione anche delle buone notizie. Non per negare le cose che non funzionano, ma per mostrare ai cittadini che esiste anche un’altra Italia, e un’altra politica. Fatta di donne e uomini che ogni giorno sperimentano dal basso, percorsi incredibili di sostenibilità e azione positiva. Che fanno scelte coraggiose e concrete, che cambiano (in meglio) la qualità della vita delle tante comunità locali in cui scatta la molla del buonsenso, la scintilla di una società diversa. Le buone notizie sono contagiose. È dimostrato che i buoni esempi “sono in grado di suscitare emozioni positive e di spingere le persone a seguire gli esempi presentati e addirittura provocare reazioni fisiche tali da lasciare un’impronta duratura capace di influenzarne le azioni future. Questo fenomeno, che in psicologia prende il nome di ‘elevazione morale’, può provocare cambiamenti comportamentali e predisporci all’empatia e all’interazione sociale”. (Journal of Personality and Social Psychology). Ci aiutate? Firmate la petizione anche voi! Clicca qui!

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 02, 2013 at 02:06PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Si iniziano a sentire gli effetti (tragici) del clima che cambia, che spegne vit... Si iniziano a sentire gli effetti (tragici) del clima che cambia, che spegne vite e mette in ginocchio interi comparti. Vi proponiamo una bella un'intervista a Francesco Paolo Valentini di Francesca Piccioli che ci fa riflette su chi vive i cambiamenti climatici sulla propria pelleIntervista a Francesco Paolo Valentini: "Ecco quello che bisogna dire e nessuno dice" - Slowine www.slowfood.it LORETO APRUTINO – “Ci vuole un atto di responsabilità, noi agricoltori dobbiamo dire come stanno davvero le cose. Basta parlare … Continua http://ift.tt/1cUG0mW

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 02, 2013 at 12:20PM

Slow Food Condotta del Tortonese

Dopo il pezzo di questa mattina, ritorniamo sulla straordinaria e catastrofica n... Dopo il pezzo di questa mattina, ritorniamo sulla straordinaria e catastrofica nevicata in Abruzzo, con un'intervista a Valentini scritta da Francesca Piccioli. Un pezzo che ci fa davvero riflettere su chi vive i cambiamenti climatici sulla propria pelle.Intervista a Francesco Paolo Valentini: "Ecco quello che bisogna dire e nessuno dice" - Slowine www.slowfood.it LORETO APRUTINO – “Ci vuole un atto di responsabilità, noi agricoltori dobbiamo dire come stanno davvero le cose. Basta parlare … Continua http://ift.tt/IA1o7z

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 02, 2013 at 10:48AM

Slow Food Condotta del Tortonese

sulla drammatica situazione che vivono i viticoltori abruzzesi dopo le nevicate... sulla drammatica situazione che vivono i viticoltori abruzzesi dopo le nevicate dei giorni scorsiil grido di dolore di Francesco Valentini - Slowine www.slowfood.it Nella giornata di sabato alcuni giornalisti e blogger di ogni parte d’Italia sono stati raggiunti da un messaggio (io attraverso … Continua http://ift.tt/1dKw04U

Link: http://www.facebook.com/pages/p/524849037525131

December 02, 2013 at 08:04AM